Manipolare le molecole sull’iPhone

Molecules è un’applicazione per iPhone e iPad; è un semplice rendering tridimensionale che oltre a mostrare la molecola, consente di poterla manipolare con le dita, sfruttando il touchscreen e lo zoom dell’iPhone.
Certo la struttura a sfere e bastoncelli non è il massimo per molecole di grandi dimensioni e si apprezzerebbe di più se consentisse di visualizzare le proteine nella loro struttura secondaria ma… si tratta di un’applicazione gratuita che grazie ad una sua caratteristica MERITA!
Molecules è direttamente collegata al PDB (Protein Data Bank dell’rcsb) quindi è possibile scaricare e visualizzare qualsiasi tipo di molecola! Tra i miglioramenti inseriti nell’ultimo aggiornamento, segnalo la risoluzione ottimizzata per il display retina dell’iPhone 4 e… facendo doppio tap sul display si può passare dalla struttura ball and stick alla spacefilling.
L’app, inoltre, consente di visualizzare le info presenti sul PDB, quindi la composizione amminoacidica, pm, descrizione… A parte la pecca della mancata visualizzazione della struttura secondaria, l’app è perfetta: non presenta rallentamenti, crash o simili!
Disponibile gratuitamente per il download direttamente su iTunes Store, per iPhone e iPad. Richiede iOS 3.1 o versioni successive.

Spese sullo Store sotto controllo

La giovanissima software house tedesca WetFish Software ha puntato tutte le sue energie sul concetto di integrazione tra i dispositivi iOS e il Mac (come se ce ne fosse bisogno…), sviluppando applicazioni che favorissero la fruizione tra i dispositivi iOS (iPhone, iPad e iPod Touch) e Mac OS X. Tra queste figura App Store Expense Monitor, una simpatica applicazione, localizzata in diverse lingue tra cui anche l’italiano, che legge il contenuto della directory “Mobile Applications” della libreria iTunes, si collega all’iTunes Store e rileva i prezzi delle App acquisite, quindi ne fornisce il totale, esportando poi l’elenco in formato .csv o .xml.
Il software si installa trascinandolo nella cartella Applicazioni e si cancella mettendolo nel cestino, non necessitando di alcun processo di installazione di preferenze.
Il difetto riscontrato, prontamente segnalato agli sviluppatori, è che acquisisce i dati di prezzo attualizzati, cioè non considera il fatto che al momento dell’acquisto il prezzo di una App fosse diverso da quello di attuale distribuzione. Ho suggerito inoltre anche di implementare la gestione di più account e di dividere l’elencazione per device di applicazione (iPhone, iPod, iPad).
App Store Expense Monitor è un software gratuito, richiede Mac OS X 10.5 o 10.6 ed è disponibile per il download dal sito dello sviluppatore.

Il farmaco giusto al momento giusto

Gli amici napoletani di Infofarm.NET (che simpaticamente chiamo spammoni) tornano alla carica e segnalano anche a noi il recentissimo rilascio di iFarmaci, aggiornato alla nuova versione 4.0. La maggior parte del lavoro è stato speso nel migliorare soprattutto la componente grafica, rendendola più moderna e accattivante, soprattutto su iPad, dove è stato effettuato un approfondito lavoro di revisione e ristrutturazione dell’interfaccia, creando un prodotto completamente nuovo, bello e funzionale.
Questo restyling è stato possibile grazie alla collaborazione con l’ottima graphic designer Stefania Lampugnani. L’applicazione rimane Universal ed è come sempre un aggiornamento gratuito per tutti i possessori di una versione precedente.
Offre, su iPhone e iPod touch, un nuovo look con supporto alla grafica ad alta risoluzione per il retina display; su iPad nuovo look e nuova interfaccia, ottimizzata per le caratteristiche peculiari del dispositivo: scheda del farmaco riprogettata in funzione di una maggiore leggibilità, con informazioni strutturate per tipologia e importanza e uso di linguette colorate, popover e tutti gli elementi tipici delle app evolute per questo dispositivo; infine tutti i dati sono stati aggiornati al 28 gennaio 2011. In una prossima versione, alcune delle soluzioni ideate per l’iPad (come ad esempio la nuova scheda) saranno trasportate “back to the iPhone”.
iFarmaci 4.0 si compra naturalmente su iTunes Store e costa 19,99 euro, è compatibile con iPhone, iPod touch, iPad e richiede almeno iOS 3.0 o versioni successive.
Per chi si fosse perso le simpatiche immagini (in esclusiva per iMaccanici) della presenza dello staff di Infofarm.NET alla Mostra d’Oltremare, vi rimandiamo alle pagine del nostro forum.

Videochiamate gratuite su iOS

Skype ha annunciato la nuova versione di Skype per iPhone, iPad e iPod touch, che permette per la prima volta effettuare videochiamate Skype gratuite, a condizione che sia disponibile una connessione ad Internet.
Neil Stevens, General Manager Consumer Business di Skype ha dichiarato: “Le videochiamate hanno rappresentato circa il 40% di tutti i minuti di traffico Skype-to-Skype nei primi sei mesi del 2010, segno che i nostri utenti sono ansiosi di poter comunicare in questa modalità dai loro telefoni cellulari. Permettendo di videochiamare da casa o dall’ufficio con un computer desktop, dal salotto utilizzando il televisore o da qualunque altro luogo con un dispositivo mobile, Skype consente a milioni di persone di condividere in video le proprie emozioni ovunque si trovino”.
Gli utenti di Skype per iPhone possono dunque effettuare e ricevere chiamate Skype-to-Skype gratuite, chiamare numeri fissi e cellulari di tutto il mondo a tariffe estremamente vantaggiose rispetto alle linee tradizionali. La videochiamata migliora sensibilmente l’esperienza utente di Skype per iPhone, che secondo Apple è stata una delle cinque applicazioni gratuite per iPhone più scaricate nel 2010.
Skype, fondata nel 2003 in Lussemburgo, rende possibile a utenti che utilizzano virtualmente qualsiasi tipo di apparecchio collegato a Internet di comunicare tra loro gratuitamente o con chiamate a costo ridotto verso telefoni fissi e mobili, praticamente in tutto il mondo.
Con la nuova versione di Skype per iPhone, gli utenti possono effettuare videochiamate Skype attraverso i propri iPhone con un collegamento dati alle reti 3G o connettendosi a reti WiFi. L’applicazione è da poche ore disponibile gratuitamente per il download direttamente dall’App Store di Apple o dall’indirizzo www.skype.com/go/iphone.

Raccontare favole con l’iPhone

C’era una volta… e poi? Inventare le favole non è un’impresa facile per tutti, specialmente quando i propri figli o fratellini chiedono una storia nuova, mai sentita.
Grazie all’App Inventastorie sarà più facile rispondere alle insistenti domande dei bambini e i racconti saranno sempre diversi. L’applicazione è in grado di formulare oltre 4000 storie diverse accompagnate da stupende animazioni e dalla voce del narratore.
Le favole sono logicamente strutturate in base ad alcune frasi preimpostate trattando i seguenti argomenti: questa è la storia di… (il protagonista); che vive a… (l’ambientazione); a cui piace molto… (le caratteristiche); ma un brutto giorno… (il fattaccio, il cattivo); poi per fortuna… (la soluzione, l’eroe); e alla fine… (il lieto fine).
Le funzionalità del programma permettono di controllare la narrazione per sospendere e riavviare il testo cliccando sugli appositi tasti. Appena terminata la prima storia il programma si ferma offrendo le seguenti possibilità: passare alla storia successiva, ripetere l’ultima storia generata o generare un nuovo set di storie.
La programmazione è di Giuseppe Nicosia e Massimo Zuccaro, i disegni e la grafica di Giovanni Rigano, mentre la voce narrante è di Leonardo Rosa. Inventastorie permetterà di raccontare storie sempre diverse ai piccoli, ed è disponibile gratuitamente per il download su AppStore.
Secondo un breve, ma critico test svolto da Elia, l’App Inventastorie non supererebbe la valutazione delle 2 stelle, poiché le storie risultano troppo corte e onestamente le vere fiabe non devono ridursi a storielle prive di una finalità morale/educativa… Comunque potrebbe tornare utile in qualche occasione, dove tempo e fantasia scarseggiano per soddisfare i propri pargoli.

Le fiabe narrate dall’iPhone

Alessandro Benedettini, sviluppatore della software house torinese Dighentis, ci ha informato del rilascio di una applicazione. “La recente introduzione di nuove piattaforme hardware, dotate di innovativi strumenti di controllo dell’interazione con l’utente, ci hanno stimolato a riprendere lo sviluppo di software di entertainment” è quanto afferma l’autore, “ci piace creare giochi che diano delle esperienze di intrattenimento nuove, stimolanti e coinvolgenti”, e pare proprio che abbiano imboccato la strada giusta.
La magia delle fiabe e dei racconti classici viene proposta con l’ausilio della moderna tecnologia digitale con iRacconti, la nuova App per iOS. Il primo volume della serie propone la bellissima fiaba di Hans Christian Andersen: I vestiti nuovi dell’Imperatore. La narrazione è affidata alle voci ed all’interpretazione di doppiatori ed attori professionisti. Bellissimi acquerelli originali ed un sottofondo musicale accompagnano il racconto. L’interfaccia utente, semplice ed immediata, è stata appositamente creata per l’utilizzo da parte dei bambini.
Alcune caratteristiche: durata della fiaba di circa 12 minuti; recitata e narrata da doppiatori professionisti; acquarelli originali creati appositamente per la fiaba; musica di sottofondo originale; interfaccia utente semplice ed intuitiva; modalità “interattiva” e modalità “lettura continua”.
iRacconti Vol.01 (ITA) è disponibile per il download, attualmente in lingua italiana, tramite iTunes su App Store al prezzo di 2,39 euro (seguiranno a breve le versioni in altre lingue). È compatibile con iPhone, iPod touch e iPad che abbiano caricato iOS 3.1.3 o versioni successive.

Qualcosa di veramente diverso!

Codici e Leggi è sempre più uno strumento completo di lavoro e di studio, e offre agli utenti un enorme quantità di testi legislativi aggiornati: 100 ad oggi, ma aumentano ogni mese. Nel corso del weekend scorso Intermundia di Piazza Galimberti a Torino, ha concluso il rilascio dell’aggiornamento alla versione 2.7 dell’App Codici e Leggi per iOS.
Secondo quanto affermato da Gianluca Ruffatti Vitrotti si tratta di “Qualcosa di veramente diverso”, poiché in questa importante release vengono introdotte tantissime le novità per iPad, iPhone e iPod Touch.
Con l’inaugurazione della nuova sezione Strumenti vengono inseriti diversi tool che aiutano nell’attività di tutti i giorni: news dal Ministero di Giustizia, Camera e senato; news in collaborazione con studiocataldi.it; glossario con link direttamente dagli articoli e calcolo del danno biologico.
È stata inoltre implementata la sezione ricerca con le seguenti funzioni: ricerca un testo legislativo per parola, numero, data; ricerca all’interno di un testo per parola o per articolo; ricerca per parola tra gli articoli di tutti i testi. Altri strumenti verranno aggiunti nei prossimi aggiornamenti, come sempre, dalle segnalazioni degli utenti.
Le altre novità di questo aggiornamento riguardano l’aggiunta di 5 nuovi testi per un totale di 100: Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, Codice delle comunicazioni elettroniche, Regolamento del Senato e Regolamento della Camera.
Sono infine stati aggiornati i testi: Legge sul procedimento amministrativo al D.L. 125/2010, Codice del consumo al D.Lgs. 141/2010 e Legge sui reati tributari al D.L. 78/2010.
Codici e Leggi 2.7 è disponibile per il download da App Store tramite iTunes di Apple al costo di 19,99 euro. È compatibile con iPhone, iPod touch e iPad con installato almeno iOS 3.1.3 o versioni successive.