torno un istante a sorridere

Per parlare di qualsiasi altra cosa che abbia poco o niente a che fare col mondo Mac :D

Moderatore: ModiMaccanici

Avatar utente
cucaio66
Stato: Non connesso
Maccanico assiduo
Maccanico assiduo
Avatar utente
Iscritto il: dom, 20 gen 2008 11:41
Messaggi: 242
Località: Roma (ma sono di Palermo)

Top

Oggetto del messaggio: torno un istante a sorridere

Messaggio da cucaio66 »

Ciao a tutti ragazzi,
in questi lunghi giorni ho trascorso il periodo più triste della mia vita.
Mi sembrava di rivivere la perdita di mio padre, quei giorni terribili che non mi hanno fatto vivere la mia vita come avrei voluta viverla.
Mia madre dopo una grave insufficienza renale è stata portata all'ospedale perchè ha rischiato la vita. Anche se adesso le sue condizioni vanno migliorando giornalmente mi accorgo quanto sia doloroso, malgrado tanti anni, che un genitore in qualche maniera possa lasciarci.
Io ho pianto moltissimo quando tre giorni fa alle 5 del mattino l'ambulanza che la trasportava in cerca di un ospedale che potesse accoglierla (in qualsiasi ospedale di Palermo non c'era nemmeno un posto libero, nemmeno a pagarlo) girava da un ospedale all'altro. Finalmente abbiamo trovato una sistemazione a Petralia Sottana un paesino qui vicino Palermo e adesso sembra che la cosa stia andando bene, anche se ci vorrà del tempo, molto tempo prima che lei possa riprendere la sua vita di sempre.
I medici stanno facendo di tutto per scongiurare la via delle dialisi e devo dire che sono rimasto esterefatto dalla loro cortesia, da quella dei paramedici ma sopratutto dalla loro tempestività di intervento, non c'è solo malasanità in italia, esiste anche l'altra faccia della medaglia.
Capisco solo ora che cosa ho passato, guardando mia madre anche oggi pomeriggio in quel letto di ospedale ho pensato che le notti che le stiamo facendo io e la mia compagna valgono un sorriso per regalarle un attimo di gioia e spero che questa gioia, malgrado la nostra stanchezza, possa essere per lei un punto fermo per tornare a vivere.
Scusate lo sfogo, ma siete gli unici amici veri che ho.
Grazie ancora.
Vito
iMac G4 PowerPC 1GHz HD ATA 80 GB DVD RW - DW - DL LG Elettronics 1.25 GB Ram NVIDIA GeFORCE 4MX 64 MB Leopard 10.5.2

Avatar utente
fragrua
Stato: Non connesso
Admin of my life
Admin of my life
Avatar utente
Iscritto il: sab, 08 ott 2005 07:00
Messaggi: 57838
Località: [k]ragnano

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da fragrua »

Vito, ti sto vicino, immagino cosa hai provato e cosa provi adesso.
Ho ancora entrambi i genitori, ma una notte sognai di perdere mio padre, al quale sono molto legato.
Il dolore è indescrivibile, il sogno era fin troppo reale.
Da allora vivo ogni giorno come se potessi perderlo in qualsiasi momento, e lo faccio anche con mia madre.
Da allora quando posso li abbraccio e li bacio, cose che non vorrei rimpiangere di non aver potuto fare.
Da allora anche se sbagliano li capisco, e li difendo. Sempre.

Avatar utente
cucaio66
Stato: Non connesso
Maccanico assiduo
Maccanico assiduo
Avatar utente
Iscritto il: dom, 20 gen 2008 11:41
Messaggi: 242
Località: Roma (ma sono di Palermo)

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da cucaio66 »

Grazie Franz, grazie veramente di cuore, sei un amico, un vero amico.
Vito
iMac G4 PowerPC 1GHz HD ATA 80 GB DVD RW - DW - DL LG Elettronics 1.25 GB Ram NVIDIA GeFORCE 4MX 64 MB Leopard 10.5.2

Avatar utente
elia
Stato: Non connesso
Law Expert
Law Expert
Avatar utente
Iscritto il: gio, 25 ott 2007 19:44
Messaggi: 1395
Località: Napoli

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da elia »

:)
Cucaio, tutto a posto... tutto bene!
Tua madre non ti lascia e non lo farà mai.
Ricordo gli occhi di mia nonna e gli occhi di mio padre, azzurri tutti come il cielo (ed io che ho matrizzato, con i miei occhi color nocciola... mannaggia!), che guardavano dolci la vita, dolci ma anche desiderosi di andar via.
Mio padre, esteriormente agnostico, pianse solo per un attimo: era il 19 Marzo e la notizia ci colse mentre io gli stavo consegnando una penna, regalo della festa del papà. Non disse nulla, non pianse in quel momento, prendemmo solo l'auto e raggiungemmo mia nonna. Più tardi, sotto dei platani, scesero due lacrime: era il 19 marzo e mia nonna aveva sempre detto di voler morire il giorno di San Giuseppe, che nella tradizione contadina è il patrono della buona morte. Non aveva più i reni ed avrebbe potuto soffrire, invece chiuse gli occhi solo un momento.
E forse mio padre pianse perchè non riusciva a spiegarsi come un'umile contadina del 1910, che non conosceva la geografia e che, pur abitando a 60 km dal mare, non aveva mai visto una spiaggia, avesse potuto indovinare il giorno della sua morte.
Oggi anche mio padre non c'è più e mia madre scherza con la sua glicemia: certo, mi manca ed a volte mi sento come quei panni stesi a cui è rimasta solo una molletta, prima di volare via.
Poi chiudo gli occhi e mi rendo conto che la sua carezza e le sue parole sono sempre lì, impresse nel mio cuore e nel mio ricordo. Quelle non passeranno mai.
Ora tua madre è con te: io abbraccio mia madre, leaccarezzo la fronte: come lei faceva con un bambino che le correva incontro con i pantaloncini alla zuava e che tra poco le regalerà un nipotino.
:roll:
Godiamoceli, questi genitori.
E' cosa buona e giusta.

Avatar utente
fragrua
Stato: Non connesso
Admin of my life
Admin of my life
Avatar utente
Iscritto il: sab, 08 ott 2005 07:00
Messaggi: 57838
Località: [k]ragnano

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da fragrua »

come lei faceva con un bambino che le correva incontro con i pantaloncini alla zuava e che tra poco le regalerà un nipotino
Davvero sei già incinto?

Avatar utente
simkravitz
Stato: Non connesso
Utente storico
Utente storico
Avatar utente
Iscritto il: ven, 11 nov 2005 16:54
Messaggi: 669

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da simkravitz »

e chi ti ha incintato?!? :shock:

Avatar utente
elia
Stato: Non connesso
Law Expert
Law Expert
Avatar utente
Iscritto il: gio, 25 ott 2007 19:44
Messaggi: 1395
Località: Napoli

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da elia »

fragrua ha scritto:[
Davvero sei già incinto?
Io lo sono sempre stato... :lol:
...ma ora lo è anche mia moglie... quasi 4 centimetri, uagliu'... :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D

Avatar utente
Tano90
Stato: Non connesso
Maccanico Pro
Maccanico Pro
Avatar utente
Iscritto il: ven, 29 feb 2008 17:32
Messaggi: 2384
Località: Adottato dai Quartieri Spagnoli

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da Tano90 »

La cosa brutta è che la maggior parte delle volte a queste cose ci pensiamo solo quando succedono, o quando stanno per capitarci. Oppure, oltre alla famiglia, agli amici. Persone che magari non senti da tanto, ma a cui eri affezionato. quelle persone che erano soliti entrare alla seconda ora ridendo e scherzando perchè venivano da vico. era un'abitudine oramai, li apsettavi. Poi ti chiamano e ti dicono che quella persona non c'è più. Non vederla più entrare alla seconda ora. Aspettarla comunque, anche se non c'è stato niente da fare già dal primo momento. Passare nel luogo dell'incidente e ricordarla. Sopratutto quando magari in moto passi da li, oppure ti trovi un bel rettilineo vuoto davanti a te, dove far staccare la ruota anteriore da terra, o una curva, dove poter consumare le tue nike per poi mostrarle fiero ai tuoi amici. Quasi tutti i giorni pensi a lui. Durante le gite, a come ci saremmo divertiti. Rimproverare i tuoi amici che in macchina corrono. Ma dove sta sta fretta??? Lui non c'è l'aveva, eppure ci ha dovuto lasciare.

Oppure quando in discoteca fanno i cretini, litigano, vogliono "menare le mazzate", quasi come se il mio vicino di casa fosse ancora vivo. Come se quella notte a vietri sul mare non fosse successo niente.

Bisogna vivere appieno ogni giorno della nostra vita godendoci tutti i nostri affetti e portando nel cuore chi è stato più sfortunato di noi. Magari prendendoli ad esempio, per non commettere i loro errori. O di non trovarci nelle loro situazioni. Situazione che, ahimè, a volte finiscono nel peggiore dei modi.