Simbolo di divieto, una tortura.

Mac OS X e le sue Applicazioni

Moderatore: ModiMaccanici

gianlucapicci23
Apprendista Maccanico
Apprendista Maccanico
Iscritto il: gio, 20 dic 2018 19:19
Messaggi: 11
Oggetto del messaggio: Simbolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: lun, 24 dic 2018 13:05

Salve, apro un nuovo post in quanto i problemi del precedente (senza risposta) sono stati più o meno archiviati, e ora ne subentrano di nuovi. Ho un MacBook Pro Mid2012 con SSD Samsung EVO.

Combatto da un anno col simbolo di divieto che mi appare a volte quando si avvia il Mac, e dura circa 3 minuti e poi il Mac si avvia. Il computer inoltre va in blocco se lo lascio per più di 1/2 ore in stand by, e devo forzatamente riavviarlo, ripresentandosi il simbolo di divieto. Ho deciso di fare qualche prova per ovviare.

Ho cambiato SSD interno per vedere se la situazione cambia mettendo un SanDisk 240GB, inizializzato a dovere e ho provato a fare "reinstalla l'osx", ma mi da errore dicendo che non si riescono a scaricare i componenti aggiuntivi necessari. Ho provato allora a metter su un backup di TM relativo al sistema operativo Lion vuoto e senza dati (backup che ho fatto dopo aver installato su disco esterno osx da internet recovery) e anche qui mi da errore facendo riavviare il Mac. In sostanza non riesco a far partire internamente questo SSD con un OSX sopra e vedere se il problema persiste. Collegando questo SSD esternamente con l'adattatore apposito, riesco a reinstallare l'osx da zero e ad avviare il Mac con Lion, senza problemi apparenti.

Con l'SSD Samsung collegato internamente ho più o meno lo stesso problema, cioè che non riesco a reinstallare da internet recovery il sistema operativo, in quanto mi si presenta lo stesso errore che dice che non si riescono a scaricare i componenti aggiuntivi, ma di contro riesco a mettere un backup time machine di Lion.

Adesso ho sull'SSD Samsung, collegato internamente, un backup di time machine relativo a Lion, quindi pulito e senza dati, e per ora pare funzionare e questo simbolo di divieto non si presenta. Ieri ho fatto lo stesso ed ero nella medesima situazione, ma dopo aver aggiornato a Mojave sembrava tornare il simbolo di divieto in avvio. E' un po' incasinata la situazione, ma diciamo che i primi che nodi da affrontare sono:

- Mettere OSX pulito internamente all'SSD SanDisk, in modo che riesco ad avviarlo da zero e vedere se anche con altri aggiornamenti persiste il problema.
- Capire perchè su nessuno dei due SSD riesco ad installare da internet recovery il sistema operativo da zero.


Vi ringrazio per la pazienza, sperando che qualcuno passo passo mi aiuti.
J.T.Kirk
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: sab, 07 nov 2015 12:00
Messaggi: 2028
Oggetto del messaggio: Re: Simolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: lun, 24 dic 2018 15:08

1-quando hai reinstallato i vari sistemi su entrambi i dischi li hai prima inizializzati (tutto il disco o solo il volume macintosh hd)?
2-Con Lion funziona, con Mojave hai problemi, hai provato Sierra o H.Sierra?
3-Quando installi il sistema scarica l'installer, prepara la chiavetta avviabile con l'installer, avvia da chiavetta, inizializza il disco (tutto) e installa.
4-Non ti funziona internet recovery da quale sistema?
C'è differenza di comportamento della recovery tra i sistemi pre-Sierra e da Sierra in poi.
Potrebbe essersi corrotto qualche file della recovery e allora serve fare tutto nuovo.

https://support.apple.com/it-it/HT204904
"Le menti non sono vasi da riempire ma fuochi da accendere" - Plutarco
Messaggio nascosto. Agitare la bacchetta e pronunciare "Aparecium"
gianlucapicci23
Apprendista Maccanico
Apprendista Maccanico
Iscritto il: gio, 20 dic 2018 19:19
Messaggi: 11
Oggetto del messaggio: Re: Simolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: mer, 26 dic 2018 20:35

La questione è un po' articolata.

Ho inizializzato il tutto, non solo la partizione, dopodichè provo ad installare Lion internamente e mi da l'errore citato dell'impossibilità di scaricare i contenuti aggiuntivi. Il simbolo di divieto dovrebbe indicare problemi nel cercare una cartella di avvio o comunque una base per far partire il tutto, ed ho pensato potesse essere legato il problema al fatto che installo su partizione. Un ragazzo che conosco mi ha detto che dovrei inizializzare tutto via Windows per non far creare la solita partizione base ed installare poi su disco unico.

Per quanto riguarda Sierra, il problema l'ho avuto per un anno circa proprio con Sierra. Se non ricordo male il problema partì da quando provai a fare una partizione per Boot Camp e da lì sfracello con continuo simbolo di divieto. Adesso ho provato con Yosemite, e non ho visto troppi problemi, ma se abbasso lo schermo una intera notte, la mattina quando lo alzo si sente il rumore di avvio e il pc si riavvia da solo, e appare la schermata che riporta il fatto di premere un tasto per avviare il pc, dopodiché si avvia. Ho anche fatto reset PRAM e SMC.

Adesso per scrupolo ho aperto utility disco ed ho provato a verificare il disco, e mi da come segnalazione "La mappa partizioni dev'essere riparata perché esiste un problema con il file system della partizione di sistema EFI".

Ho provato ad installare il tutto tramite usb bootable ma non cambia la sostanza. Per quanto riguarda internet ricoveri non ho capito cosa intendi, cioè io spengo, tengo CMD+R e da lì parto con inizializzare il disco e reinstallare Lion. E' una situazione davvero strana e complicata, spero di poter ovviare in qualche modo perché sto impazzendo.
J.T.Kirk
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: sab, 07 nov 2015 12:00
Messaggi: 2028
Oggetto del messaggio: Re: Simolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: gio, 27 dic 2018 00:03

gianlucapicci23 ha scritto:
mer, 26 dic 2018 20:35
Per quanto riguarda internet ricoveri non ho capito cosa intendi, cioè io spengo, tengo CMD+R e da lì parto con inizializzare il disco e reinstallare Lion.
Nel link è spiegato:
https://support.apple.com/it-it/HT204904
1. Esegui l'avvio da macOS Recovery
Per eseguire l'avvio da macOS Recovery, accendi il Mac e premi immediatamente una delle seguenti combinazioni di tasti, tenendola premuta. In genere si consiglia di utilizzare Comando-R, in particolare se non hai mai installato macOS Sierra 10.12.4 o versioni successive.
Se macOS Sierra 10.12.4 o versioni successive non è mai stato installato sul Mac, macOS Recovery ha un funzionamento diverso:
L'uso di Comando-R è comunque il modo consigliato per eseguire l'avvio da macOS Recovery, in quanto garantisce che l'installazione non sia associata al tuo ID Apple, fattore importante se intendi vendere o cedere il tuo Mac.
Opzione-Comando-R installa la versione di macOS fornita con il Mac o la versione più vicina ancora disponibile.
La combinazione Maiuscole-Opzione-Comando-R non è disponibile.
gianlucapicci23 ha scritto:
mer, 26 dic 2018 20:35
Ho inizializzato il tutto, non solo la partizione, dopodichè provo ad installare Lion internamente e mi da l'errore citato dell'impossibilità di scaricare i contenuti aggiuntivi.
Come hai inizializzato tutto il disco? Da chiavetta? Perché allora installi da recovery?
gianlucapicci23 ha scritto:
mer, 26 dic 2018 20:35
Ho provato ad installare il tutto tramite usb bootable ma non cambia la sostanza.
Boot Camp è il modo migliore per incasinare il disco.

Se non hai inizializzato dalla chiavetta, il sistema viene aggiornato e i problemi al disco/partizione rimangono.
gianlucapicci23 ha scritto:
mer, 26 dic 2018 20:35
Se non ricordo male il problema partì da quando provai a fare una partizione per Boot Camp e da lì sfracello con continuo simbolo di divieto.
Adesso per scrupolo ho aperto utility disco ed ho provato a verificare il disco, e mi da come segnalazione "La mappa partizioni dev'essere riparata perché esiste un problema con il file system della partizione di sistema EFI".
Partizione EFI corrotta => Inizializzare tutto il disco da chiavetta e installare da quella il sistema operativo.

Immagine
J.T.Kirk ha scritto:
lun, 24 dic 2018 15:08
3-Scarica l'installer, prepara la chiavetta avviabile con l'installer, avvia da chiavetta, inizializza il disco (tutto) e installa.
"Le menti non sono vasi da riempire ma fuochi da accendere" - Plutarco
Messaggio nascosto. Agitare la bacchetta e pronunciare "Aparecium"
gianlucapicci23
Apprendista Maccanico
Apprendista Maccanico
Iscritto il: gio, 20 dic 2018 19:19
Messaggi: 11
Oggetto del messaggio: Re: Simolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: dom, 30 dic 2018 17:08

Ti ringrazio per tutti i chiarimenti, ma continuiamo a non capirci. Ho riscontrato tanti di quegli errori diversi e disparati che non riesco a trovare il punto di partenza per risolvere questo problema. Sono riuscito non so come a reinstallare Mojave sul Mac ma continuo ad avere lo stesso problema del simbolo di divieto che appare quando riavvio il Mac (ad esempio ho fatto reset PRAM, mi da il simbolo divieto per 2 min e poi riparte il Mac). Considerando che quel che voglio fare io è risolvere questo problema, il miglior modo per aiutarmi consiste nel dirmi una procedura da fare, la eseguo registrando con video tutto quanto e vi dico se sono riuscito a risolvere, e se da ancora errore posto qui il video.

Non trovo altre soluzioni. Quando vado in Recovery formatto il disco (in Utility mi visualizza disco e partizione annessa) da lì e dopo vado a reinstallare e mi da errore. Se invece creo una penna USB avverabile, formatto in Utility da penna avviabile (e lì mi mostra solo disco senza partizione), vado a reinstallare e quando si riavvia il Mac mi si riapre il programma della penna avviabile, come se non avessi fatto alcuna procedura.

Ripeto, il modo migliore sta nel provare varie procedure.. Aspetto suggerimenti, grazie ancora.
Simone.m
Hardware Expert
Hardware Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 20 set 2013 23:58
Messaggi: 3146
Oggetto del messaggio: Re: Simolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: dom, 30 dic 2018 22:29

Secondo me il cavo SATA che collega il disco alla scheda logica è difettoso.

Cambialo, o fallo cambiare
MacBook Pro 13" (i5 | 8GB | 256GB SSD)
iPhone SE (2017, 32GB)
gianlucapicci23
Apprendista Maccanico
Apprendista Maccanico
Iscritto il: gio, 20 dic 2018 19:19
Messaggi: 11
Oggetto del messaggio: Re: Simolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: dom, 06 gen 2019 16:01

Ho portato il Mac alla Apple perché non sapevo più come risolvere questo problema. Mi hanno detto che al livello hardware è tutto ok, e che al livello software hanno re installato il tutto da zero e risolto il problema che risiedeva in qualche errore di configurazione con la scheda logica.

Accendo il Mac, si apre il programma di installazione e installo Mojave senza problemi. Scarico Chrome, lo installo, lo apro e si blocca il Mac con la rotellina arcobaleno. Decido di riavviarlo forzatamente per vedere se il problema del divieto era davvero risolto (a me precedentemente quando nell’utilizzare il Mac si impallava con la rotellina e riavviavo forzatamente, appariva il simbolo). Riavvio e appare la mela, sospiro di sollievo, dopodiché però mi appare la schermata dove devo selezionare l’utente e mettere la password (non la classica schermata, ma proprio all’avvio). Metto la password e inizia a scorrere la classica barra di caricamento, e a circa tre quarti scompare la barra e appare il simbolo di divieto, fisso e inamovibile.


Al tecnico inizialmente ho detto che un problema poteva essere il cavo SATA, ma dopo una diagnosi ha detto che era ok e non c’erano problemi. Non capisco perché adesso riscontro il problema in questo modo..
J.T.Kirk
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: sab, 07 nov 2015 12:00
Messaggi: 2028
Oggetto del messaggio: Re: Simolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: dom, 06 gen 2019 21:42

Alla apple ti hanno reinstallato il sistema piallando il disco o hanno mantenuto i tuoi dati?
Quando lo hai ritirato si avviava normalmente?
Hai importato i dati da backup? Come?
Oltre a crome hai installato altro?
Perché Crome?
Controlla che non ci siano estensioni indesiderate.
Un controllo con Etrecheck o simili potrebbe dare indicazioni.

EtreCheck ancora usabile è questa versione 3.4.7 --> http://www.imaccanici.org/apps/EtreCheck.zip
"Le menti non sono vasi da riempire ma fuochi da accendere" - Plutarco
Messaggio nascosto. Agitare la bacchetta e pronunciare "Aparecium"
gianlucapicci23
Apprendista Maccanico
Apprendista Maccanico
Iscritto il: gio, 20 dic 2018 19:19
Messaggi: 11
Oggetto del messaggio: Re: Simolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: mer, 09 gen 2019 20:05

APPLE
Alla Apple hanno resettato tutto e reinstallato l'OS, ovviamente l'ho portato vuoto dopo aver salvato tutti i dati (questi sono al sicuro su un altro PC, sto lavorando sempre senza poter perder nulla). Quando l'ho riavviato (dopo averlo preso alla Apple) è partito il programma di installazione di Mojave, quindi installazione pulita e il Mac si è avviato. Appena avviato ho scaricato Chrome per utilizzare il Mac al livello di ricerche senza sforzarlo e si è bloccato. Non ho importato nulla da backup.

TEST
Ho provato a cambiare SSD interno, mettendo un SanDisk già citato, ma questo da sempre errore di lettura o non riesco comunque ad avviare il Mac da questo SSD, se non esternamente. Se collegato internamente, lo inizializzo e quando verifico il disco ho perennemente questo messaggio, nonostante sia stato appena inizializzato, e quando poi vado in modalità di recupero non si riesce mai a riparare il disco.

Immagine

Se installo dopo averlo inizializzato, l'installazione dell'OS si blocca, se importo dati da Time Machine, stesso discorso. Con questo SSD ho questo problema nella verifica del disco da Recovery, e dice sempre che dev'essere riparato e che Utility Disco non è in grado di farlo. Mentre l'SSD che ho sempre usato, quello Samsung, non da problemi di questo tipo ma a volte viene letto (e il Mac va che è una meraviglia) mentre altre volte no (soprattutto a seguito di riavvii forzati, ed è la situazione che mi perseguita da un anno, questo "bipolarismo nella lettura").
Ho provato e metter questo SSD SanDisk su un MacBook Pro Late 2011, e lì viene riconosciuto, formattato e verificato correttamente. Il mio Mac ha per forza qualche errore nella lettura disco ma al livello di hardware, impossibile che sia un problema software. Ho installato sull'SSD SanDisk il sistema operativo da questo MBP Late 2011 non mio, dopodichè l'ho collegato internamente al mio Mac e se avvio tenendo premuto Alt non viene riconosciuto. Se inserisco invece l'HDD originario che avevo nel mio Mac non viene visto nè tenendo premuto Alt, nè tantomeno da Utility Disco.


CONCLUSIONI
Sto facendo infinite prove per isolare questo problema, ma gli stessi dischi che monto sul mio Mac - se montati su un'altra macchina sostanzialmente uguale - non danno problemi. Così come questi dischi non danno problemi se collegati esternamente tramite adattatore. Anche io ho avuto il dubbio riguardo il cavo SATA, ma alla Apple ho avanzato questa teoria, e dopo avermi detto che non potevano far modifiche al livello hardware in quanto da me "manomesso", hanno eseguito una diagnosi per farmi un favore e l'unico problema emerso è stata la batteria in cattivo stato, mentre tutte le componenti hardware non sono state rilevate come mal funzionanti. Non so cosa pensare, so solo che il mio Mac ha evidenti problemi di lettura disco. Proverò a sostituire il cavo SATA, vi sembra una buona idea?

ULTERIORE PROVA
Un'ultima cosa che sto facendo è collegare un HDD preso dall'MBP Late 2011 sopra citato, e quindi pienamente compatibile con il mio Mac, e vedere se si ripresentano gli stessi errori, o di mancata lettura, o di simbolo di divieto.
Paolofast
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 07 gen 2018 20:00
Messaggi: 1773
Oggetto del messaggio: Re: Simolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: mer, 09 gen 2019 21:59

gianlucapicci23 ha scritto:
mer, 09 gen 2019 20:05
Proverò a sostituire il cavo SATA, vi sembra una buona idea?
I sintomi che hai descritto sono tipici di un guasto al cavo SATA.
Io proverei.
Kundalini
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 05 lug 2013 20:33
Messaggi: 702
Oggetto del messaggio: Re: Simolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: mer, 09 gen 2019 23:46

gianlucapicci23 ha scritto:
mer, 09 gen 2019 20:05

ULTERIORE PROVA
Un'ultima cosa che sto facendo è collegare un HDD preso dall'MBP Late 2011 sopra citato, e quindi pienamente compatibile con il mio Mac, e vedere se si ripresentano gli stessi errori, o di mancata lettura, o di simbolo di divieto.
Capace che quell'HD (meccanico) venga letto regolarmente. Ed invece un SSD, seppur nuovo, no.
Non è la prima volta che un cavo SATA fa lo scherzo di non vederci più, al passaggio da HD a SSD.
Per contro tocca ammettere che tu avevi già un SSD in precedenza (il Samsung EVO) e quindi non arrivi direttamente da un cambio HD/SSD e a rigor di logica il caso non rientrerebbe nell'ipotesi che ho citato sopra.
Per onestà (sì, lo so, stasera sono contorto :D ) però hai affermato che anche con questo Samsung è da circa un anno che stai lottando col simbolo di divieto.

Allora, avevi un HD, lo hai sostituito con un SSD Samsung, il problema ha cominciato a presentarsi, dopo un po' magari, e pure saltuariamente. Ti sei rotto i cojones della situazione ed hai provato a sostituire il Samsung con un Sandisk. Questo ha dato il colpo di grazia.
Ci metti dentro un HD di un altro Mac, funzionante e leggibile da quel Mac.
1) non lo legge: il colpevole è il maggiordomo, il cavo SATA, come detto anche da altri.
2) lo legge: il colpevole è sempre il maggiordomo, ovvero il cavo SATA, perché legge gli HD ma non gli SSD.

Perdona il tono, se può sembrare sarcastico, ma non lo è. Sto solo cercando di alleviare la velocità a cui immagino ti girino.

Fai ancora questa ulteriore prova e fai sapere, sono curioso di vedere come va a finire.
Se funziona, non aggiustarlo.


MBP 13" late 2010 macOS 10.12.6 Sierra
HD originale deceduto, sostituito con SSD Samsung EVO 850 da 250 GB
Motherboard riparata, aprile 2016
Upgrade RAM a 8 GB, gennaio 2018
Scialla
iOS Expert
iOS Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 12 ago 2009 19:27
Messaggi: 16469
Località: Torino
Oggetto del messaggio: Re: Simolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: gio, 10 gen 2019 09:17

Anche io propendo per il cavo SATA
 Il futuro (Apple)? Nammerda!

Di un costoso Mac si può fare a meno, di macOS no... (cit. fax)
gianlucapicci23
Apprendista Maccanico
Apprendista Maccanico
Iscritto il: gio, 20 dic 2018 19:19
Messaggi: 11
Oggetto del messaggio: Re: Simolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: gio, 10 gen 2019 11:47

Kundalini ha scritto:
mer, 09 gen 2019 23:46

Capace che quell'HD (meccanico) venga letto regolarmente. Ed invece un SSD, seppur nuovo, no.
Non è la prima volta che un cavo SATA fa lo scherzo di non vederci più, al passaggio da HD a SSD.
Per contro tocca ammettere che tu avevi già un SSD in precedenza (il Samsung EVO) e quindi non arrivi direttamente da un cambio HD/SSD e a rigor di logica il caso non rientrerebbe nell'ipotesi che ho citato sopra.
Per onestà (sì, lo so, stasera sono contorto :D ) però hai affermato che anche con questo Samsung è da circa un anno che stai lottando col simbolo di divieto.
In sintesi io ho avuto HDD originario, che ha dato il problema della cartella con punto interrogativo (il che anche potrebbe esser stato causato dal cavo SATA), ho montato un SSD per tagliare la testa al toro e da lì simbolo di divieto (non proprio saltuariamente ma molto frequente), ma in ogni caso seppur si presentava il simbolo di divieto a volte partiva e funzionava, quindi più che non funzionante poteva essere difettoso il cavo. Da qui mi è sorto il dubbio: e se fosse difettoso l'SSD Samsung? Così ho messo un SanDisk, e quest'ultimo proprio non viene considerato: viene letto ma in S.O.S non si riesce a verificarlo/ripararlo. Entrambi i dischi se collegati esternamente al Mac funzionano a meraviglia e non danno problemi di lettura/verifica e via dicendo. Se collegati in un altro Mac stesso discorso, non danno problemi.

Ho montato l'HDD di un MBP Late 2011 come ho detto prima in quanto ho appena fatto la sostituzione HDD -> SSD al computer di mia madre, e indovinate un po? Funziona a dovere (lento da morire, ma nessun simbolo di divieto o errore strano). A questo punto, posso solo concludere che è problematico il cavo SATA in quanto i sintomi ci sono tutti, ma prima farò così:

- Prendo l'SSD Samsung che ho utilizzato finora e lo monto sull'MBP 2011 di mia madre, per vedere se funziona.
- Se funziona bene, allora metto di nuovo l'SSD Samsung sul mio Mac, ma provo a mettere sempre sul mio Mac il cavo SATA dell'MBP 2011, e lì avrò il responso, cosicché saprò che il problema è quello e lo acquisterò.

Fatemi sapere se è una buona idea, spero di avvicinarmi al problema il più possibile, credetemi che sono esausto :lol:
Scialla
iOS Expert
iOS Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 12 ago 2009 19:27
Messaggi: 16469
Località: Torino
Oggetto del messaggio: Re: Simolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: gio, 10 gen 2019 11:53

E' capitato spesso a molti utenti che con l'HD meccanico tutto funzionasse e, con l'SSD, ci fossero molti problemi. Quasi tutti hanno risolto con la sostituzione del cavo SATA.

Un HD meccanico impiega una quantità del BUS di comunicazione sul cavo SATA decisamente MOLTO inferiore all'SSD che, invece, arriva a saturare completamente la banda del BUS SATA. Per questo motivo un HD meccanico può non dare problemi su un cavo SATA non perfetto mentre, un SSD, esalta qualsiasi problema esistente..
 Il futuro (Apple)? Nammerda!

Di un costoso Mac si può fare a meno, di macOS no... (cit. fax)
gianlucapicci23
Apprendista Maccanico
Apprendista Maccanico
Iscritto il: gio, 20 dic 2018 19:19
Messaggi: 11
Oggetto del messaggio: Re: Simbolo di divieto, una tortura.

Messaggio Inviato: gio, 10 gen 2019 17:54

Proprio come pensavo: ho preso il SATA dell'MBP 2011 e funzionava perfettamente reinstallando il tutto. Ne ho ordinato uno su Amazon apposito per MBP 2012, e vediamo se finalmente dopo 1 mese di lotta riesco a vincere questo problema.
Rispondi