Apple non aveva ancora iniziato la distribuzione del nuovo Magic Mouse, presentato insieme alle novità della settimana scorsa, che già su CNET un articolo avvisava: “Anteprima completa; il Magic Mouse della Apple fa un buco nell'acqua, non fa progressi”.

Il giornalista, dopo aver analizzato “a fondo” il funzionamento del Magic Mouse, non si è sentito completamente soddisfatto delle prestazioni del mouse, scomodo da usare ed a suo dire “troppo piatto”.

Sempre secondo Justin Yu il dispositivo tenderebbe a scivolare sulla scrivania ogni qual volta si effettui lo scrolling sulla superficie touch.


Davvero Apple avrebbe stupidamente fatto qualcosa di così poco funzionale?

Lo stesso Federico (SuperMac) ha fatto l’errore di usare il nuovo mouse come se fosse un trackpad del portatile, infatti, da come si fede in questo breve filmato, erroneamente non impugna correttamente il mouse, quasi per un timore reverenziale, ed utilizza solo il dito per scrollare, senza tenerlo fermo, come normalmente si fa con un comune mouse. È questo che Apple vuole, farcelo usare come un comune mouse, in fondo è “solo” un mouse, con tanto di puntamento laser senza bisogno di tappetino.


Per fugare ogni dubbio allora abbiamo chiesto ad alcuni utilizzatori esperti di Mac di provare a lungo il mouse e farci avere le loro impressioni.

L’altro ieri sono stati consegnati i primi Magic Mouse, ma chi ha acquistato un nuovi iMac ha iniziato ad usarli già da tempo.


Patrizio Pinna, scrittore (alias MacPat sul nostro forum), dice:

Il miglior mouse che abbia mai avuto fin'ora, direi che il mouse è la vera rivoluzione di questi nuovi Mac: le macchine non hanno “nulla” di particolare, a parte il monitor olimpionico e had disk finalmente capienti; il mouse senza la rotella è stupendo, l'anello mancante direi, andando avanti in questa direzione credo che apple riesca a portare le funzioni dei trackpad dei macbook anche sui nostri semplici topi, questa è la vera rivoluzione! Certo se ne avessero fatto un modello col filo avrei preferito, odio dover usare le batterie e ho due gatti che vanno a nozze con gli oggetti incustoditi sulla scrivania…


Mauro Raymo, uno switcher che lavora al Vaticano, è sintetico: Per me è fenomenale, basta prenderci la mano e si potrà scoprire un modo totalmente nuovo di usare il mouse.


Cristiano, Ruggiero e Francesco (staff di un APR di Napoli) hanno invece condiviso le loro esperienze con noi così: “Il Magic Mouse si presenta come un prodotto dal design accattivante, dando prova del fatto che Apple sia riuscita ancora una volta a superarsi anche sotto quest'aspetto. Ultra sottile, in alluminio e policarbonato (che come "nei bei tempi" è tornato al trasparente su superficie bianca anziché il bianco pieno del mighty con nostra grande approvazione) si rivela anche estremamente maneggevole e comodo all'utilizzo. La superficie multi-touch è estremamente ampia ed arriva fino all'altezza della mela(dando la possibilità di scorrere in pochi gesti anche le pagine più lunghe), ci lascia supporre la futura introduzione di possibili nuove "gesture".

Il nuovo nato di casa Apple è estremamente leggero e scivola facilmente su diverse superfici senza problemi.

Si può senz'altro dire che Apple abbia superato se stessa senza stravolgere le nostre abitudini, il mouse infatti si adopera tranquillamente come un normalissimo mouse senza alcuna difficoltà per i nuovi utenti e riesce a non spiazzare i vecchi.

Unico neo sembrerebbe la funzione di scorrimento tra le pagine che può essere difficoltosa ai primi tentativi, ma grazie alla sintetica guida cartacea e alla guida video presente nelle preferenze risulta anch'essa intuitiva.

Nonostante tutto alcuni potrebbero lamentare la limitazione ai soli due tasti. Ma conosciamo Apple e siamo fiduciosi nei futuri aggiornamenti software che apriranno infinite porte a questo nuovo gioiellino targato mela”.


A quanto pare da queste poche, ma sincere e convincenti testimonianze, nemmeno stavolta Apple sembra aver fatto il tanto malaugurato “buco nell’acqua”, piuttosto ci si dovrebbe chiedere cosa ha spinto l’articolista Justin Yu a criticare così aspramente (e prematuramente) il nuovo magico mouse di Apple, quando poi sembrerebbe particolarmente favorevole all’Anywhere Mouse MX di Logitech, più costoso (80 dollari) e certamente meno innovativo.


OraCle




News

Reminder:

Come annunciato la settimana scorsa, per motivi di tempo le notizie riportate sono copiate direttamente da alcuni siti italiani, vi ricordo che seguendo il link delle fonti originali avrete spesso la possibilità di approfondire la notizia o di commentarle. Buona lettura e buon weekend.


Aggiornamenti della settimana

Questa settimana, a proposito del Magic Mouse, sono stati resi disponibili i driver per sfruttare al meglio il nuovo dispositivo di pontamento della Mela.


Wireless Mouse Software Update 1.0: sfruttare le funzioni più interessanti relative alla superficie che oltre a essere cliccabile permette il multitouch.

Questo update è disponibile per Leopard (Mac OS X 10.5.8) e per Snow Leopard (10.6.1) sul sito Apple o tramite aggiornamento Software, se il dispositivo è collegato.

http://support.apple.com/kb/DL951?viewlocale=it_T

http://support.apple.com/kb/DL950?viewlocale=it_T


Altra beta di Mac OS X 10.6.2

Altra versione preliminare per Mac OS X 10.6.2, prossimo aggiornamento per Snow Leopard.

Gli sviluppatori autorizzati hanno ricevuto notizia del build numero 10C535 dell’aggiornamento, successivo al 10C531 della scorsa settimana. L’aggiornamento sarà di dimensioni cospicue; attualmente supera i 480 megabyte. Non è peraltro una novità, dato che ai tempi di Leopard il secondo aggiornamento del sistema, Mac OS X 105.2, pesava 343 megabyte.

fonte


Apple TV 3.0 diventa più intuitiva

Apple ha aggiornato il firmware della propria Apple TV, il media center che permette di accedere ai contenuti multimediali del computer e noleggiare o acquistare film anche in HD direttamente online.

La versione appena rilasciata - la 3.0 - introduce una rivisitazione dell'interfaccia grafica, che diventa più intuitiva, e alcune nuove caratteristiche, come iTunes Extras e iTunes LP.

iTunes Extras permette l'accesso a scene inedite e ai contenuti aggiuntivi di film e serie TV, mentre LP consente di ascoltare album musicali e vedere le copertine, i testi, gli articoli correlati, le interviste, i videoclip e gli show dal vivo.

Apple TV ora supporta anche le radio via Internet e i Genius Mix, ossia la playlist generate da iTunes in modo automatico basandosi su criteri specifici.

Chi già possiede una Apple TV può installare il nuovo software gratuitamente mentre chi desidera acquistare un nuovo apparecchio si prepari a spendere 269 euro per la versione con disco da 160 Gbyte.

Sfortunatamente i servizi di video on demand sono tuttora disponibili soltanto negli Stati Uniti, né è chiaro se e quando assisteremo a un'espansione nel resto del mondo.

fonte


Google lancia con Lala e iLike

Google ha stretto in settimana un'alleanza con i servizi web LaLa e iLike di MySpace per consentire agli appassionati di musica un modo più semplice per trovare, ascoltare e comprare canzoni su Internet, espandendo la sua influenza sull'industria discografica.

Il leader globale della ricerca online fornirà agli utenti che vogliono ascoltare un frammento di una canzone una finestra pop-up box che permetterà di ascoltarne almeno 30 secondi, in alcuni casi l'intero brano, forniti da iLike e Lala, che poi offriranno collegamenti per acquistare la musica.

Google si è anche alleata con Pandora, iMeem e Rhapsody per incorporare link a quei siti musicali, per aiutare i consumatori a scoprire musica collegata alle richieste nelle ricerche. Google ha iniziato ieri a mettere a disposizione il servizio agli utenti negli Stati Uniti.

Questo passo dovrebbe consolidare il ruolo di Google nell'industria discografica, che si sta dibattendo tra vendite in calo ed il successo di iTunes di Apple e di altri siti, e meno sbocchi nei media per lanciare nuove iniziative. Gli investitori sperano che le canzoni in streaming o i videoclip online aiutino a compensare la riduzione della base di appassionati.

Google dice che non lavorerà direttamente con alcuna casa discografica, al contrario delle notizie secondo le quali avrebbe stretto alleanza con società come Sony Music Entertainment e Warner Music Group -- ma che ha il pieno appoggio dell'industria del settore.

fonte


Apple contro Nokia, la battaglia continua

Dopo l’accusa di qualche settimana fa da parte di Nokia verso Apple accusandola di aver violato ben 10 brevetti di proprietà della casa finlandese, Apple risponde con pugno di ferro, dichiarandosi forte e pronta a combattere contro Nokia per le gravi accuse.

Ricordiamo inoltre che l’ammontare delle spese finali potrebbe arrivare al miliardo di dollari, e che quindi i dibattiti in aula si prolungheranno forse per un paio d’anni.

fonte


SeaMonkey alla versione 2.0

Dietro il nome di SeaMonkey c'è il progetto che intende ridare vita alla vecchia suite Mozilla; come allora, un'unica applicazione che racchiude browser Web, programma di gestione della posta elettronica, uno per quella dei newsgroup e feed, nonché IRC chat e un altro ancora per l'editing del codice HTML. Adesso è disponibile al download la versione 2.0. Motore Javascript migliorato, così come quello di rendering (sempre Gecko, come quello di Firefox), interfaccia rivista e più in stile Mac, supporto dei Feed RSS e Atom nel programma di gestione della posta, e altro ancora.

fonte


Windows 7 si blocca in diretta TV in Giappone

Primi problemi di stabilità per il nuovo sistema operativo Windows Seven? Sembrerebbe di si. Almeno è quello che è successo durante la trasmissione Tokudane in un canale televisivo giapponese. Durante la presentazione il PC si blocca e il multitouch non risponde ai comandi del conduttore. Momenti d’imbarazzo, poi interviene un tecnico di studio e Windows 7 riparte. Ma dopo poco si blocca su una nuova schermata e si è costretti a riavviarlo nuovamente. A molti utenti della rete il video sembra uno scherzo, ma i problemi sembrano essere veri. Nonostante questo flop in diretta il presentatore commenta come Windows Seven sia di gran lunga migliore di Vista…

fonte


100 milioni di download per OpenOffice 3

La suite gratuita ed open source che fornisce tutto il necessario per scrivere testi, compilare fogli di calcolo, realizzare disegni o presentazioni ha tagliato il traguardo dopo un anno.

OpenOffice 3 usciva lo scorso 13 ottobre 2008, a poco più di un anno si festeggiano i 100 milioni di download. Mercoledì è stato tagliato il traguardo, ad ormai una settimana dalla conferenza "Cento Milioni" di Orvieto (4-6 novembre).

Notevole il contributo italiano alla diffusione di questo software, pochi giorni fa l'associazione PLIO indicava un livello di 6 milioni di file nella nostra lingua in nove mesi (il 3,8% per Mac) e 8 milioni in totale dall'uscita.

fonte


Apple abbandona il supporto di ZFS

Con un laconico annuncio pubblicato sul sito dedicato al progetto, Apple dà l'addio definitivo al file system ZFS.

A più riprese ZFS era stato ritenuto come uno dei principali contendenti tra i file system concepiti per Mac OS X e la comparsa di un primo supporto per ZFS in Mac OS X 10.5 era stato da molti considerato un segnale importante. Il lancio di "Snow Leopard", che ha completamente stralciato il supporto per il file system ZFS, ha minato le basi di quelle che sembravano ormai certezze.

Le motivazioni che hanno condotto Apple a chiudere definitivamente il progetto possono essere molteplici. Una ragione potrebbe essere collegata a questioni di brevetti software: ZFS è infatti al centro di un'azione legale avviata da NetApp nei confronti di Sun. Altri motivi potrebbero essere diretta conseguenza dell'acquisizione di Sun da parte di Oracle: la manovra potrebbe in qualche modo influenzare il lavoro di Apple su ZFS.

fonte


Internet, i miei primi quarant'anni

Internet spegne 40 candeline. Nata il 29 ottobre del 1969, la Rete emise i suoi primi vagiti, da una stanzetta dell’università della California di Los Angeles, da cui partì il primo messaggio sulla rete Arpanet. Da allora la Rete ne ha fatta di strada.

Arpanet era un progetto della difesa statunitense, per far comunicare insieme computer. La ridondanza della Rete è nata allora come principio difensivo. A marzo il World Wide Web ha compiuto invece i suoi primi 20 anni. Il Web o World Wide Web (WWW) e' la rappresentazione multimediale della Rete attraverso il protocollo Http. Il 13 marzo del 1989 il ricercatore britannico Tim Berners-Lee mostrò al suo supervisore al CERN Mike Sendall, a Ginevra, un sistema di ipertesti, in cui le  singole parole potevano essere utilizzate per creare legami con altri testi in altri computer, ponendo le basi del Web. Internet invece nacque da Arpanet, nel 1969.

fonte


Da Intel un processore dual core da soli 30 W

Intel ha intenzione di puntare decisamente sul settore dei microserver, macchine pur dotate di sufficiente potenza ma relativamente economiche e dotate di un solo processore.

La chiave di tutto ciò sono i processori della seconda generazione dell'architettura Nehalem, dei dual core a 32 nanometri noti con il nome in codice Clarkdale (dotati di grafica integrata): sono stati mostrati durante un recente evento a San Francisco e consumano appena 30 Watt a fronte di una velocità di clock di 2,26 GHz.

fonte


Fedrigoni sempre più ecologica

Dopo l’uscita del “Rapporto Ambientale e Sicurezza 2008”, Fedrigoni Cartiere continua a testimoniare la sua attenzione per le tematiche della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente pubblicando una nuova, agile brochure per sintetizzare i risultati ottenuti in questi anni di attenta politica ambientale.

Un testo esauriente e completo per guidare passo passo il lettore nella scoperta delle acquisizioni ottenute dalla cartiera veronese dagli anni ’90 fino ad oggi. Un viaggio all’insegna della sostenibilità, a partire dalle materie prime, ottenute esclusivamente da fornitori che attuano politiche ambientali responsabili, e dai siti produttivi, la cui energia viene prodotta da impianti di cogenerazione, fino al prodotto finito, ben il 70% della produzione delle carte è certificato FSC, e alla distribuzione.

La brochure, dall’accattivante copertina giocata sui toni del verde e rilegata senza uso di colle, è stampata su Freelife Vellum, una carta assolutamente ecologica, ottenuta con 40% di fibre post consumer certificate FSC, 55% di cellulosa, sempre certificata FSC, e 5% di fibre di cotone, che le conferiscono la particolare superficie vellutata al tocco. Vellum fa parte del fiore all’occhiello della produzione “green” di Fedrigoni, la gamma Freelife, una collezione di carte e cartoncini ecologici, tutti certificati FSC e premiati dal selettivo marchio europeo Ecolabel.

fonte


Registratore video 'pro' su CompactFlash

Focus Enhancements ha introdotto un nuovo registratore video portatile DV ed HDV, basato su memoria flash rimovibile e dedicato ai professionisti e ai videomaker.

Al posto dell'hard disk presente sugli altri modelli della casa americana, l'FS-H200 dispone di uno slot scheda Compact Flash: ai vantaggi della registrazione diretta su file, questo nuovo apparecchio aggiunge quelli legati memoria a stato solido, tra cui resistenza ad urti e sollecitazioni, basso consumo energetico, massima silenziosità e possibilità di operare ad alta quota o con temperature fino ai 50° C.

Su una card da 32 GB (Type 1, UDMA, minimo 266x) possono entrare 2.2 ore di video DV o HDV 1080i, oppure 2.6 ore in 720p, con la possibilità di inserire un'altra scheda per cominciare a lavorare i file della precedente già sul set. L'apparecchio può registrare i video in HDV in file .m2t (720p 24/25/30/50/60, 1080i 50/60/24F/25F/30F) oppure direttamente in formato QuickTime HDV (720p 30, 1080i 50/60), pronto per l'ingest in Final Cut Pro.
fonte


Facebook, maxi risarcimento dallo spammer

Lo spamming su Facebook costa caro: 711 milioni di dollari. A dover pagare questa “cifretta” al social network è Sanford Wallace, detto “Spamford”, condannato dalla Corte di Giustizia californiana di San José per aver violato diverse norme antispam sia federali sia locali, entrando senza permesso negli account degli utenti di Facebook  e riempiendoli di posta indesiderata e messaggi pubblicitari.

E siccome “Spamford” si è dimostrato recidivo, rischia anche la galera. Infatti haignorato anche una prima diffida ricevuta poche settimane fa che avrebbe dovuto farlo smettere, ma che evidentemente non è bastata. Così ora la Corte Californiana ha chiesto che Wallace sia perseguito anche penalmente. Così Wallace rimane l'unico protagonista della vicenda, che nella prima fase aveva coinvolto altri due complici, Adam Arzoomanian e Scott Shaw.

fonte


Si può infettare una tastiera? Sì, con Apple si può.

Alla conferenza di sicurezza informatica DEFCON 2009, tenutasi a fine luglio scorso a Las Vegas, un ricercatore che si fa chiamare "K. Chen" ha dimostrato gli effetti di questa falla, che ha poi documentato con un video molto eloquente. Una tastiera infettata in questo modo può essere collegata a qualunque Mac e prenderne il comando, registrando quello che viene digitato e poi riscrivendolo a rovescio.

Come funziona? In sintesi, le tastiere Apple hanno del software a bordo (formalmente si chiama firmware) che ne gestisce il funzionamento tramite circa 8 kilobyte di memoria flash e 256 byte di RAM. Alterando questo software tramite un aggiornamento fasullo, la tastiera può cambiare comportamento.

Siccome il firmware opera indipendentemente dal sistema operativo del computer, non c'è antivirus che tenga e la tastiera può prendere il comando direttamente durante l'avvio del Mac. E dato che il firmware risiede nella tastiera anziché nel computer, anche se azzerate il contenuto del disco rigido e reinstallate tutto da capo il Mac rimane infetto. Simpatico.

fonte


Ecco finalmente Firefox 3.6 Beta

L’uscita di Firefox 3.6 Beta era stata annunciata alcune settimane fa, ma ancora non era disponibile per il download. Oggi Sdoherty, una delle autrici del blog di Mozilla.com, ha dato il via ufficiale alla fase Beta, includendo nel suo articolo il link per il download di questa nuova versione di Firefox.

Come si legge direttamente dall’articolo : “Firefox 3.6 Beta 1 è ora disponibile per il download. Questa versione beta della prossima versione di Firefox si basa sul motore di rendering web Gecko 1.9.2, che contiene molti miglioramenti per gli sviluppatori web, per gli sviluppatori di Add-on e per gli utenti.”.

Gli utenti possono ora cambiare l’aspetto del browser con un semplice clic, con il supporto incorporato per Personas. Firefox 3.6 avvertirà gli utenti circa i vecchi plugin per tenerli al sicuro. Il supporto aperto per i video permette la visualizzazione a schermo intero, e supporta poster frames. Supporto per il formato di carattere WOFF. Migliorate le prestazioni JavaScript , la reattività complessiva del browser e il tempo di avvio. Supporto per i nuovi CSS, DOM e HTML5.

Firefox 3.6 Beta è disponibile in 53 lingue diverse e per i sistemi operativi Windows, Linux e Mac OS X. Per quanto riguarda i plugin, ancora non è stata testata la loro compatibilità con la nuova versione beta.

fonte


iZone

Arti marziali e acrobazie su iPhone e touch

L'aspetto è decisamente esile ma il nostro combattente stilizzato ha l'agilità e la potenza di Bruce Lee. In Stick-Fu teppisti maestri nelle arti marziali si scontrano su scenari in stile cartoon, con una animazione realistica e curata nei minimi particolari.

Potenziamenti, combo e boss di fine livello fanno il resto. Su App Store a 79 centesimi.

fonte


iPhone, raggiunte le 100.000 applicazioni approvate

Sembrava impossibile che il numero di applicazioni per iPhone potesse raggiungere un numero simile, viste le precedenti statistiche, eppure a quanto pare l’enorme vastità di applicazioni già approvate e la sempre maggiore richiesta di applicazioni da parte degli utenti hanno sviluppato molto la voglia di fare e la fantasia degli sviluppatori, che hanno contribuito al raggiungimento di uno straordinario traguardo: 100.000 applicazioni per iPhone approvate.

Nonostante Apple non abbia ancora rilasciato una dichiarazione ufficiale, è possibile leggere il conteggio aggiornato in tempo reale sulla directory non ufficiale AppShopper.

fonte


Wordpress 2 disponibile su AppStore

Tutti i blogger la aspettavano da tempo, ed ora è finalmente disponibile gratuitamente su AppStore l’applicazione Wordpress 2. Questa applicazione consente di gestire il proprio blog su piattaforma Wordpress direttamente da iPhone.

In questa nuova applicazione abbiamo numerose novità: Una nuova interfaccia utente, che consente un più rapido accesso a commenti, articoli e pagine; Risolti numerosi bug; Una nuova interfaccia per i commenti, con Gravatar e URL dell’autore; La password viene ora conservata nella keychain; I post vengono salvati automaticamente in caso di perdita della connessione internet; L’applicazione viene riaperta automaticamente nell’ultima posizione utilizzata; Aggiunta la possibilità di intervenire manualmente su XMLRP.

Insomma, quella che era un’applicazione con tanti difetti, diventa ora un ottimo strumento per tutti i blogger.

fonte

Apple rilascia Remote 1.3.2 su AppStore

Remote, l’applicazione gratuita grazie alla quale potrete controllare la musica sul computer o Apple TV comodamente dal vostro iPhone o iPod Touch, è stata aggiornata alla versione 1.3.2. Si tratta di un update tecnico e di seguito trovate il changelog ufficiale: sono stati corretti alcuni problemi relativi alla compatibilità con iTunes 9 e Apple TV 3.

Remote è compatibile con iPhone e iPod Touch, richiede il firmware 2.2 o successivi ed è localizzata in molte lingue tra cui l’Italiano.

fonte


Eventi

Viscom Italia 2009 a Milano

Dal 5 al 7 novembre appuntamento in Fiera Milano con la comunicazione visiva a 360°, per vedere, ascoltare, confrontarsi e tornare a casa con le idee vincenti per fare business.

Obiettivo: trovare nuove idee per iniziare il 2010 con gli strumenti giusti per cavalcare la ripresa economica alla luce di uno scenario che è profondamente cambiato.

Per chi lavora nel mondo della comunicazione, Viscom Italia rappresenta una finestra sul futuro, un luogo dove scoprire le nuove frontiere della comunicazione: tecnologie e materiali che permettono la creazione di mezzi di comunicazione al di là del tradizionale e che espandono il marketing mix. Dal grande formato agli eventi aziendali, dall’allestimento del punto vendita alla textile promotion, dal shop fitting al digital signage.

Su : www.visualcommunication.it tutte le informazioni e la preregistrazione per l’ingresso gratuito.

Viscom Italia 2009

5-6-7 novembre, alle ore 10 alle ore 18

Fiera Milano, Quartiere Rho, Padiglioni 1-3, entrata Porta Est»


iLinks

http://www.freemacware.com

Freemacware.com è un portale che offre la possibilità di ricercare e trovare software di tipo freeware per Mac. Il sito integra un motore di ricerca, propone una ricca selezione di software suddivio per categoria, mostra un elenco aggiornato quotidianamente dei programmi più nuovi e gratuiti per il sistema Mac Os X. Da esso è possibile scaricare anche il widget per essere sempre aggiornati sulle novità del portale





Alcune notizie non provengono da fonti ufficiali Apple.

Sono informazioni della settimana “raccolte” da vari siti legati al mondo Mac, che per motivi di tempo non sono state verificate e nemmeno pubblicate sul sito www.imaccanici.org.

Pertanto iMaccanici non ne garantiscono la veridicità e tantomeno se ne assumono la paternità e responsabilità.


Se vuoi iscrivere un amico a queste newsletter,

basta indicare l'indirizzo di posta elettronica a

info@imaccanici.org, oppure indicando

la sua mail nella nostra Homepage.

Se invece queste mail non ti fanno piacere

invia allo stesso indirizzo un bel “no grazie”.


Grazie,




Se non visualizzi correttamente questa e-mail CLICCA QUI.