Xserve raddoppia le prestazioni

Tutto ciò che c'è di nuovo nel mondo della mela

Moderatore: ModiMaccanici

Avatar utente
fragrua
Stato: Non connesso
Admin of my life
Admin of my life
Avatar utente
Iscritto il: sab, 08 ott 2005 07:00
Messaggi: 58812
Località: [k]ragnano

Top

Oggetto del messaggio: Xserve raddoppia le prestazioni

Messaggio da fragrua »

Dal comunicato stampa odierno di Apple

Architettura di prossima generazione e processori Intel “Nehalem” Xeon

Cupertino, California 7 Aprile, 2009 - Apple® ha annunciato oggi l’aggiornamento Xserve® che raddoppia le prestazioni del sistema precedente.* Grazie all’utilizzo dei processori “Nehalem” Xeon e un'architettura di ultima generazione, il Xserve 1U ottimizzato per rack offre fino all’89 per cento di miglioramento nella performance per watt.** Xserve è disponibile con massimo due processori Intel Xeon a 2.93 GHz e opzioni di archiviazione all’avanguardia che comprendono un drive a stato solido (SDD) e fino a 3TB di capacità di archiviazione. A partire da € 2.899, Xserve comprende un numero illimitato di licenze client per Mac OS® X Server versione Leopard® 10.5.

“Xserve è il migliore server per il lavoro condiviso rivolto ai nostri clienti creativi, business e del mercato educational,” afferma David Moody, Vicepresidente del Mac Product Marketing di Apple. “Con fino al doppio delle performance, migliore efficienza energetica e un innovativo disco SSD opzionale, questo è il miglior server che abbiamo mai prodotto.”

Il nuovo Xserve è basato sui processori Intel Xeon che girano ad una frequenza di 2.93 GHz, ognuno con un controller integrato della memoria con tre canali DDR3 ECC a 1066 MHz che garantiscono fino a 2,4 volte la bandwidth della memoria e diminuiscono la latenza fino al 40 per cento. *** Utilizzando un'alimentazione elettrica altamente efficiente e una gestione termica intelligente, Xserve offre una riduzione del 19 percento del consumo energetico quando inattivo.

Le innovative capacità di storage di Xserve includono un disco di avvio SSD opzionale da 128GB che richiede una frazione dell’energia di un disco fisso e permette un accesso Random 48 volte più veloce, senza l’impegno di alloggiamenti disco. I tre alloggiamenti disco di Xserve da 3,5 pollici supportano dischi SATA da 7.200 rpm e SAS da 15.000 rpm e possono essere configurati con fino a 3TB di archiviazione interna. Due slot di espansione PCI Express 2.0 x 16 forniscono una enorme bandwidth di I/O per supportate le ultime schede di espansione ad ampia larghezza di banda. La scheda opzionale RAID dell’Xserve ora garantisce prestazioni migliori, fino a 497MB/s**** e supporta i livelli RAID 0, 1 e 5 con 512MB di cache senza occupare un prezioso slot di espansione PCI Express. Una batteria di backup da 72 ore è compresa per una protezione elevata dei dati.

Ogni Xserve è venduto con un numero illimitato di Leopard Server client edition, offrendo supporto per client Mac®, Linux e Windows senza costi aggiuntivi di licenze di accesso client. Leopard Server amplia la leggendaria facilità d’uso di Apple con Server Assistant e Server Preferences, che permettono anche agli utenti non tecnici di gestire user e gruppi sul server e configurare i servizi chiave in modo semplice. Leopard Server comprende Podcast Producer, il modo ideale per pubblicare automaticamente podcast su iTunes ® o il Web; Wiki Server, garantendo alle persone di creare e modificare collaborativamente i loro siti web condivisi con solo pochi clic; e iCal® Server, il primo calendario server basato su standard commerciale CalDAV. Leopard Server è completamente compatibile con UNIX e il supporto a LDAP e Active Directory garantisce a Xserve di integrarsi completamente negli ambienti IT esistenti.

Il nuovo Xserve si unisce agli ultimi prodotti hardware di Apple nel fissare nuovi standard per il design rispettoso nei confronti dell’ambiente. Xserve utilizza cavi e componenti interni senza PVC e ritardanti di fiamma non brominati e include un’alimentazione con una efficienza energetica media dell'89 per cento.

Prezzi & Disponibilità
Il nuovo Xserve è disponibile da subito presso l’Apple Store® (www.apple.it) e i rivenditori autorizzati Apple.

La configurazione standard di Xserve, con un prezzo suggerito di 2.899 €, include:
• un singolo processore Quad-Core Xeon 5500 a 2.26 GHz con 8MB di cache L3 completamente condivisa;
• 3GB di RAM DDR3 ECC a 1066 MHz;
• un singolo Modulo Apple Drive SATA da 160GB 7200 rpm;
• dual Gigabit Ethernet integrata;
• due slot di espansione PCI Express 2.0 x16;
• processore Bonjour®-enabled Lights-Out Management e Server Monitor Software;
• scheda grafica interna con Mini DisplayPort output;
• due FireWire® 800 e tre porte USB 2.0;
• licenze client illimitate per Mac OS X Server versione Leopard 10.5.

Opzioni e accessori BTO (built-to-order) per Xserve includono: processori Intel Xeon dual a 2,26 GHz, 2,66 GHz o 2,93 GHz; Moduli Apple Drive SATA da 160GB e 1TB a 7200 rpm; dischi (di terze parti) da 450GB SAS a 15.000 rpm; scheda Xserve RAID interna; Gigabit Ethernet, Schede 4Gb Fibre Channel e un alimentatore ridondante a 750W.

*Test condotti da Apple nel febbraio 2009 utilizzando un Xserve pre-produzione a 2,93 GHz a 8 core (2 chip, 8 core, 4 core per chip, 2,93 GHz; SPECjbb2005 bops = 203,439, SPECjbb2005 bops/JVM = 50,860) e un Xserve in commercio 3,0 GHz 8-core (2 chip, 8 core, 4 core per chip, 3,0 GHz; SPECjbb2005 bops = 103,387, SPECjbb2005 bops/JVM = 25,847). SPEC® e SPECjbb2005® sono marchi registrati di Standard Performance Evaluation Corporation (SPEC); vista www.spec.org per maggiori informazioni. I risultati benchmark competitivi riportati sopra riflettono i risultati dei test interni di Apple e sono stati inviati a SPEC nel febbraio 2009. Per gli ultimi risultati benchmark SPECjbb2005 visita www.spec.org/osg/jbb2005 . Test sulle performance sono stati condotti utilizzando sistemi computer specifici e riflettono le performance approssimate di Xserve.

** Test condotti da Apple nel febbraio 2009 utilizzando un Xserve pre-produzione a 2,93 GHz 8 core (SPECpower_ssj™2008 risultato of 464 generale ssj_ops/watt; 173W in Active Idle; 227,974 ssj_ops e 334W al 100 percento del target load) e un Xserve in commercio a 3,0GHz 8-core (SPECpower_ssj™2008 risultato di 245 generali ssj_ops/watt; 213W a Active Idle; 141,739 ssj_ops e 353W al 100 percento del target load). Tutte le unità sono configurate per una performance di memoria ottimale (18GB per unità a 2,93 GHz 8-core e 16GB per unità a 3,0 GHz 8-core). SPEC® e il benchmark SPECpower_ssj™ sono marchi registrati di Standard Performance Evaluation Corporation (SPEC); visita www.spec.org per maggiori informazioni. I risultati benchmark competitivi riportati qui riflettono i test interni di Apple e sono stati depositati presso SPEC nel marzo 2009. Per gli ultimi risultati benchmark SPECpower_ssj2008 visita www.spec.org/power_ssj2008 . Test sulle performance sono stati condotti usando sistemi computer specifici e riflettono le performance approssimate di Xserve.

*** Test condotti da Apple nel febbraio 2009 utilizzando un Xserve pre-produzione a 2,93 GHZ 8-core e Xserve in commercio a 3,0 GHz 8-core. Tutte le unità sono state configurate per una ottima performance della memoria (18GB per unità a 2,93 GHz 8-core , 12GB per le unità 2,26 GHz 4-core e 16GB per le unità a 3,0 GHz 8-core). I risultati si basano sul benchmark STREAM v. 5.8 (www.cs.virginia.edu/stream/ref.html) utilizzando il supporto OMP per le build multiprocessor-compiled. Test sulle performance sono stati condotti utilizzando sistemi computer specifici e riflettono le performance approssimate di Xserve. I dati della latenza di memoria sono stati forniti da Intel.

****Test condotti da Apple nel febbraio 2009 utilizzando un Xserve pre-produzione con processore Xeon 2,93 GHz 8-core e scheda Xserve RAID. Test condotti utilizzando Iometer 2006.07.27 con un ramp-up di 30 secondi, 5 minuti di operatività, dimensione richiesta di 512KB, 4 IO rilevanti e utilizzando scrittura e lettura non-OS-cached. Sistema configurato con il sistema operativo su drive SSD Xserve. Test delle performance sono stati condotti utilizzando sistemi computer specifici e riflettono la performance approssimativa della scheda Xserve RAID. I dati di latenza media in lettura dei drive proviene dai datasheet forniti dai produttori.