ragioniamo...

Per parlare di qualsiasi altra cosa che abbia poco o niente a che fare col mondo Mac :D

Moderatore: ModiMaccanici

Avatar utente
Andrea@Mac
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 04 mar 2009 17:48
Messaggi: 1915
Località: Boston

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da Andrea@Mac »

robertos ha scritto:trovo sul sito apple, copio e incollo

IVA e fattura
Dove immetto la mia partita IVA?
Se ti serve una fattura o se stai acquistando per un’impresa, i nostri Esperti Business sono pronti ad aiutarti. Possono illustrarti le opzioni di pagamento riservate alle aziende, aiutarti a scegliere la configurazione perfetta e molto di più. Chiama il numero 800 915 911 per maggiori dettagli.
quello che citi l'ho letto, ok
già diverso tempo fa quando un ordine mi fece incazzare

tra l'altro prima, qualche anno fa, questa precisazione sul sito apple, non c'era

però rimane il fatto che devi chiamarli
e poi qui parlano riguardo il sito apple store aziende

mentre per esempio app store è frainteso che chi acquista non è azienda
perché mai dovrei chiamarli poi ?
e perché mai se io faccio un sito ecommerce invece sono obbligato a mettere il campo iva a disposizione ?
che poi in italia azienda verso azienda è d'obbligo partita iva e codice fiscale

sia chiaro, non sto cercando di "risparmiare"
mi infastidisce questo metodo disuguale e confusionario

più acquisto online e più rimango basito
Andrea@Mac | Give Peace a Chance

Avatar utente
robertos
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 17 lug 2009 18:52
Messaggi: 5487
Località: Roma

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da robertos »

Andrea@Mac ha scritto:ma se mi registro come privato non la pago...

ops... godaddy aggiunge le imposte del paese
è vero, ricordavo male

un mucchio di altri hosting come il citato hostgator e altri che conosco meglio
non inseriscono nell'ordine l'imposta
guarda che su tutto ciò che compri su apple store - hardware o software - l'iVA è già compresa, anche se accedi come privato, come è giusto che sia
in quanto "utilizzatore finale" ... no, non mi riferisco a quello... come su qualsiasi cosa compri in un negozio

e in genere tutti dovrebbero aggiungere l'imposta seguendo le regole del paese di residenza, negli USA ad esempio variandola a seconda dello stato da cui acquisti
Non forzare nessuno a passare a Mac, altrimenti diventerai suo schiavo per sempre! © franz
Fixing the world, one piece of hardware at a time. © iFixit

Avatar utente
Andrea@Mac
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 04 mar 2009 17:48
Messaggi: 1915
Località: Boston

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da Andrea@Mac »

robertos ha scritto:per andrea: l'eventuale rimborso IVA non si baserebbe sulla percentuale, bensì sull'importo... anche in italia ci sono diverse aliquote che vanno poi a formare un unico importo da versare o detrarre
la mia era una provocazione
per dire... ma perché mai il 23% ?

la fregatura dell'iva è che l'utente finale "non la vede"
mentre l'azienda sì

quindi io da utente finale che ha un'azienda mi dico
ma perché mai apple mi fa pagare il 23% ?
ma non siamo in italia ?
oppure da ignorante potrei pensare che acquistando all'estero mi costa meno (ciò che non è bene materiale)

dal noleggio itunes store
click sulle condizioni
arrivo qui
http://www.apple.com/legal/itunes/it/terms.html" onclick="window.open(this.href);return false;
dove scrivono:
"Il prezzo totale include il prezzo del prodotto e, in aggiunta, qualsiasi IVA applicabile (in vigore il giorno del download)"
detto tutto, detto niente
e comunque non mi spiegano da nessuna parte come richiedere eventuale fattura o inserimento dati fiscali
Andrea@Mac | Give Peace a Chance

Avatar utente
Andrea@Mac
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 04 mar 2009 17:48
Messaggi: 1915
Località: Boston

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da Andrea@Mac »

robertos ha scritto:
Andrea@Mac ha scritto:ma se mi registro come privato non la pago...

ops... godaddy aggiunge le imposte del paese
è vero, ricordavo male

un mucchio di altri hosting come il citato hostgator e altri che conosco meglio
non inseriscono nell'ordine l'imposta
guarda che su tutto ciò che compri su apple store - hardware o software - l'iVA è già compresa, anche se accedi come privato, come è giusto che sia
in quanto "utilizzatore finale" ... no, non mi riferisco a quello... come su qualsiasi cosa compri in un negozio

e in genere tutti dovrebbero aggiungere l'imposta seguendo le regole del paese di residenza, negli USA ad esempio variandola a seconda dello stato da cui acquisti
eppure non è così
cioè intendo... se acquisto su hostgator o su macpromo
perché non vedo l'iva ?
è già compresa ?
quanto è ?

invece non è così
prova a fare un acquisto
cambiando paese d'origine
Andrea@Mac | Give Peace a Chance

Avatar utente
robertos
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 17 lug 2009 18:52
Messaggi: 5487
Località: Roma

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da robertos »

Andrea@Mac ha scritto:
la mia era una provocazione
per dire... ma perché mai il 23% ?
e quanto sennò? vengono stabilite per legge (in questo caso irlandese) non dai singoli venditori
Andrea@Mac ha scritto: la fregatura dell'iva è che l'utente finale "non la vede"
mentre l'azienda sì
ma non la vedi neanche sul pacchetto di patatine che ti compri al bar... ma c'è e non sai neanche lì quanta
l'azienda la vede (e come sottointendi se ne avvantaggia detraendola) ma subito dopo la applica in percentuale sull'oggetto/prodotto che realizza (magari proprio grazie a quel software acquistato) e quindi alla fine come previsto, la paga l'utente finale

da wikipedia
"Funzionamento dell'IVA
L'IVA è un'imposta generale sui consumi, che colpisce solo l'incremento di valore che un bene o un servizio acquista ad ogni passaggio economico (valore aggiunto), a partire dalla produzione fino ad arrivare al consumo finale del bene o del servizio stesso.
Attraverso un sistema di detrazione e rivalsa, l'imposta grava completamente sul consumatore finale mentre per il soggetto passivo d'imposta – ad esempio l'imprenditore o il professionista – l'IVA resta neutrale.
Il soggetto passivo d'imposta, cioè colui che cede beni o servizi, può infatti detrarre l'imposta pagata sugli acquisti di beni e servizi effettuati nell'esercizio d'impresa, arte o professione, dall'imposta addebitata (a titolo di rivalsa) agli acquirenti dei beni o dei servizi prestati.
L'IVA pertanto rappresenta un costo solamente per i soggetti che non possono esercitare il diritto alla detrazione e quindi, in generale, per i consumatori finali.
Nell'applicazione dell'imposta sul valore aggiunto occorre quindi distinguere il contribuente di fatto (il consumatore finale), che pur non essendo soggetto passivo dell'imposta ne sopporta l'onere economico e il contribuente di diritto (di norma un imprenditore o un professionista) su cui gravano tutti gli obblighi del soggetto passivo d'imposta, sebbene per lui l'imposta resti neutrale dal punto di vista economico.


comunque vedi esempi pratici

Andrea@Mac ha scritto: dal noleggio itunes store
click sulle condizioni
arrivo qui
http://www.apple.com/legal/itunes/it/terms.html" onclick="window.open(this.href);return false;
dove scrivono:
"Il prezzo totale include il prezzo del prodotto e, in aggiunta, qualsiasi IVA applicabile (in vigore il giorno del download)"
detto tutto, detto niente
e comunque non mi spiegano da nessuna parte come richiedere eventuale fattura o inserimento dati fiscali
mi sembra assolutamente normale che con l'aria che tira e le varie "pezze" che mettono i governi per racimolare fondi non possano esporre il valore esatto, con il rischio di doverlo cambiare ogni cinque minuti e avere grane legali: ognuno dovrebbe informarsi di cosa è vigente in quel momento, e se sei consumatore finale potrebbe essere inutile, devi pagare

per le spiegazioni non è sufficiente quanto indicato prima (chiamare il business)?
Non forzare nessuno a passare a Mac, altrimenti diventerai suo schiavo per sempre! © franz
Fixing the world, one piece of hardware at a time. © iFixit

Avatar utente
Andrea@Mac
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 04 mar 2009 17:48
Messaggi: 1915
Località: Boston

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da Andrea@Mac »

robertos, senza spiegarmi cos'è l'iva dalla wikipedia ;-)
che mi offendi... per modo di dire perché non mi offendo nemmeno se mi ci mandi ;-)

ragioniamo...
facciamo un botta/risposta una alla volta così non creiamo casini stile facebook
dove ognuno scrive la sua e nessuno legge ;-)

allora
siamo sul sito di little snitch
mi applica l'iva al 21%
ventuno eh
è software

se scrivo che lo compro da israele mi toglie l'iva
vado avanti pago e "risparmio"

tu cosa ne pensi e come la pensi a riguardo ?

PS: seguiranno altre domande ed altre situazioni nelle quali mi trovo basito

PS: la premessa, qui alla fine ;-)
non voglio risparmiare
voglio capire cose che il commercialista mi dice "lascia perdere, ognuno applica le regole a modo suo"
Andrea@Mac | Give Peace a Chance

Avatar utente
robertos
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 17 lug 2009 18:52
Messaggi: 5487
Località: Roma

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da robertos »

Andrea@Mac ha scritto: allora
siamo sul sito di little snitch
mi applica l'iva al 21%
ventuno eh
è software

se scrivo che lo compro da israele mi toglie l'iva
vado avanti pago e "risparmio"

tu cosa ne pensi e come la pensi a riguardo ?
che stai barando! :D :D
e se sei un'azienda non lo puoi fare e in ogni caso non potresti portare il costo del bene (non solo l'imposta) in detrazione... non conviene
Non forzare nessuno a passare a Mac, altrimenti diventerai suo schiavo per sempre! © franz
Fixing the world, one piece of hardware at a time. © iFixit

Avatar utente
Andrea@Mac
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 04 mar 2009 17:48
Messaggi: 1915
Località: Boston

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da Andrea@Mac »

:-)

ok, andiamo avanti ;-)

vado su hostgator
inserisco i dati
non c'è campo iva
né per detrazione fiscale se azienda
né in altre maniere
cioè non è proprio applicata nessuna tassa di valore aggiunto

quindi suppongo che l'iva si paga solo in europa...
che dici ?

se così, come faranno ad operare nei mercati internazionali certe realtà aziendali quali hostgator ?
per esempio quando io sto registrando un dominio .it o comunque sto acquistando "dall'italia"

se così, mi immagino che ci sono situazioni (non poi così isolate e particolari) che operano in internet, che non adempiono agli obblighi di legge del Paese nel quale vendono i servizi
Andrea@Mac | Give Peace a Chance

Avatar utente
E.W.H.
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 01 nov 2009 14:44
Messaggi: 1538
Località: Genova

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da E.W.H. »

robertos ha scritto:..., negli USA ad esempio variandola a seconda dello stato da cui acquisti

Esatto..
Ricordiamoci sempre che tutti i prezzi dei siti/negozi americani sono rigorosamente "iva esclusa", in quanto la loro Tax al consumo è un'imposta che varia a seconda dello Stato in cui acquisti.
E' ovvio che una tax al consumo in media del 7% è mooolto più vantaggiosa e onesta (?) del nostro 21%!

o no?
Mac Mini (2018); iMac 27" i5 (2009); MBAir 13” i7 (2012); iPad2 (2017)
Gatto: animale con un serio talento per il disastro su larga scala.

Avatar utente
mauropasha
Stato: Non connesso
Geniale
Geniale
Avatar utente
Iscritto il: sab, 07 giu 2008 15:51
Messaggi: 13910
Località: Bari

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da mauropasha »

Per chi è così curioso di sapere a quanto ammonta la predetta tassa USA (nota come sales taxes) in Alabama oppure in Wyoming
http://en.wikipedia.org/wiki/Sales_taxe ... ted_States" onclick="window.open(this.href);return false;
mauro
se non sai cosa stai per fare, non lo fare
senza dimenticare che sbagliando s'impara

Avatar utente
E.W.H.
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 01 nov 2009 14:44
Messaggi: 1538
Località: Genova

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da E.W.H. »

Ah però... io in Florida ho pagato il 7%...

La prossima volta faccio tappa nel Delaware

:D
Mac Mini (2018); iMac 27" i5 (2009); MBAir 13” i7 (2012); iPad2 (2017)
Gatto: animale con un serio talento per il disastro su larga scala.

Avatar utente
Andrea@Mac
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 04 mar 2009 17:48
Messaggi: 1915
Località: Boston

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da Andrea@Mac »

altro esempio

Amazon.IT fa così

http://goo.gl/v22wq" onclick="window.open(this.href);return false;

Se possiedi un numero di partita IVA italiano e sei un soggetto residente in Italia, in base al nuovo testo di legge (art.17 DPR 633/1972 - art. 194 della Direttiva Europea), tutti gli obblighi fiscali saranno a tuo carico. Infatti, una volta ricevuta la fattura da Amazon.it, dovrai autofatturarti in base al meccanismo del reverse-charge.


se non leggessi tutto per bene
mi sfuggirebbe questo particolare
che può costare "caro"
(esperienza personale)

mi aspetterei da amazon.IT una fattura "italiana"
cioè un fornitore con partita iva italiana
visto che lavora nel nostro territorio
visto che possiede capannoni nel nostro territorio
visto che sto navigando su un dominio .IT
visto che dovrebbe rispettare le leggi italiane dell'e-commerce

invece no !

ed acquistare con partita iva su amazon è "penalizzante"
in termini fiscali e costi commercialista e burocratici
se poi spediscono da paesi nella blacklist (cosa che fanno tranquillamente) sono 'azzi


e poi vabbé

Non è possibile utilizzare la partita IVA quando acquisti i seguenti beni e servizi:
Iscrizione al programma Prime
Buoni Regalo
Vendita da parte di terzi diversi da Amazon.it e proprie affiliate che vendano beni o offrano servizi sul sito (IVA su articoli acquistati da venditori terzi). Per maggiori informazioni, clicca su Fatturazione ordini Marketplace.
Contenuti digitali, compresi a titolo meramente esemplificativo contenuti Kindle, gli MP3 e altri prodotti digitali simili
Andrea@Mac | Give Peace a Chance

Avatar utente
robertos
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 17 lug 2009 18:52
Messaggi: 5487
Località: Roma

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da robertos »

Andrea@Mac ha scritto:
mi aspetterei da amazon.IT una fattura "italiana"
cioè un fornitore con partita iva italiana
visto che lavora nel nostro territorio
visto che possiede capannoni nel nostro territorio
visto che sto navigando su un dominio .IT
visto che dovrebbe rispettare le leggi italiane dell'e-commerce
ciao andrea, oggi non potrò seguirti tanto :wink: però

il dominio .it non significa nulla, tu se vuoi puoi essere andrea.eu, andrea.tv o andrea.com pur risiedendo in italia
e direi che evidentemente rispetta la leggi italiane per quanto riguarda l'applicazione a società straniere
e poi è comunque difficile affermare che "lavora" nel nostro territorio essendo tutta la faccenda gestita online
e d'altra parte sul sito viene così identificata

Ragione sociale:
Amazon EU SARL è una società a responsabilità limitata di diritto lussemburghese.
Numero di registro: B-101818
5 Rue Plaetis, L-2338 Lussemburgo
Partita IVA LU 20260743

capisco che è una complicazione (e infatti per lavoro non acquisterei mai su amazon) ma è così...
se a causa di questi problemi vendessero meno, forse cambierebbero sistema, ma attualmente per loro è troppo vantaggioso!


Ah, a proposito, quando dici
se non leggessi tutto per bene mi sfuggirebbe questo particolare che può costare "caro" (esperienza personale)
Se possiedi un numero di partita IVA italiano e sei un soggetto residente in Italia, in base al nuovo testo di legge (art.17 DPR 633/1972 - art. 194 della Direttiva Europea), tutti gli obblighi fiscali saranno a tuo carico. Infatti, una volta ricevuta la fattura da Amazon.it, dovrai autofatturarti in base al meccanismo del reverse-charge.
devi tenere conto che purtroppo sei tu che dovresti conoscere le leggi in vigore e applicarle quando è il caso, loro ti forniscono solo un promemoria:
non è facile nè piacevole ed è una delle cose che complicano la vita a chi vuole fare impresa e che, per essere informati e cercare di evitare problemi, obbliga a servirsi di consulenti... e io pago!
Non forzare nessuno a passare a Mac, altrimenti diventerai suo schiavo per sempre! © franz
Fixing the world, one piece of hardware at a time. © iFixit

Avatar utente
Andrea@Mac
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 04 mar 2009 17:48
Messaggi: 1915
Località: Boston

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da Andrea@Mac »

robertos ha scritto:devi tenere conto che purtroppo sei tu che dovresti conoscere le leggi in vigore e applicarle quando è il caso, loro ti forniscono solo un promemoria: non è facile nè piacevole ed è una delle cose che complicano la vita a chi vuole fare impresa e che, per essere informati e cercare di evitare problemi, obbliga a servirsi di consulenti... e io pago!
oh yes! :-)
vabbé chiudo qui và ;-)
buona giornata e buon lavoro... fin che ce n'è...

e grazie a tutti per le risposte
Andrea@Mac | Give Peace a Chance

Avatar utente
Andrea@Mac
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 04 mar 2009 17:48
Messaggi: 1915
Località: Boston

Top

Oggetto del messaggio: Re: ragioniamo...

Messaggio da Andrea@Mac »

ohibò !

Il prezzo dei Piani Hosting non è soggetto a IVA, ai sensi dell'art.1 comma 100 L. Finanziaria 2008.”


fonte: xlogic.org/piani-hosting.html

:|
Andrea@Mac | Give Peace a Chance