spero arrivi anche in Europa

Per parlare di qualsiasi altra cosa che abbia poco o niente a che fare col mondo Mac :D

Moderatore: ModiMaccanici

U241
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 30 set 2011 17:52
Messaggi: 3648
Oggetto del messaggio: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: gio, 08 mar 2018 09:35

https://a13.asmdc.org/sites/a13.asmdc.o ... oduced.pdf" onclick="window.open(this.href);return false;
Cunnilingus is the new black
Un borioso egocentrico ©robertos
Un mac è per sempre, anche se tiene quasi dieci anni o' picciriddu ©pierecall
S'i fosse Apple, lo rallenterei
mattleega
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 16624
Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: gio, 08 mar 2018 09:57

Tecnologia vuol dire offrire prestazioni migliori ad un minor prezzo.

Un costruttore mette in produzione un prodotto quando pensa si sia avverato l'assioma su esposto.
Oltre al prodotto mantiene nei magazzini un certo numero di ricambi che, in base alle statistiche, saranno quelli che si guasteranno prima, per usura dei componenti o per imperizia degli utilizzatori.
In numero sufficiente a coprire le esigenze fino alla presentazione del modello successivo.

Se si dovessero produrre ed accantonare migliaia di pezzi di ricambio per poter riparare tutti i prodotti fabbricati per un numero x di anni, dove x è comunque un numero piuttosto grande per poter soddisfare quasi ogni richiesta, ci troveremmo di fronte a due problemi:
un esponenziale aumento di costo dei prodotti in virtù degli accantonamenti di ricambi necessari a mantenere in vita i prodotti anche quando saranno obsoleti ed un inverosimile aumento di inutili ricambi da buttare quando, inevitabilmente, non ci saranno ulteriori richieste. Anche il costo di immagazzinaggio, oltre all'impegno di capitale con previsioni di eventuale rientro a lungo termine, giocheranno pesantemente sul costo del prodotto finito andando a ledere l'assioma iniziale.

Nel frattempo altri fabbricanti produrranno altri prodotti più evoluti che renderanno fallimentare la gestione di cui sopra.

Capisco il desiderio di riportare in vita ad esempio un Mac Millenium, ma a che pro?
A cosa potrebbe mai servire oggi?

So che per scrivere la lettera alla nonna potrebbe ancora funzionare ma sarebbe una alternativa a ciò che hai davanti e che usi ora.

Meglio sarebbe se sognatori, inguaribili romantici e senatrici in cerca di fama, si dedicassero al mantenimento di ciò che ha senso mantenere e preservare, lasciando che stupidi oggetti restino quello che sono: stupidi oggetti tecnologicamente superati fin dalla loro prima presentazione.
L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.

.

.
.
.
.
.
.
.
faxus
Pro-Expert 
Pro-Expert 
Avatar utente
Iscritto il: lun, 02 giu 2014 15:12
Messaggi: 25055
Località: Due Sicilie
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: gio, 08 mar 2018 10:14

mattleega ha scritto:... Un costruttore mette in produzione un prodotto quando pensa...
Esiste, infatti, già una legge italiana che garantisce i minimi di assistenza, garanzia e ricambi.

Adesso non mi va di andare a cercare, ma c'è, seppure inserita nelle norme di garanzia obbligatoria.

Ogni produttore di prodotti tecnologici è tenuto ad indicare un'assistenza sul territorio.
Se il prodotto è stato venduto da un centro in Italia.
Se non ne ha di proprie deve creare un accordo con qualche altro soggetto terzo.
Di conseguenza il centro di assistenza deve avere o deve poter reperire i ricambi necessari.

Non so bene se i ricambi debbano essere disponibili per 5 anni o solo per i due di garanzia obbligatoria.

Comunque, di fatto, anche se poco, saranno sufficienti e congrui a quanto detto da Matt.
E con l'analisi che ha fatto della situazione.
Con cui mi trovo pienamente d'accordo
U241
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 30 set 2011 17:52
Messaggi: 3648
Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: gio, 08 mar 2018 10:52

non capisco cosa c'entrino queste risposte con l'articolo che ho postato... ahahah.. :D :D
ma l'avete letto?!?!?!

:D :D :D :D :D :D :D :D :D :D (basta ridere altrimenti mi slogo la mandibola)

comunque, faccio una "traduzione" veloce per chi ha problemi con la lingua:

in soldoni c'è scritto che la legge, imporrebbe ai produttori di beni elettronici di fornire le informazioni per la diagnostica e la riparazione, cosi come le attrezzature o i ricambi (che non vuol dire per forza obbligare l'azienda a fornire il ricambio, visto che quasi mai chi vende produce anche-->basti pensare alle batterie--> Apple potrebbe semplicemente indicare quale sia il prodotto "ufficiale", o con le specifiche necessarie, da acquistare e stop (come succede per le auto)), se poi ci saranno aziende interessate a produrre un pezzo per 20 o 40 anni è un altro discorso.

Inoltre il diritto alla riparazione fornirà ai clienti la possibilità di scegliere dove riparare il proprio prodotto, a vantaggio di coloro che non possono permettersi un'assistenza ufficiale. Pensiamo sempre alle batterie, in Apple chiedono per cambiarla un gran prezzo, ma in molti negozi di assistenza il costo è molto inferiore, in questo modo si riparerebbe, a "basso" prezzo, un prodotto senza perdere la garanzia, come invece avviene oggi.

"Così Il disegno di legge è fondamentale per proteggere le officine di riparazione indipendenti e un mercato competitivo per la riparazione, il che significa un servizio migliore e prezzi più bassi."

Si va a dare ai consumatori la possibilità di capire cosa non funziona, gli strumenti per riparare ma sopratutto la possibilità di scegliere dove ripararlo e a che prezzo.

È una legge contro l'obsolescenza programmata, che tanto viene odiata in questo forum.

:)
Cunnilingus is the new black
Un borioso egocentrico ©robertos
Un mac è per sempre, anche se tiene quasi dieci anni o' picciriddu ©pierecall
S'i fosse Apple, lo rallenterei
Paolofast
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 07 gen 2018 20:00
Messaggi: 959
Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: gio, 08 mar 2018 11:31

faxus ha scritto:Non so bene se i ricambi debbano essere disponibili per 5 anni o solo per i due di garanzia obbligatoria.
5 anni praticamente in ogni parte del mondo, 7 in California e Turchia, dall'uscita di produzione del prodotto.
Vale per una caterva di prodotti, comprese lavatrici, aspirapolveri, impianti HI-FI, televisori, eccetera.
faxus
Pro-Expert 
Pro-Expert 
Avatar utente
Iscritto il: lun, 02 giu 2014 15:12
Messaggi: 25055
Località: Due Sicilie
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: gio, 08 mar 2018 11:35

U241 ha scritto:non capisco cosa c'entrino queste risposte con l'articolo che ho postato... ahahah..
ma l'avete letto?!?!?! ...
Forse tu non hai letto le risposte.

Che, almeno per quello che mi riguarda, è una scellerata digressione al fatto che in genere non ti rispondo.
Forse mi ero illuso che di recente fossi migliorato.

E invece sei sempre il solito trollatore, mavvammorìammazzato.

Posti a coda di gatto un link a un documento.
Poi pretendi che tutti gli diano il senso che tu estrapoli a modo tuo.
Poi rispondi sguaiatamente.

Mmavvammorìammazzato du' vorte, va
Paolofast
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 07 gen 2018 20:00
Messaggi: 959
Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: gio, 08 mar 2018 11:46

U241 ha scritto:È una legge contro l'obsolescenza programmata, che tanto viene odiata in questo forum.
Non è contro l'obsolescenza programmata, citata spesso a mentula canis, ma contro l'obbligo di appoggiarsi solo ai centri riparazioni ufficiali delle case perché le case non forniscono i pezzi di ricambio disponibili ai privati.
In breve: nei centri autorizzati le riparazioni sono garantite e se fanno un errore lo devono sistemare a proprie spese. Attualmente sono obbligato ad andare lì, ma sarò sicuro che la mia riparazione andrà a buon fine, ma non posso fare la riparazione da me o dal mio amico smanettone.

Ci sono pro e contro questa legge:
Pro: se sono bravo, posso sostituirmi la fotocamera anteriore del mio iPhone (€10 scarsi il pezzo di ricambio) senza pagare €50 di manodopera.
Contro: se non sono bravo, posso sostituirmi la fotocamera anteriore del mio iPhone (€10 scarsi il pezzo di ricambio) senza pagare €50 di manodopera, ma mi avanzano due viti ed il telefono non funziona.

Conclusione: se sono bravo o conosco uno bravo, sono favorevole alla nuova legge. Se non sono bravo e non conosco nessuno bravo, vado in ogni caso ai centri autorizzati e quindi la cosa mi è indifferente.
Se sono altruista e penso a tutti quelli che sono tonti e cercando di fare la riparazione fai da te si autoinfliggeranno danni, sono contro la legge per salvaguardare, loro malgrado, i tonti da se stessi.
U241
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 30 set 2011 17:52
Messaggi: 3648
Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: gio, 08 mar 2018 11:52

A me sembra un passo in avanti a tutela del consumatore, un notevole passo avanti.

Ho riparato un tanto vituperato lettore supermulti, semplicemente seguendo una guida su YouTube, immagina cosa si potrebbe fare se Apple fornisse gli strumenti per riparare.
Oggi Apple non fornisce indicazioni su dove reperire il suo hardware ufficiale, ne lo vende a terzi per riparazione.
Sarebbe bellissimo acquistare una batteria, uno schermo o uno speaker direttamente da Apple, da un rivenditore terzo oppure direttamente dal produttore e lo scopo di questa legge è proprio questo.

Si potrebbe avere la possibilità di scegliere dove riparare e a che prezzo, a tutto vantaggio del consumatore.

Per me questa legge è qualcosa di buono e la condivido con voi, ed io sarei il troll?
La vostra risposta mi ha suscitato ilarità, non posso ridere? Che problema c’è? Ho chiesto se avevate letto l’articolo perché le risposte mi sembravano fuori tema. Non ho invitato nessuno ad andare a morire ammazzato.

Ho postato un link, qual’è il problema?

@paolofast
Secondo me è contro l’obsolescenza programmata, perché se per una riparazione di una macchina ancora valida , sei costretto a rivolgerti alla casa madre e ti chiedono un capitale, tu non la ripari ma passi direttamente al nuovo o a un usato funzionante... se questa non è obsolescenza programmata...
Poi ognuno può vederla come vuole.


EDIT:
Aggiungo un articolo preso da:

https://tech.everyeye.it/notizie/la-cal ... 23315.html" onclick="window.open(this.href);return false;

Dalla California arriva un disegno di legge estremamente interessante, e non è un caso che arrivi direttamente dallo stato che ha dato i natali a molte delle società tecnologiche più importanti al mondo. Il legislatore Susan Talamantes Eggman, infatti, sta presentando un DDL sul "Diritto di Riparazione".
Lo stesso disegno di legge mira a rendere i dispositivi più facili da riparare. Questa legge chiede ai titani della tecnologia di rilasciare delle guide di riparazione e rendere disponibili componenti interne ufficiali per consumatori e professionisti specializzati in riparazioni, al fine di accorciare i tempi per gli utenti e rendere le riparazioni più facile.
Nella legge si parla di informazioni e strumenti diagnostici da mettere nelle mani degli utenti o di centri di terze parti, anche per ridurre i rifiuti elettronici, ma soprattutto per dare alla gente più opzioni di riparazione tra cui scegliere. Secondo il legislatore, in questo modo si potrebbe anche allungare il ciclo di vita dei prodotti, che molte volte vengono buttati nei cassonetti senza nemmeno tentare di ripararli, anche se possono essere ancora recuperati.
Inoltre, secondo i promotori, incoraggia le persone ad essere più avventurose durante le riparazioni dei dispositivi, il che potrebbe dar vita a nuovi innovatori o inventori.
"Il disegno di legge è fondamentale per proteggere i centri di riparazione indipendenti ed un mercato competitivo per la riparazione, il che significa che gli utenti potrebbero avere accesso ad un servizio migliore a prezzi più bassi, oltre a preservare il diritto dei singoli possessori di comprendere e riparare la propria proprietà" afferma Kit Walsh, Senior Staff Attorney dell'Electronic Frontier Foundation.
Cunnilingus is the new black
Un borioso egocentrico ©robertos
Un mac è per sempre, anche se tiene quasi dieci anni o' picciriddu ©pierecall
S'i fosse Apple, lo rallenterei
mattleega
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 16624
Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: gio, 08 mar 2018 18:08

Non ci siamo.
Se voi foste i costruttori, fabbrichereste un prodotto, dareste la garanzia minima impostavi per legge, manterreste in magazzino i ricambi per cinque anni dall'uscita di produzione del prodotto e stop.

Per quale ragione dovreste svelare i vostri segreti industriali di fabbricazione o svelare l'elenco dei vostri fornitori?
Se veniste obbligati per legge a mantenere i ricambi per 100 anni, non decidereste di fare assistenza in proprio invece di spiegare ai vostri ex clienti come fare per aggiustare il baracco?

Non potete essere comunisti con le aziende altrui.
Volete il liberismo?
Questo è liberismo.

Il resto, ripeto, sono ciance da sognatori.

Per chi invece posta gli articoli in lingua originale, non li capisce e accusa gli altri dell'identica cosa, consiglio di studiare il significato di "obsolescenza programmata" che nulla centra con l'articolo originale e con le risposte fornite sopra.
L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.

.

.
.
.
.
.
.
.
U241
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 30 set 2011 17:52
Messaggi: 3648
Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: gio, 08 mar 2018 18:37

1) il problema non è mantenere in magazzino i ricambi (perché comunque loro o chi per loro sono costretti ad averli per legge), ma renderli disponibili ai clienti o ai riparatori entro il periodo stabilito per legge (tipo 5 o 7 anni o 2 anni,...) ed è questo che vuole imporre la legge...per me sarebbe ancora meglio sapere qual'è il prodotto in questione e dove poterlo reperire.
Se compro un auto e si rompe un faro sarò libero di sostituire il componente da me o presso officine autorizzate o non autorizzate, oppure devo per forza farlo sostituire presso un centro "casa madre"?
Per cambiare una batteria ad un computer o un display ad un iPhone non serve una laurea, ne si rende necessario rilevare alcun segreto di produzione.

2) non si tratta di fare i comunisti o i capitalisti, si tratta di dare la possibilità di scegliere se farsi cambiare una batteria da 2 euro in assistenza e pagare 89 euro oppure se farlo fare presso il centro autorizzato sotto casa e spendere 30 euro, oppure se farlo da soli e spendere 10 euro.

Questa legge è venuta fuori, perché i produttori hanno tirato troppo la corda, con prodotti progettati "a termine", che si "rompono" poco dopo la scadenza della garanzia e con un prezzo di assistenza fuori garanzia vicino, molto vicino al prezzo di un prodotto nuovo o ricondizionato...
Tutto ciò che cos'è se non obsolescenza programmata? e queste lamentele che ora io faccio, le ho sentite più di una volta su questo forum, quindi ora non venite a dire che non sono giuste o che non le condividete.

Inutile stare a frignare come checche isteriche (parafrasando qualcuno e senza volontà di offendere alcuni) cercando di trovare cavilli per darmi addosso: ci sono stati topic in cui sono stati fracassati gli attributi (giustamente) sui costi eccessivi di manutenzione presso Apple e su come fosse ingiusta la grande mela con questa politica del tenere al guinzaglio il cliente, oppure sulla rottura precoce di alcune parti (parti che potevano essere riparate invece che sostituite come spesso veniva consigliato negli store) tanto da invocare il complotto ogni 3x2, ed ora che sembra esserci uno spiraglio di luce e lo condivido con voi, mi date addosso affermando che questa cosa non è possibile e non è giusta?

Non si può pagare la sostituzione di una scheda madre più di 500 euro quando la stessa non costa nemmeno 150 tutto compreso, ecco perché è venuta fuori questa legge: quando il liberismo è sfrenato e i produttori "mettono le mani ingiustamente" nelle tasche degli acquirenti, che non hanno altre possibilità se non quella di accettare la riparazione o comprare nuovo, allora (forse) interviene lo stato (giustamente) per dare una regolata.
E questi signori che hanno chiesto finora 500-600 per una scheda madre o qualcosa come 100 euro (non ricordo bene la cifra) per un lettore ottico hanno anche il coraggio di lamentarsi? bene potevano pensarci prima di adottare politiche scellerate.
Quando acquisto un prodotto l'unica cosa che conosco è il prezzo e le caratteristiche, non ho modo di sapere quanto potrei spendere per eventuali riparazioni se non chiedendo info una per una, quindi mi sembra giusto dare una regolata a questi signori che marciano avidamente in questa direzione.

bah...resto allibito...

P.S.
per non parlare dei costi dei ricambi delle cartucce originale per stampanti, facendo un calcolo veloce, verrebbe fuori che 1 litro di colore ha un prezzo che oscilla tra le 1500 e le 2000 euro, praticamente se acquistassi dello chanel numero 5 per stampare, spenderei meno :twisted: .... ma questo è un altro discorso e volendo se ne può parlare in altra sede.
Cunnilingus is the new black
Un borioso egocentrico ©robertos
Un mac è per sempre, anche se tiene quasi dieci anni o' picciriddu ©pierecall
S'i fosse Apple, lo rallenterei
Scialla
iOS Expert
iOS Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 12 ago 2009 19:27
Messaggi: 16143
Località: Torino
Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: gio, 08 mar 2018 20:56

Sarebbe bello ma, non succederà mai....
 Il futuro (Apple)? Nammerda!

Di un costoso Mac si può fare a meno, di macOS no... (cit. fax)
albertocchio
Type Expert
Type Expert
Iscritto il: gio, 12 giu 2014 22:43
Messaggi: 3394
Località: puro nirvana
Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: gio, 08 mar 2018 21:19

quoterei il gatto da un altra discussione ma l'ho già fatto.
type expert stocasso
U241
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 30 set 2011 17:52
Messaggi: 3648
Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: gio, 08 mar 2018 22:59

Scialla ha scritto:Sarebbe bello ma, non succederà mai....
La California è pronta a firmare e quando firmerà di sicuro i manuali finiranno in rete :D ...e non solo....


P.S.
per la sostituzione delle batteria a 29 euri Apple si sta già appoggiando agli operatori TIM, Vodafone, Wind e 3... :twisted:
Cunnilingus is the new black
Un borioso egocentrico ©robertos
Un mac è per sempre, anche se tiene quasi dieci anni o' picciriddu ©pierecall
S'i fosse Apple, lo rallenterei
mattleega
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 16624
Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: ven, 09 mar 2018 14:51

Non frigno, non lo faccio mai, come una checca isterica che non+non sono e non ho bisogno di cavilli per darti addosso, basti e avanzi da solo.
Fino a quando ti divertirai a solleticare con le tue stupide battutine, anche se non provocato, le dentiere, la nonna i pop-corn e gli sganasciamenti che ti fanno morire dal ridere, troverai sicuramente le tempeste che vai cercando con i tuoi peti travestiti da venti.

Passiamo agli unici scritti che meritano una risposta: con le mie obiezioni, intendo solo spiegare alle tue legittime, in qualità di consumatore, pretese che, peraltro, sai porto avanti in prima persona, il punto di vista della controparte.
Il che, bada bene, non corrisponde a cercar cavilli per darti contro, bensì a farti ragionare conoscendo le logiche dell'avversario.

Quand’anche la legge dovesse obbligare apple a distribuire i suoi ricambi a tutti, puoi stare certo che lo farebbero ma, sosterrebbero che il “ricambio originale”, non può costare come quelle merdazze proposte dalla concorrenza e quindi i prezzi dei medesimi salirebbero ulteriormente. Possono obbligarli a fornire i pezzi ma non a stabilire anche il loro prezzo.
Guadagnerebbero anche di li.
Ciò porterebbe a modificare la produzione in modo da rendere indispensabili e relativamente duraturi i ricambi originali a discapito di quelli di terze parti.
Inserirei ad esempio una chiave di riconoscimento nel mio pacco batterie in modo che la sezione di ricarica, regoli correttamente la corrente in uscita dall’alimentatore per caricare le MIE batterie, disattivandosi invece con quelle di terze parti. Batterie esplose, alimentatori fusi sarebbero le inevitabili conseguenze derivati dall’uso improprio di ricambi non originali e fornito da terze parti rifornitesi in cina presso qualche, a loro dire, fornitore scadente.
E questo è solo la prima delle possibilità che mi sovvengono.

Mazziati e cornuti.

Anche le auto hanno i ricambi originali e quelli di terze parti, con costi ben diversi e con la caduta della garanzia in caso si usino i secondi.
Quando fuori garanzia, poi, i costi di ripristino di un mezzo “pasticciato” sono almeno “punitivi”.
Il tutto in piena legalità.
E in fondo sono componenti meccanici facilmente scopiazzabili.
L’aumento dell’elettronica all’interno delle autovetture, sta spostando però, ulteriormente, l’ago della bilancia a sfavore del consumatore.
La pacchia, se così si può chiamare, sta per finire anche li.

Aggiungi infine che nel caso di apple, se dovesse ritenere eccessivamente costosa o punitiva la nuova legge, ci metterebbe poco a chiudere baracca e burattini azzerando quindi tutte le pregresse pendenze e relativi obblighi, accedere alla smisurata disponibilità finanziaria di cui dispone e, grazie ad essa ed ai giusti progettisti di cui dispone, ripartire come “Lemon” nel giro di qualche mese.

Stando così le cose, l’unica possibilità che hanno i consumatori di ottenere qualcosa da apple, è di incrinare l’allegro andamento economico che sono riusciti ad ottenere sino ad oggi sperando che essi cedano su qualcosa per recuperare.
Senza esagerare.

Difficile considerando l’esercito di buoi che comperano i loro prodotti a qualunque prezzo e scusando qualunque difetto pur di mostrare orgogliosamente la melina che, nel frattempo, si è anche illuminata d’immenso.

A tutti quelli a cui ho chiesto, te compreso, cose se ne facciano mai di uno smartphone, nessuno che mi abbia risposto e, quindi, men che meno, portando ragionevoli motivazioni.

Non che per qualche categoria di persone non ce ne siano, ma, il numero di chi potrebbe utilizzarlo a ragion veduta, è astralmente distante dal quantitativo di pezzi venduti.
Inoltre, ammesso e non concesso di trovare una giustificazione all’uso, resterebbe da trovare una giustificazione al prezzo, considerato che con 70E faccio tutto quello che fanno gli iPhone. Solo le fotografie sono migliori nel prodotto apple, mai però mi sognerei di assoggettare la obbligatoria rottamazione della meravigliosa macchina fotografica all’eventuale guasto di un telefonino.

Cosa succederà, per finire:
quando apple vedrà calare l’interesse nei confronti dei propri prodotti per una causa o l’altra, sposterà le produzioni verso Superciofeche ipercostose, altre Mediocostose ed iperblindate sfruttando al massimo l’effetto volano legato al nome che si è creata negli anni raddoppiando le giacenze di cassa e preparandosi, una volta azzerati i vincoli legati alla vecchia vita, al trionfale lancio della “Lemon”.

Con l'uniformizzazione di OS e IOS, ha già dichiarato che questa sarà la futura strada.

Lemon diverrà quindi la nuova stella nel firmamento elettronico in grado di polverizzare i record di vendita di tutti i predecessori grazie alla qualità e bellezza dei suoi prodotti assecondata in questo anche grazie all'entusiastica adesione dell’esercito di buoi di cui sopra.
L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.

.

.
.
.
.
.
.
.
U241
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 30 set 2011 17:52
Messaggi: 3648
Oggetto del messaggio: Re: spero arrivi anche in Europa

Messaggio Inviato: ven, 09 mar 2018 16:21

@mattleega

Ti auguro tutto il bene e la serenità di questo mondo.

Buona serata
Cunnilingus is the new black
Un borioso egocentrico ©robertos
Un mac è per sempre, anche se tiene quasi dieci anni o' picciriddu ©pierecall
S'i fosse Apple, lo rallenterei
Rispondi