iOS 12.4 La ricarica ha smesso di funzionare

Stai utilizzando un cavo di ricarica non Apple? Il tuo iPhone o iPad ha smesso di caricarsi dopo aver installato iOS 12.4?

Il cavo Lightning utilizzato per caricare iPhone e iPad ha al suo interno un chip per autenticare il cavo che incontra determinati criteri Apple di progettazione e i cavi di ricarica non Apple Lightning sono noti per smettere di funzionare dopo un aggiornamento del software iOS, anche quelli che hanno il chip e sono stati certificati da Apple.

Continua a leggere.. “iOS 12.4 La ricarica ha smesso di funzionare”

Aziende al Bivio: Viaggio in una PMI italiana tra passaggio generazionale e digital transformation.

Le PMI italiane si trovano davanti a un bivio di vitale importanza: rimanere ancorate al passato oppure digitalizzarsi per competere in modo innovativo, raggiungendo nuove fasce di clientela, mercati inesplorati e modificando radicalmente il proprio modo di competere.

Gli autori portano all’attenzione del lettore un messaggio molto chiaro: digitalizzare un’azienda significa lavorare sodo, con tecniche innovative, ma allo stesso tempo basate su solidi principi di economia aziendale.

Digitalizzare non significa dotare l’impresa di un nuovo sito web o impostare la strategia aziendale esclusivamente per accrescere la visibilità sui motori di ricerca e ottenere “like” sui social media. Allo stesso modo, occorre demitizzare e rendere coerente ed adatto alla realtà italiana il modello americano delle startup rivoluzionarie della Silicon Valley.

Il testo, sotto forma di romanzo, narra le sfide che il trentenne Alberto si trova ad affrontare, nel momento del passaggio generazionale del mobilificio di famiglia con un florido passato, ma ora prossimo alla liquidazione. Gli errori compiuti sulla strategia digital sono l’occasione per farsi condurre dai suoi mentori alla scoperta di un metodo di validazione e rilancio del business, in modo diretto e razionale, senza distorsioni e preconcetti, ma con una forte aderenza alle grandi capacità imprenditoriali italiane.

Il libro è disponibile in formato Kindle qui:
https://www.amazon.it/dp/B07VDM42ZK/

La discussione sul Forum è reperibile qui:
https://www.imaccanici.org/forum/viewtopic.php?f=17&t=45765

Misuratore di pressione compatibile con iOS

Sono stato “adescato” via e-mail da Beatrice, sperando che sia almeno vero il nome, per provare e recensire questo Misuratore di Pressione Sanguigna Elettronico da Polso (compatibile con Apple & Android).
Ad un primo momento ho risposto “la ringraziamo per l’opportunità, ma il nostro sito non prevede l’inserimento di spazi pubblicitari”. Poi quando ha insistito spiegandomi che la recensione non dovesse per forza essere “parziale” e che avrei potuto tenere il prodotto per me, in cambio anche di codici sconto per la nostra famiglia de iMaccanici (che siete voi tutti che leggete) allora ho deciso di acconsentire.
Il motivo più forte però è uno soltanto: il mio vecchio misuratore di pressione si è guastato da un po’. È anche vero che ormai, grazie ad una alimentazione riveduta e allo sport non ne ho bisogno come prima, ma l’idea di poter interfacciare con il mio iPhone lo strumento mi ha incuriosito. Continua a leggere.. “Misuratore di pressione compatibile con iOS”

Il Casual Game alla maniera di Jobs

In App Store è da poco approdata una nuova applicazione, che per molti versi sicuramente si contraddistingue da quel marasma di migliaia di App che invadono i nostri terminali iOS da alcuni anni a questa parte.
Lo sviluppatore dell’applicazione in questione, un giovane informatico italiano, ha basato l’intero progetto sulla filosofia di Steve Jobs e del suo lascito, legato a lui, da una grande affinità di pensiero.
Prendiamo in esame l’icona dell’applicazione, ebbene, già da questo elemento traspare quanto appena descritto, infatti si ha un chiaro riferimento alla celeberrima “palla da spiaggia” tanto cara a Steve Jobs, e come in questo caso, l’intero gioco è pervaso di tracce di questa connessione, come cita la stessa descrizione presente sull’App Store, «ogni cosa ha un suo perché», e così in linea con il pensiero di Jobs anche l’elemento più nascosto e insignificante ha un suo significato intrinseco.
Il Gameplay, altro elemento caratterizzante, è costituito da una serie di prove da superare seguendo gli indizi forniti mano a mano che si procede nel percorso, di primo acchito potrà sembrare tutto strano, e nella realtà così è, le richieste appariranno banalità e sapranno di presa in giro, ma ci si dovrà preparare a delle sonare batoste, perchè portare a termine tutti i capitoli che compongo la storia sarà tutt’altro che semplice e ci si troverà spesso vicini dal lanciare i nostri dispositivi contro un muro per la rabbia.
Non sarà immediata la sintonia e potrebbe addirittura non arrivare mai, ma qualora dovesse succedere, allora sarà virale.
Attenzione e cura per i dettagli fanno da cornice ad una grafica minimalista. Massiccia è l’integrazione con l’ecosistema iOS e le componenti Social, potremo infatti fruire di Game Center, iCloud, Facebook, Twitter e Mail, il tutto amalgamato da una grande coesione.
Il carattere del gioco lo rende amabile per coloro che sono alla ricerca di un intrattenimento “mordi e fuggi”, che possa far divertire e arrabbiare all’unisono e in pochi attimi. I fan del genere invece, non possono esimersi dal portarlo a termine e con il minor numero di punti, perché qui funziona così, tutto è pensato diversamente…
Stay Hungry è disponibile per il download su App Store ed è compatibile con iPhone, iPod touch e iPad che abbiano installato almeno iOS 6.0. È localizzata in 5 lingue, Italiano, Inglese, Francese, Tedesco e Spagnolo.

C’è crisi, ma non per tutti

La recente notizia, ricevuta direttamente dall’amico Giancarlo Fimiani (Amministratore e Responsabile Commerciale di R-Store) riguarda tutti gli utenti Apple della provincia di Avellino, che per provare un Mac, assistere a dimostrazioni degli ultimi prodotti Apple o partecipare a corsi sulle tecnologie Apple sono costretti a macinare diversi chilometri in direzione Napoli, Caserta o Salerno.
In alternativa c’è solo un negozio della catena Essedì dove comprare qualcosa, ma il confronto con un Apple Premium Reseller è impari.

R-Store, l’ormai principale catena di APR del mezzogiorno, ha sottoscritto un contratto di fitto per il negozio di Avellino, che sarà il settimo punto vendita della catena, riuscendo, in meno di 4 anni, ad aprire sette negozi APR, rifare completamente raddoppiando la superficie del primo e storico negozio di Via Nisco a Napoli e arrivare nel 2012 con una squadra composta da oltre 40 collaboratori.
R-Store vanta quattro negozi nei centri storici: due a Napoli, uno a Caserta e uno a Potenza; due negozi in altrettanti centro commerciali (uno a Pontecagnano -Sa- nel Centro Commerciale Maxi Mall e uno a Pompei -Na-nel nuovissimo Centro Commerciale La Cartiera) e ne stanno appunto aprendo un settimo ad Avellino.

In un periodo di crisi nera, come quello che sta attraversando l’Italia, si tratta innegabilmente di un grandissimo risultato. Tra i numerosi dipendenti di R-Store ci sono parecchi amici de iMaccanici, e questo fa di noi un unico grande gruppo di appassionati, con la possibilità di condividere al meglio le esperienze maturate nel settore informatico, dove dietro ad ogni mela mordicchiata c’è sempre un utente un po’ speciale, certamente diverso da chi non sa nemmeno la differenza tra un Mac e un PC.

Il negozio R-Store di Avellino aprirà nella centralissima (e pedonale) via dello shopping in Corso Vittorio Emanuele, la superficie complessiva sarà di circa 250 mq di cui circa la metà destinati alla vendita. Ci saranno da 4 a 6 nuovi occupati e aprirà ad Ottobre. Aggiornate il vostro curriculum, amici avellinesi!

Messaggi beta, come non salvare le Chat, o quasi

Ancora in pochi usano iChat, e pochissimi di questi hanno installato la versione beta di Messaggi, applicazione di default nel prossimo OS X Mountain Lion.
Perché usarlo? Perché, come dice Apple, l’applicazione Messaggi porta iMessage sul Mac, proprio come sull’iPad, iPhone e iPod touch con iOS 5.
Questo significa poter inviare iMessage illimitati a qualsiasi Mac, iPad, iPhone o iPod touch; iniziare una conversazione iMessage sul Mac e continuarla su un qualsiasi dispositivo Apple o videochiamare con FaceTime. Messaggi supporta iMessage e gli account AIM, Yahoo!, Google Talk e Jabber, quindi basterebbe anche il account legato all’indirizzo mail gratuito targato imaccanici.it.
Chi però ha già installato Messaggi, avrà notato che le Chat vengono salvate di serie in una apposita cartella senza possibilità di evitarlo, pena il rischio di essere “pizzicati” in qualche conversazione delicata o privata.
Purtroppo, non si sa ancora perché, sembra impossibile evitare il salvataggio delle chat, come invece era possibile con il vecchio iChat.
Perciò bisognerà ricordarsi di spostare ogni volta nel Cestino questi file “sensibili”.
Ho scelto perciò di salvare direttamente i messaggi nel Cestino del Mac, evitando modifiche acrobatiche al file com.apple.iChat.plist, ottenendo così la certezza di eliminare i messaggi ad ogni sessione.
Farlo è facilissimo, basterà raggiungere le preferenze del programma (mela+virgola con Messaggi/iChat aperto) e scegliere il Cestino come cartella di destinazione alla voce “Messaggi > Salva le chat in: Altro…”. Per farlo bisognerà raggiungere il percorso tramite l’abbreviazione Mela+maiuscole+G incollando il percorso del Cestino “~/.Trash” per ottenere questo risultato.

Fatto, grazie!
Qui trovate la pagina Apple per il download della beta di Messaggi.

Nota aggiuntiva:
Come emerso dai commenti di mauropasha all’articolo, questo metodo si riferisce al salvataggio delle chat tradizionali di iChat (AOL Instant Messenger, ICQ, XMPP/Jabber, Bonjour, Google Talk, Yahoo! ed altri), mentre per eliminare gli archivi di iMessage e FaceTime bisognerà cancellare (a programma chiuso) la cartella Messages che si trova in ~/Libreria/.

Sconto di Pasqua fino al 22 aprile 2012

Alessandro Palmisano, co-fondatore e responsabile marketing di BuyDifferent, coglie l’occasione, nell’augurare buona Pasqua a tutti iMaccanici, per offrire in esclusiva un buono sconto, sotto forma di Coupon, dal valore di 12 euro. Un regalo magari piccolo, ma importante nel gesto disinteressato, per chi vuole regalarsi della memoria RAM aggiuntiva, un nuovo Hard Disk, una memoria SSD, una batteria, un alimentatore o qualsiasi altro accessorio per il proprio Mac, fisso o portatile.
Lo staff di Buydifferent ha dimostrato con questa promozione che non esiste solo marketing, ma anche affetto e stima, proprio come successo con R-Store poche settimane fa. Nessuna pubblicità, solo un regalo tutto per noi!

Il risparmio pasquale di BuyDifferent è usufruibile durante l’acquisto nel negozio online inserendo il codice sconto: “imaccanici0412” senza virgolette, ma soprattutto, senza minimo di spesa. È valido già da oggi e fino al 22 aprile. Buona Pasqua a tutti, e grazie per la vostra amicizia!