USB standard, generazioni, velocità: facciamo chiarezza

Non mi soffermerò a spiegare cosa è una porta USB, per queste informazioni potere googlare o leggere su Wikipedia. Mi voglio concentrare piuttosto sugli standard e relative velocità. Ecco il quadro attuale a Gennaio 2021:

  • USB 1.0 >>>>>>> 1,5 Mbps Low-Speed
  • USB 1.1 >>>>>>> 12 Mbps Full-Speed
  • USB 2.0 >>>>>>> 480 Mbps Hi-Speed
  • USB 3.2 Gen 1 >>> 5 Gbps SuperSpeed USB
  • USB 3.2 Gen 2 >>> 10 Gbps SuperSpeed USB 10Gbps
  • USB 3.2 Gen 2×2 >> 20 Gbps SuperSpeed USB 20Gbps

FACCIAMO UN PASSO INDIETRO E CAPIAMO MEGLIO LA SITUAZIONE
Inizialmente era facile capire la velocità di uno standard USB perché la numerazione progressiva era collegata direttamente alla velocità, è stato così almeno fino al 2013:

USB 1.0 > 1,5 Mbps
USB 1.1 > 12 Mbps
USB 2.0 > 480 Mbps
USB 3.0 > 4,8 Gbps

Poi con l’avvento del connettore type C* l’ente che crea gli standard ha deciso di complicare le cose cambiando retroattivamente numerazione e nomenclatura di tutte le porte dalla USB 3.0 in poi ad ogni nuova release, meglio spiegare praticamente la cosa.

Nel 2013 con l’uscita delle USB commercialmente chiamate SuperSpeed 10Gbps viene rinominata anche la porta USB 3.0 come segue:
USB 3.0 = USB 3.1 Gen 1 > 5 Gbps
ed aggiunta la USB 3.1 Gen 2 >10 Gbps

Nel 2017 con l’uscita delle USB commercialmente chiamate SuperSpeed 20Gbps viene rinominata anche le port3 USB 3.1 Gen 1 e Gen 2 come segue:
USB 3.0 = USB 3.1 Gen 1 = USB 3.2 Gen 1 > 5 Gbps
USB 3.1 Gen 2 = USB 3.2 Gen 2 >10 Gbps
ed aggiunta la USB 3.2 Gen 2×2 > 20 Gbps

CONSIDERAZIONI
Come è facile capire la velocità oggi si evince dalla dicitura “Gen” e non più dalla numerazione progressiva che di fatto non significa nulla (dire USB3.1 o USB3.2 non indica in alcun modo la velocità).

THUNDERBOLT 3
La Thunderbolt 3 40Gbps è uno standard completamente diverso dal USB ma per ragioni di hardware condivide la stessa forma del connettore di tipo C. Fate attenzione dunque quando acquistate un dispositivo (per esempio un SSD esterno) oppure un cavo di collegamento. Esistono box esterni solo Thunderbolt 3 che benché abbiano una forma simile al USB non funzionano collegati a quest’ultime porte. Esistono cavi Thunderbolt 3 retrocompatibili con USB 3.2 Gen 2 ma magari non Gen 2×2. Esistono infine porte con doppia funzione, come un esempio quelle montate sui Mac (M1, 2020), che supportano sia Thunderbolt 3 che USB 3.2 Gen 2 oppure come scritto nelle specifiche tecniche sul sito Apple USB 3.1 Gen 2 (fino a 10 GBPS).

USB 4.0
Ad oggi non è stato rilasciato ufficialmente uno standard da parte di USB-IF. La USB 4.0 si basa sulla tecnologia proprietaria, sviluppata da Intel e co-finanziata da Apple, alla base di Thunderbolt 3 messa a disposizione di tutti (donata a USB-IF da parte di Intel). Dunque con USB4 si potranno trasferire dati fino a 40 Gbps anche se la compatibilità con Thunderbolt 3 sarà opzionale, ci saranno dispositivi che sono compatibili Thunderbolt 3 e altri no. Non è chiaro inoltre neppure la retrocompatibilità con tutte le altre USB ed al riguardo sconsiglio di affidarsi alla dicitura USB 4 perché significa ben poco (ad esempio Apple sui nuovi Mac M1 scrive porte USB 4 ma la velocità massima dichiarata è quella delle porte 3.1 Gen 2 ovvero 10 Gbps).

CONSIGLI
I cavi non mostreranno un logo universalmente approvato per indicare le performance ottenibili, controllate sempre attentamente le specifiche tecniche.

Note
* Ovvero quello reversibile che, al momento in cui scrivo, è disponibile sui Mac e sull’iPad Pro di corrente generazione.

5 commenti a “USB standard, generazioni, velocità: facciamo chiarezza”

Lascia un commento