I migliori film stranieri

Qui trovate tutto quanto si esprima con le note, le parole o le immagini.

Moderatore: ModiMaccanici

U241
Stato: Non connesso
Expert Latitante
Expert Latitante
Iscritto il: ven, 30 set 2011 17:52
Messaggi: 3648

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da U241 »

Mickie ha scritto:Ecco. Lo sapevo. Hai visto i peggiori (indipendentemente dal "botteghino") -> non piacevano neanche a lui.
Hitchcock ha attraversato diverse fasi nella sua carriera, non sono mai riuscita a contare tutti i suoi film:
http://it.wikipedia.org/wiki/Alfred_Hit ... ilmografia" onclick="window.open(this.href);return false;
Guarda l'Hitchcock inglese, quello degli anni '30 (meglio ancora da "L'uomo che sapeva troppo" a "La taverna della Giamaica"), poi mi dirai se ti sembra lo stesso di Psycho e The Birds. :wink:
mi intrometto nella discussione :D purtroppo non ho mai potuto apprezzare in pieno la filmografia del maestro, ho visto sempre spezzoni di film e mai una pellicola intera....devo provvedere subito a colmare il gap... :D :D
Cunnilingus is the new black
Un borioso egocentrico ©robertos
Un mac è per sempre, anche se tiene quasi dieci anni o' picciriddu ©pierecall
S'i fosse Apple, lo rallenterei

Avatar utente
Mickie
Stato: Non connesso
Expert Latitante
Expert Latitante
Avatar utente
Iscritto il: mar, 20 nov 2007 00:26
Messaggi: 4437

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da Mickie »

U241 ha scritto:...devo provvedere subito a colmare il gap... :D :D
Ovvio!!!
Aggiungo all'elenco di prima quelli del periodo americano dal '53 al '59, ossia da "Io confesso" a "Intrigo internzionale", che è un po' come se fosse lo "Snow Leopard" per la storia dei SO Apple, per così dire. :D

U241
Stato: Non connesso
Expert Latitante
Expert Latitante
Iscritto il: ven, 30 set 2011 17:52
Messaggi: 3648

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da U241 »

Mickie ha scritto:
U241 ha scritto:...devo provvedere subito a colmare il gap... :D :D
Ovvio!!!
Aggiungo all'elenco di prima quelli del periodo americano dal '53 al '59, ossia da "Io confesso" a "Intrigo internzionale", che è un po' come se fosse lo "Snow Leopard" per la storia dei SO Apple, per così dire. :D
devo ordinare uno di quei cofanetti con tutta la raccolta......
:D :D
Cunnilingus is the new black
Un borioso egocentrico ©robertos
Un mac è per sempre, anche se tiene quasi dieci anni o' picciriddu ©pierecall
S'i fosse Apple, lo rallenterei

Avatar utente
sistemadigitale
Stato: Non connesso
Stella nascente
Stella nascente
Avatar utente
Iscritto il: ven, 13 apr 2012 18:14
Messaggi: 565
Località: Roma/Milano

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da sistemadigitale »

Sempre dalla mia videoteca...
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
http://www.tuttosat.info" onclick="window.open(this.href);return false;
http://www.publyworld.org/" onclick="window.open(this.href);return false;

Avatar utente
Hammarby
Stato: Non connesso
Unix Expert
Unix Expert
Avatar utente
Iscritto il: gio, 29 ott 2009 14:28
Messaggi: 4666
Località: Stockholm, SE

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da Hammarby »

Il mio vicino Totoro
La città incantata
Porco Rosso
Zazie dans le metrò
L'ultima follia di Mel Brooks
Invito a cena con delitto
Uno sparo nel buio
La pantera rosa sfida l'ispettore Cluseau
Cowboy Bebop the movie
Lupin III - Il castello di Cagliostro
Lupin III - La cospirazione dei Fuma
Il compagno B
Muraglie
I diavoli volanti
C'era una volta un piccolo naviglio
Heavy Metal
Ognuno è come Dio lo ha fatto, ahimé...
...e spesso peggio.

Cervantes

Avatar utente
robertocali
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 16 mar 2008 21:38
Messaggi: 2436
Località: Verona

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da robertocali »

la quadrilogia di Alien
il favoloso mondo di Amelie
matrix
the wild one
easy rider
delicatessen

:lol:
Power Mac G4 digital audio
Mac mini 2,1
iMac 18,2
iPhone X

Avatar utente
Gattinara
Stato: Non connesso
Web&Designer Expert
Web&Designer Expert
Avatar utente
Iscritto il: gio, 11 ago 2011 15:16
Messaggi: 774
Località: Roma

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da Gattinara »

Inserisco alcuni dei film che mi capita di rivedere più spesso, un metro spesso del tutto slegato dal termine "migliore" (non reputo certo La regina d'Africa il miglior film di Huston, ma non posso fare a meno di reocchiarlo ciclicamente):
  1. L'ereditiera
  2. Giorni perduti
  3. Improvvisamente l'estate scorsa
  4. L'ombra del dubbio
  5. Suspence
  6. L'altra faccia dell'amore
  7. Le due sorelle
  8. Governante rubacuori
  9. Ero uno sposo di guerra
  10. La regina d'Africa
Mickie ha scritto:Ecco. Lo sapevo. Hai visto i peggiori (indipendentemente dal "botteghino") -> non piacevano neanche a lui.
Definire "i peggiori" Psyco e Gli uccelli mi sembra eccessivo di molto, con tutto il rispetto, Mickie :)
Oltretutto nei due film sopramenzionati lo straordinario Herrmann ha superato se stesso (ne Gli uccelli la colonna sonora è composta unicamente da versi di uccelli - reali e "artificiali").
"Chiunque è degno di un ombrello"
Nikolàj Vsévolodovic Stavrogin

"Chiunque a quarant'anni non conosce emorroidi"
Armand Vedel

Avatar utente
mauropasha
Stato: Non connesso
Geniale
Geniale
Avatar utente
Iscritto il: sab, 07 giu 2008 15:51
Messaggi: 13910
Località: Bari

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da mauropasha »

Cogliendo il suggerimento di Gattinara
Gattinara ha scritto:...la colonna sonora...
rappresenta, per me, un elemento importantissimo che sposta gli equilibri verso il gradimento o no.
Vedasi i film con le colonne di Ennio Morricone, che guardo (o forse dovrei dire ascolto?) sempre con piacere.
mauro
se non sai cosa stai per fare, non lo fare
senza dimenticare che sbagliando s'impara

Avatar utente
Mickie
Stato: Non connesso
Expert Latitante
Expert Latitante
Avatar utente
Iscritto il: mar, 20 nov 2007 00:26
Messaggi: 4437

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da Mickie »

Gattinara ha scritto:Definire "i peggiori" Psyco e Gli uccelli mi sembra eccessivo di molto, con tutto il rispetto, Mickie :)
Eheheh… grazie Gattinara per l'acuta osservazione che apprezzo con gioia. :)
"Psycho" e "Gli uccelli" (ovviamente presenti nella mia collezione di Hitchcock assieme a tutti gli altri) sono da me considerati dei veri capolavori dal punto di vista tecnico e di montaggio delle riprese, soprattutto in relazione ai mezzi dell'epoca (si pensi ad esempio alla sola scena della doccia di "Psycho"), e Gli Uccelli, da questo punto di vista, si afferma ancor più di Psycho sotto questo aspetto, come tu stessa hai giustamente evidenziato.

A questo proposito allego due citazioni di Hitchcock tratte dalla celebre intervista di François Truffaut "Il cinema secondo Hitchcock" (reperite testé su Wikipedia) rispettivamente su "Psycho" e "Gli uccelli" (il grassetto è mio):
"In Psyco del soggetto mi importa poco, dei personaggi anche: quello che mi importa è che il montaggio dei pezzi del film, la fotografia, la colonna sonora e tutto ciò che è puramente tecnico possano far urlare il pubblico. Credo sia una grande soddisfazione per noi utilizzare l’arte cinematografica per creare una emozione di massa. E con Psyco ci siamo riusciti. Non è un messaggio che ha incuriosito il pubblico. Non è una grande interpretazione che lo ha sconvolto. Non è un romanzo che ha molto apprezzato che l’ha avvinto. Quello che ha commosso il pubblico è stato il film puro."
"Facevamo veramente qualcosa di sperimentale con tutti questi suoni autentici, che poi stilizzavamo in modo da trarne maggiori effetti drammatici."
Inoltre, per quanto riguarda Psycho, al termine della lavorazione Hitchcock avrebbe voluto farne un film per la TV della durata di un'ora, ma la produzione non glielo permise, avendone intuito il potenziale successo commerciale, che arrivò ben oltre le aspettative, tanto da far coincidere spesso - purtroppo - nelle nuove generazioni, il nome di Hitchcock con tale film, al punto che, come osservava in un altro topic l'utente Kernel Panic, qualcuno successivamente ha persino avuto la sfrontatezza di paragonare a lui Dario Argento.

Se conosci e hai apprezzato "L'ombra del dubbio" (e credo anche qualcos'altro) sai di cosa parlo. E puoi quindi anche comprendere perché, se una persona (non superficiale) mi dice: "Non mi piace Hitchcock" avendo visto solo Psycho e Gli Uccelli, io non posso far leva sulle virtù di questi due film per fargli apprezzare Hitchcock, ma devo convogliarlo in altri periodi della sua carriera. :director2:

Avatar utente
Gattinara
Stato: Non connesso
Web&Designer Expert
Web&Designer Expert
Avatar utente
Iscritto il: gio, 11 ago 2011 15:16
Messaggi: 774
Località: Roma

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da Gattinara »

E' indubbiamente doveroso il cercare di instradare il buon Mauropasha ad un approfondimento :) peccato che la maggioranza dei titoli "inglesi" di Hitchcock sia stata doppiata (anzi, specifico: ridoppiata) in maniera deplorevole. Un esempio su tutti è il pregevole "Il club dei trentanove", pressoché inascoltabile con le aride voci prive di sporcature degli anni '70 (purtroppo, se affrontassimo nel dettaglio l'orrore del ridoppiaggio italico - in taluni casi criminoso, come in "C'era una volta in America" o nello sfacelo eseguito sul delizioso "Colpo di fulmine", in origine doppiato egregiamente - creeremmo un off-topic di troppo gravoso).
Un altro film suggeribile è il notevole "Paura in palcoscenico", dal contestatissimo flashback iniziale (lo stesso regista ne narrò nella nota intervista con Truffault da te già menzionata).
Per quanto concerne "L'ombra del dubbio" vi sono legata, più che per la regia, per la stupefacente interpretazione di Cotten, attore spesso segregato in caratterizzazioni di personaggi "positivi" (sono altri i film di Hitchcock che mi hanno colpita per piani-sequenza/fotografia, et cetera).
mauropasha ha scritto:Vedasi i film con le colonne di Ennio Morricone, che guardo (o forse dovrei dire ascolto?) sempre con piacere.
Vero è che è riuscito (inane opinione personale, beninteso) ad orchestrare anche ridondanti mostruosità (ne Gli intoccabili, ad esempio, con sonorità intollerabilmente coeve).
"Chiunque è degno di un ombrello"
Nikolàj Vsévolodovic Stavrogin

"Chiunque a quarant'anni non conosce emorroidi"
Armand Vedel

Avatar utente
Susanna
Stato: Non connesso
Stella nascente
Stella nascente
Avatar utente
Iscritto il: dom, 19 dic 2010 10:24
Messaggi: 984
Località: Empoli

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da Susanna »

..ecco anche la mia lista dei preferiti degli ultimi anni...in ordine sparso...

1) Il signore degli anelli
2) Harry Potter

..e se ancora state leggendo dopo il conato di vomito :lol:

3) Mare dentro
4) Volver
5) The burning plain
6) Che L'argentino e Che Guerriglia
7) La saga del Padrino
8 ) La saga di Alien
9) The Hours
10) The Others
11) Le invasioni barbariche
12) Il recente e bellissimo Hugo Cabret
13) Dracula di B. Stoker
14) The Artist
15) Colazione da Tiffany

Se sono proprio giu' di corda, per ridere mi rivedo le disavventure di Bridget Jones...mi funziona sempre!! :)

Avatar utente
Mickie
Stato: Non connesso
Expert Latitante
Expert Latitante
Avatar utente
Iscritto il: mar, 20 nov 2007 00:26
Messaggi: 4437

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da Mickie »

Gattinara ha scritto:peccato che la maggioranza dei titoli "inglesi" di Hitchcock sia stata doppiata (anzi, specifico: ridoppiata) in maniera deplorevole.
Caspita, è vero, avevo dimenticato questa cosa vergognosa che avevo appreso tramite internet, in quanto ho solo videocassette registrate dalla TV negli anni '80 - '90 e quindi esenti da questo fatto.
Non so esattamente cosa abbia spinto al ridoppiaggio, ma posso dire che in Italia avevamo (forse qualcuno c'è ancora) i migliori doppiatori, veri professionisti in grado di rendere spesso una interpretazione migliore di quella degli attori originali.
C'è persino un sito che offre un elenco dei titoli di DVD ridoppiati, in modo da starne alla larga, se possibile.
Gattinara ha scritto:Per quanto concerne "L'ombra del dubbio" […] (sono altri i film di Hitchcock che mi hanno colpita per piani-sequenza/fotografia, et cetera).
Mi avvicinai al cinema di Hitchcock non per le tecniche di ripresa, ma per la straordinaria capacità di rendere lo spettatore partecipe dell'avventura, facendogli provare in prima persona le emozioni dello stesso protagonista (il classico innocente che deve sfuggire ad intrighi e complotti). Il resto viene dopo, quando ti incuriosisci, quando vuoi approfondire, e allora magari scopri che in "Notorius" il momento di maggior phatos era dovuto ad un lungo piano-sequenza con la telecamera posizionata in un certo modo, e cose simili.

Avatar utente
Mickie
Stato: Non connesso
Expert Latitante
Expert Latitante
Avatar utente
Iscritto il: mar, 20 nov 2007 00:26
Messaggi: 4437

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da Mickie »

Aggiungo una lista di preferiti (in ordine sparso) non hitchcockiani, quotando i già citati "Il Padrino" e "L'ereditiera":

0) Duel - 1971, Steven Spielberg - consigliato
1) Casablanca - 1942, Michael Curtiz
2) Viale del Tramonto - 1950, Billy Wilder
3) Angoscia - 1944, George Cukor
4) Lo specchio della vita - 1959, Douglas Sirk (un raro caso in cui preferisco il remake all'originale del 1934)

5) Qualcuno volò sul nido del cuculo - 1975, Miloš Forman
6) Giulia - 1977, Fred Zinnemann
7) Avvenne… domani - 1944, René Clair
8 ) La casa dei nostri sogni - 1948, Henry C. Potter
9) Il postino suona sempre due volte - 1946, Tay Garnett

Avatar utente
mauropasha
Stato: Non connesso
Geniale
Geniale
Avatar utente
Iscritto il: sab, 07 giu 2008 15:51
Messaggi: 13910
Località: Bari

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da mauropasha »

Mickie ha scritto:...0) Duel - 1971, Steven Spielberg - consigliato
1) Casablanca - 1942, Michael Curtiz...
5) Qualcuno volò sul nido del cuculo - 1975, Miloš Forman...
9) Il postino suona sempre due volte - 1946, Tay Garnett
Questi piacciono anche a me, soprattutto l'ultimo.
Gattinara ha scritto:E' indubbiamente doveroso il cercare di instradare il buon Mauropasha ad un approfondimento
…mi state convincendo. Oggi mia moglie mi parlava di "Notorius", "la donna che visse due volte" e "l'uomo che sapeva troppo"
Gattinara ha scritto:
mauropasha ha scritto:Vedasi i film con le colonne di Ennio Morricone, che guardo (o forse dovrei dire ascolto?) sempre con piacere.
Vero è che è riuscito (inane opinione personale, beninteso) ad orchestrare anche ridondanti mostruosità (ne Gli intoccabili, ad esempio, con sonorità intollerabilmente coeve).
Però, in compenso c'è un Sean Connery (e anche un De Niro) tale che, anche orchestrando Al Bano (non ho mai capito se si scrive così oppure tutt'attaccato), il risultato sarebbe stato eccezionale.
mauro
se non sai cosa stai per fare, non lo fare
senza dimenticare che sbagliando s'impara

Avatar utente
Gattinara
Stato: Non connesso
Web&Designer Expert
Web&Designer Expert
Avatar utente
Iscritto il: gio, 11 ago 2011 15:16
Messaggi: 774
Località: Roma

Top

Oggetto del messaggio: Re: I migliori film stranieri

Messaggio da Gattinara »

Mickie ha scritto:Caspita, è vero, avevo dimenticato questa cosa vergognosa che avevo appreso tramite internet, in quanto ho solo videocassette registrate dalla TV negli anni '80 - '90 e quindi esenti da questo fatto.
Non so esattamente cosa abbia spinto al ridoppiaggio, ma posso dire che in Italia avevamo (forse qualcuno c'è ancora) i migliori doppiatori, veri professionisti in grado di rendere spesso una interpretazione migliore di quella degli attori originali.
C'è persino un sito che offre un elenco dei titoli di DVD ridoppiati, in modo da starne alla larga, se possibile.
Grazie moltissimo per il link, e sì, l'Italia poteva vantare doppiatori straordinari (uno dei miei preferiti era Gualtiero De Angelis) ed anche al momento dispone di alcune voci interessanti, ma purtroppo quasi assenti da "sporcature" (un tempo persino le pause tra una parola e l'altra venivano rese "pastose").
Mickie ha scritto:Mi avvicinai al cinema di Hitchcock non per le tecniche di ripresa, ma per la straordinaria capacità di rendere lo spettatore partecipe dell'avventura, facendogli provare in prima persona le emozioni dello stesso protagonista (il classico innocente che deve sfuggire ad intrighi e complotti). Il resto viene dopo, quando ti incuriosisci, quando vuoi approfondire, e allora magari scopri che in "Notorius" il momento di maggior phatos era dovuto ad un lungo piano-sequenza con la telecamera posizionata in un certo modo, e cose simili.
Indubbiamente l'interesse per la tecnica nasce al seguito del bagaglio emozionale immediato ma egualmente (pur conoscendo all'epoca ancora meno di quanto sappia attualmente sull'argomento) sin dalle prime visioni-bimbe di alcuni film di Hitchcock rimanevo suggestionata da alcune "strutture": gli accecanti colori primari di Marnie e La donna che visse due volte (lo spiazzamento cromatico del sogno e l'inevitabile senso di vertigine generato da geniali artifici che solo da adulto puoi "comprendere" (zoom avanti/carrello indietro).
L'occhio rimane colpito a prescindere dalla conoscenza tecnica delle dinamiche vicarie. Ne L'ombra del dubbio (magistrale Cotten a parte) è impossibile non rimanere impressionati dalla bizzarra reiterazione dei "fantasmi danzanti", ad esempio.
Mickie ha scritto:2) Viale del Tramonto - 1950, Billy Wilder
3) Angoscia - 1944, George Cukor
Buffa coincidenza aver menzionato Wilder in prossimità di un film (sapientemente) interpretato da Charles Boyer, attore fortemente detestato da Wilder fin dai tempi pre-registici de La porta d'oro (astio apertamente - e lepidamente - menzionato nel suo primo film, il gustosissimo Frutto proibito).
mauropasha ha scritto:Però, in compenso c'è un Sean Connery (e anche un De Niro) tale che, anche orchestrando Al Bano (non ho mai capito se si scrive così oppure tutt'attaccato), il risultato sarebbe stato eccezionale.
Oltre il cast di eccezione la regia è accattivante sin dalla prima ripresa dall'alto dal barbiere (spero che Mickie non mi lanci maledizioni: di solito gli amatori di Hitchcock deplorano persino l'esistenza di De Palma :)
"Chiunque è degno di un ombrello"
Nikolàj Vsévolodovic Stavrogin

"Chiunque a quarant'anni non conosce emorroidi"
Armand Vedel