Time Machine e sicurezza

Forum della MacList, la mailing list de imaccanici, e per organizzare incontriMaccanici ed eventi

Moderatore: ModiMaccanici

Avatar utente
robertocali
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 16 mar 2008 21:38
Messaggi: 2427
Località: Verona

Top

Oggetto del messaggio: Time Machine e sicurezza

Messaggio da robertocali »

Ma vi rendete conto, se io collego il mio HD esterno con dentro i BackUp di Time Machine ad un altro Mac, non mi chiede neanche la password dell'account proprietario dei file, mi lascia curiosare indisturbato! :x

Avatar utente
fragrua
Stato: Non connesso
Admin of my life
Admin of my life
Avatar utente
Iscritto il: sab, 08 ott 2005 07:00
Messaggi: 57723
Località: [k]ragnano

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da fragrua »

Si, è logico!
I file sono senza permessi.
Si presuppone che sia il proprietario a portarsi a spasso l'HD esterno.
;-)

Comunque il libro di Freccero (riletto in questi giorni) ne parla chiaramente.
http://www.imaccanici.org/article.php?s ... on-Leopard

Avatar utente
fragrua
Stato: Non connesso
Admin of my life
Admin of my life
Avatar utente
Iscritto il: sab, 08 ott 2005 07:00
Messaggi: 57723
Località: [k]ragnano

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da fragrua »

Cito dal libro:
Time Machine non permette di creare archivi
davvero sicuri, protetti, o meglio criptati: tutti i vostri dati sono visibili, offerti
alla curiosità di chiunque. Basta quindi collegare il disco rigido di backup ad un
Mac e qualunque curioso potrà ficcare il naso in cose che forse, non desiderate
far sapere in giro.
Questo accade perché la volontà di Apple era e resta quella di offrire uno
strumento intuitivo, semplice, che azzeri la curva di apprendimento. Con Time
Machine non c’è nulla da imparare: si imposta e via.


Per proteggere seriamente dei dati Marco propone la soluzione di “creare un’immagine disco criptata” e poi salvaguardarla tramite backup.

Logicamente spiega passo passo come fare.

Avatar utente
robertocali
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 16 mar 2008 21:38
Messaggi: 2427
Località: Verona

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da robertocali »

fragrua ha scritto:Si, è logico!
I file sono senza permessi.
Si presuppone che sia il proprietario a portarsi a spasso l'HD esterno.
;-)

Comunque il libro di Freccero (riletto in questi giorni) ne parla chiaramente.
http://www.imaccanici.org/article.php?s ... on-Leopard
Hai ragione, ma ci sono rimasto male...
visto che tempo fa, dopo un errore con il lancio di Boot Camp dovetti inizializzare e per poter vedere i file di TM dovevo per forza entrare come root!
chissà cosa avevo combinato prima

:?

RickS
Stato: Non connesso
Maccanico attivo
Maccanico attivo
Iscritto il: dom, 04 mag 2008 19:42
Messaggi: 491

Top

Oggetto del messaggio: Re: Time Machine e sicurezza

Messaggio da RickS »

robertocali ha scritto:Ma vi rendete conto, se io collego il mio HD esterno con dentro i BackUp di Time Machine ad un altro Mac, non mi chiede neanche la password dell'account proprietario dei file, mi lascia curiosare indisturbato! :x
Si ovvio, succede anche se io prendo l'HD interno del tuo Mac e lo monto come HD esterno suo mio Mac.
Se i dati non sono crittografati, purtroppo sono accessibili.
L'alternativa e` usare uno di quei programmi che criptano direttamente a livello di file system .
Per windows e *nix ce ne sono diversi, quelli piu` facili da usare sono ed anche piu` affidabili su windows sono PGP disk, e TrueCrypt peraltro disponibili anche su *nix.
Su Mac c'e` Truecrypt che pero` non permette di fare una partizione che al momento di venire montata richiede automaticamente la password e si decripti senza l'uso del programma, cioe` http://www.truecrypt.org/docs/?s=system-encryption
In pratica bisogna sempre usare il programma per montare le partizioni criptate.
Comunque a breve dovrebbe uscire la versione per OSX di PGP disk.

In alternativa ci sono dischi sia USB che FW che usano una criptazione HW tramite una chiavetta USB, io li ho usati e sono molto pratici, l'unico inconveniente e una leggera perdita di performances che pero su un dispositivo dedito solo al backup personale sono piu` che accettabili.