Chiamare con l’iPhone, dal computer

Tempo fa esistevano degli script, da aggiungere come plug-in di Rubrica Indirizzi, per effettuare telefonate (sulla linea tradizionale fissa) attraverso il modem analogico. C’era per esempio il freeware di Balestra (X-Lite). Tuttavia, con i tempi che cambiano e seppur valido ancora come servizio, c’è chi necessita della stessa comodità, ma in completa mobilità.
Con l’arrivo di PushDialer, sviluppato da Justin Mecham (Portland in Oregon), è possibile lanciare le chiamate in uscita dall’iPhone direttamente dal computer, utilizzando una qualsiasi applicazione che supporti l’Apple Push Notification Service.
PushDialer si integra naturalmente con Mac OS X e iPhone, consentendo la composizione del numero direttamente da Rubrica Indirizzi, Mail, Safari o da qualsiasi applicazione per Mac OS X che rilevi un numero telefonico con un solo clic.
PushDialer, dal momento che utilizza la tecnologia Push, non ha bisogno di essere aperto per poter funzionare e non importa come l’iPhone sia collegato (3G, EDGE o Wi-Fi), basta solo che abbia il software installato e configurato per funzionare… sempre.
È possibile integrare PushDialer con flussi di lavoro di Automator, con i Servizi e qualsiasi cosa si faccia su Mac OS X. L’installazione è facile, nessuna configurazione di rete o degli account, basta solo seguire l’assistente di configurazione la prima volt per abbinare l’iPhone ad uno o più Mac.
PushDialer è disponibile gratuitamente per il download come pannello di Preferenze di Sistema e richiede un Mac Intel con Sistema Operativo Mac OS X 10.5 o superiore. Il software per iPhone invece costa 2.39 euro e richiede iOS 3.0 o superiore.

Notizie archeologiche tascabili

Dedicata a chi subisce il fascino della preistoria, a chi è alla continua ricerca di notizie fresche sulle scoperte e sugli scavi archeologici più appassionanti del pianeta, ai veri “megalitomaniaci” che non vedono l’ora di avere nuove informazioni sui più antichi monumenti mai costruiti, a tutti loro è dedicata la nuova ArchaeoNews: la prima applicazione mobile che raccoglie e presenta su Apple iPhone, iPod Touch ed iPad tutte le notizie sul mondo antico.
Il software, prodotto dai fondatori di Cartabianca Publishing (nonché creatori del sito web Stone Pages, dal 1996 la prima guida sui siti megalitici europei mai apparsa sul web) permette di leggere tutte le notizie pubblicate in lingua inglese sul sito Stone Pages dal loro team di redattori, oppure (per chi ha poco tempo da dedicare alla lettura) l’app ArchaeoNews offre anche la possibilità di ascoltare direttamente i podcast audio settimanali in inglese, presentati dall’archeologo David Connolly.
ArchaeoNews visualizza anche la precisa ubicazione dei luoghi menzionati negli articoli, offrendo il punto di origine di ogni notizia direttamente su una mappa di Google, assieme all’esatta posizione sulla Terra dell’utente, a patto di avere uno dei dispositivi Apple con sistema di geolocalizzazione.
ArchaeoNews permette di selezionare con facilità uno dei 14 feed regionali di notizie, nel caso si volessero seguire solo le notizie relative ad una determinata nazione o regione. Inoltre, come ulteriore comodità, è possibile configurare a piacimento la barra di navigazione dell’applicazione, aggiungendo la selezione preferita di feed a disposizione.
Diego Meozzi, creatore dell’app, ha dichiarato: “Siamo sempre stati affascinati dalle tecnologie più avanzate che in qualche modo contribuiscano a rendere l’esperienza dell’utente più coinvolgente e divertente. Leggere semplicemente una pagina web non è sufficiente ed è per questo motivo (ad esempio) che fin dal 1997 abbiamo sperimentato sistemi come l’utilizzo di filmati panoramici a 360 gradi per illustrare in modo nuovo i siti preistorici. Ora questa nuova applicazione mobile rappresenta il nostro passo successivo. In poche parole, è come avere una tasca piena di notizie archeologiche”.
ArchaeoNews, la prima app dello Store iTunes dedicata alle notizie sulla preistoria, è disponibile per il download sull’iTunes Store di Apple al prezzo di 0,79 euro. Sul sito ufficiale è disponibile una guida utente (in inglese) dell’App ArchaeoNews.

FaceTime anche su iPhone 3GS

FaceTime, la funzione di videochiamata introdotta in iPhone 4, oltre agli apprezzamenti per la qualità offerta, ha anche ricevuto diverse critiche a proposito della sua utilità, soprattutto viste le limitazioni al solo utilizzo della rete WiFi e all’impossibilità di comunicare con dispositivi diversi da iPhone 4 (solo di recente l’applicazione è arrivata anche su Mac OS X). Per ovviare ad entrambi i problemi è possibile optare per Tango, un’applicazione multi-piattaforma (disponibile al momento per iOS ed Adroid) che offre un servizio di video-chiamata gratuito tra i dispositivi che l’abbiano installata: le chiamate potranno essere effettuate sia tramite WiFi che su rete 3G e 4G.

Tango è una piccola azienda californiana, nata appena un anno fa, che ha sviluppato una propria tecnologia di videoconferenza con l’intento di fornire un servizio di alto livello qualitativo e, soprattutto interoperabile: non è certamente il primo servizio di video-chiamata disponibile su iPhone e nemmeno il primo multi-piattaforma ma dai primi commenti in rete, sembra essere sicuramente migliore di Fring.

I punti di forza di Tango sono sicuramente un elevato livello della qualità video (su rete wifi non siamo certo ai livelli di FaceTime, ma su rete telefonica la compressione è più che accettabile) e l’utilizzo della rete 3G (FaceTime non lo consente, mentre Fring richiede l’HSDPA); inoltre, come FaceTime, Tango consente l’utilizzo di entrambe le fotocamente del cellulare (mentre Fring permette di utilizzare solo quella frontale).

Insomma, è un’applicazione gratuita (ed offre un servizio gratuito di buona qualità), installabile, a differenza di FaceTime anche su iPhone 3GS e che permette di video-chiamare i propri amici con cellulari Android… non sono ottimi motivi per diventare dei Tangeros?
Tango richiede iOS 4.0 ed è disponibile per il download gratuito attraverso iTunes, logicamente su App Store.

Conoscere le religioni con l’iPad

Se Apple non è ancora diventata una religione per voi, sono comunque disponibili molteplici applicazioni per iPad che possono fornirvi utili informazioni su qualsiasi altra religione sia di vostro gradimento.
Alcune delle applicazioni che andremo ad elencare sono sostanzialmente degli audiolibri, mentre altre si occupano di fornirvi uno spunto di ispirazione durante la giornata (del genere “il pensiero del giorno”); vi sono, ancora, dei testi da importare in iBooks, come anche delle applicazioni multimediali complete di testi, audio e video. Infine, sono disponibili persino dei fumetti a carattere religioso-educativo.
Naturalmente, non tutte le opzioni sopra descritte sono disponibili per tutte le religioni esistenti, in quanto la scelta del tipo di applicazione dipende molto dall’estro dello sviluppatore.
Sono state incluse nell’elenco sia applicazioni gratuite, che a pagamento (ma i prezzi, in genere, sono abbastanza “popolari”) e di fianco a ciascuna di esse sono indicati la categoria di appartenenza, l’eventuale prezzo, una veloce traduzione in italiano del nome dell’applicazione, nonché il link per ottenere maggiori informazioni e per l’eventuale download.
Le applicazioni sono altresì suddivise per categorie, in relazione al tipo di interazione richiesta all’utilizzatore…Gli elenchi delle applicazioni li ho trovati in questo articolo di Nick Santilli sul sito di “The Apple Blog”: theappleblog.com/2010/08/23/

1. ascoltare
Ecco alcune indicazioni per coloro i quali desiderano impegnare esclusivamente l’udito, con musiche ed inni, l’ascolto dei testi sacri o sermoni.
Christian Radio FM ($1.99) (Radio Cristiana)
itunes.apple.com/us/app/christian-radio-fm
Mormon Channel for iPad (GRATIS) (il Canale Mormone per l’iPad)
itunes.apple.com/us/app/mormon-channel-for-ipad
50 Audio Catholic Verses ($2.99) (50 versi della Bibbia Cattolica)
itunes.apple.com/us/app/50-audio-catholic-verses/
HearQuran (GRATIS) (Ascolta il Corano)
itunes.apple.com/us/app/hearquran
JesusTellsMe ($1.99) (Gesù mi dice)
itunes.apple.com/us/app/jesustellsme/
Audiorelatos Biblicos 1 ($2.99) (Brani Biblici)
itunes.apple.com/us/app/audiorelatos-biblicos-1

2. ispirazione rapida
Le vostre giornate sono sicuramente frenetiche ed il tempo è tiranno, ma se volete comunque uno spunto di meditazione quotidiano, queste applicazioni fanno al caso vostro.
Daily Jesus ( $1.99) (Gesù Quotidiano)
itunes.apple.com/us/app/daily-jesus
Words of Zen ($1.99) (Le Parole dello Zen)
itunes.apple.com/us/app/words-of-zen-for-ipad/id37933093
Words of Jesus for iPad ($1.99) (Le Parole di Gesù per l’iPad)
itunes.apple.com/us/app/words-of-jesus-for-ipad
Words of Buddha for iPad ($1.99) (Le Parole di Buddha per l’iPad)
itunes.apple.com/us/app/words-of-buddha-for-ipad

3. libri per iBooks
Se state semplicemente cercando dei buoni libri da leggere sullo schermo dell’iPad, ecco alcuni spunti.
Hebrew Bible ($6.99) (Bibbia Ebraica)
itunes.apple.com/us/app/hebrewbible
The Quran ($.99) (Il Corano)
itunes.apple.com/us/app/id304260365
Russian Bible HD ($4.99) (Bibbia Russa)
itunes.apple.com/us/app/id369295616
KJV Bible ($5.99) (Bibbia nella versione di Re Giacomo)
itunes.apple.com/us/app/kjv-bible-acrobible-suite
LDS Scriptures Library ($14.99) (Raccolta di Scritture della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni)
itunes.apple.com/us/app/lds-scriptures-library

4. applicazioni multimediali
Queste applicazioni per l’iPad, ricche di caratteristiche multimediali, potranno avviarvi sulla strada di un serio studio della vostra religione preferita (oppure no).
Logos (FREE) (strumento per studi biblici, che racchiude i testi di più di 30 bibbie)
itunes.apple.com/us/app/logos-bible-software
Gospel Library for iPad (FREE) (Raccolta di scritti, atti e documenti della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni)
itunes.apple.com/us/app/gospel-library-for-ipad

Nota: la “Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni” viene spesso indicata, anche se con minore precisione e correttezza, come “Chiesa Mormone”.

Sicuramente esistono molte altre applicazioni per approfondire la conoscenza delle varie religioni: questo vuole solo essere uno spunto da cui partire, per un’eventuale ulteriore esplorazione, in profonditá.
Peraltro, molte delle applicazioni citate offrono questa possibilitá, mediante l’indicazione di siti da visitare, di risorse da consultare sia online che offline, la possibilità di aggiungere note al testo presentato e anche con strumenti collaborativi per lo studio di gruppo.
In ultima analisi, credo che si possa affermare che la versatilitá dell’ultimo prodotto di Apple, ne consenta il proficuo inserimento in moltissimi aspetti, anche inusuali, della vita quotidiana dei suoi utilizzatori.

Libretto sanitario per i piccoli amici

Amici animali, vi è mai capitato di sentirvi mortificati perché il veterinario urlava al vostro padrone che il richiamo della vaccinazione doveva essere effettuato un mese prima?”
Da oggi non dovrete più preoccuparvi, alla vostra salute ci penserà The Pet’s Diary! L’applicazione creata da Rudy Trematerra per chi possiede (e cura) animali domestici, è appunto un libretto sanitario elettronico, che consente di gestire la salute dei nostri amici a quattro zampe direttamente dall’iPhone, iPod touch e iPad.
Il libretto cartaceo è un semplice raccoglitore di informazioni trascritte dal veterinario: non ricorda la scadenza di una vaccinazione e non permette al padrone di interagire con esso, inserendo e/o modificando i dati. The Pet’s Diary, in cambio di poche informazioni, terrà il padrone costantemente aggiornato sulle visite e vaccinazioni da effettuare.
L’applicazione consente una completa personalizzazione dei dati: è possibile infatti modificare le categorie animali già presenti, specificare le razze e le vaccinazioni, stabilendo per quest’ultime la frequenza nel tempo.
Ogni animale avrà una scheda personalizzata contenente le informazioni principali. Una schermata riporterà le vaccinazioni da fare (con la relativa scadenza) e quelle scadute, le quali, una volta effettuate, potranno essere confermate scuotendo l’iPhone.
L’utente potrà essere avvisato della scadenza di una vaccinazione con il preavviso che riterrà opportuno, attraverso le local notification. Inoltre, l’applicazione segnalerà con il badge il numero delle vaccinazioni scadute, anche ad applicazione spenta.
Una seconda schermata riporterà l’elenco delle visite effettuate (ad esempio prelievi di sangue, test della leshmaniosi ecc…). La grafica è semplice ed immediata e sono sufficienti pochi “tap” per gestire tutte le informazioni.
Grazie a questa piccola App sarà impossibile dimenticare le date importanti per i nostri animali domestici. The Pet’s Diary richiede iOS 3.0 o successive, costa 1,59 euro ed è disponibile per il download su App Store.

Un gran pezzo di storia culinaria nell’iPad

Gradualmente la principali App per iPhone/iPod touch stanno guadagnando da parte degli sviluppatori un importante aggiornamento per sfruttare le caratteristiche e l’ampio display dell’iPad; non fa eccezione la piemontese Intermundia (con un catalogo di circa 40 prodotti per iPhone) che ha recentemente rilasciato la nuova App Artusi HD per iPad, ad un anno di distanza dalla pubblicazione di Artusi per iPhone.
Artusi HD “La scienza in cucina e l’arte di mangiare bene”, ci è stata direttamente segnalata e descritta da Gianluca Ruffatti Vitrotti: offre le 790 ricette del libro più famoso e letto della cucina italiana, scritto alla fine del 19° secolo da Pellegrino Artusi, punto di partenza e di ispirazione di tutti i più grandi cuochi dell’ultimo secolo. L’Artusi (ormai viene chiamato con il nome del suo autore) è il testo che ha codificato le ricette dalla grande tradizione culinaria italiana, è un libro di gusto, ricco di dissertazioni, di spunti linguistici in una prosa limpida che ricorda la cordialità del discorso conviviale.
Il ricettario Artusi non solo descrive ogni singola ricetta in modo simpatico e conviviale, ma è un importante testimonianza letteraria e storica. Le particolari funzioni dell’App offrono: la ricerca per categorie e la ricerca libera; collegamenti semplici e intuitivi tra le ricette; possibilità di memorizzare le ricette nella sezione preferiti; possibilità di inviare la ricetta via e-mail.
Localizzata in italiano e inglese, Artusi HD è disponibile per il download su App Store, e costa 3,99 euro. Compatibile con iPad, richiede iOS 3.2 o versioni successive.
Sempre della stessa casa, dopo Codici e Leggi, tutte le applicazioni legali (Costituzione,Civile, Penale e 4Codici) sono state completamente rinnovate. Queste le novità principali: Ottimizzazione iPad (le versioni sono Universal), compatibilità iOS4 e aggiunta la funzione In App Purchase (con la possibilità di acquistare singolarmente oltre 90 testi normativi).

iBimby diventa iRobot

Recentemente SoftwareDojo, famosa anche per le App della serie iLex, ha rilasciato un nuovo aggiornamento di iBimby, che per l’occasione adesso si chiama iRobot: Ricettario ed offre un’icona diversa, per accogliere la richiesta di Vorwerk sulla rimozione di testi e immagini di loro proprietà, ed una serie di correzioni di alcuni refusi nelle ricette.
iRobot è espressamente progettato per iPad con oltre 1800 ricette di alta qualità, di tutti i tipi e per tutti i gusti, scritte specificamente per il fantastico robot da cucina prodotto da Vorwerk. iRobot si propone di essere un ricettario essenziale, preciso e affidabile poiché tutte le preparazioni descrivono esattamente tutti i passaggi e tutte le impostazioni da effettuare: pesi, temperature, tempi e velocità.
Con il motore di ricerca integrato sarà sufficiente scrivere il nome o una qualunque combinazione di parole per trovare rapidamente una ricetta, che tra l’altro permettono l’inserimento libero di note personali. Non manca la gestione dei bookmark per creare facilmente un elenco di ricette preferite.
Le ricette sono frutto di una libera raccolta reperite da fonti pubblicamente accessibili su Internet e l’applicazione non è ufficiale. Chi ha un Bimby insieme ad un iPad, non dovrebbe rinunciare a questa applicazione.
iRobot: Ricettario per iPad, sviluppato da Andrea Isidori e Federico Frezza con la collaborazione di Rosanna De Carlo e Salvatore Moretto, è disponibile per il download dall’App Store al prezzo di 4,99 euro (la versione per iPhone e iPod touch costa 2,99 euro). Richiede l’OS iPhone 3.2 o successivo.