Richiamo iMac e politiche di assistenza Apple

L'archivio del forum de iMaccanici

Moderatore: ModiMaccanici

Avatar utente
rs232
Stato: Non connesso
Apprendista Maccanico
Apprendista Maccanico
Avatar utente
Iscritto il: gio, 15 mar 2007 15:04
Messaggi: 36
Località: Napoli

Top

Oggetto del messaggio: Richiamo iMac e politiche di assistenza Apple

Messaggio da rs232 »

Sono il "fortunato" possessore di un iMac G5 oggetto di un'operazione di richiamo da parte della Apple per problemi all'alimentatore. Anzi, per essere precisi, Apple non parla di "richiamo", bensì di "Programma di estensione della copertura per la riparazione di guasti elettrici". Se a qualcuno interessa, il link è il seguente:

http://www.apple.com/it/support/imac/po ... extension/

Mi sono recato presso un Centro Apple di Napoli per avere qualche informazione preliminare, prima di portare la macchina in riparazione. La prima domanda che ho fatto, ovviamente, è stata sui tempi richiesti per l'intervento.
Il tecnico del laboratorio mi ha risposto che ci sarebbero voluti almeno 20 giorni. Ma l'uso dell'avverbio "almeno" e l'espressione sul volto del mio interlocutore mi hanno lasciato intendere che la previsione era da considerarsi molto, molto ottimistica. Allora gli ho chiesto se potevo riportarmi a casa l'iMac nell'attesa del pezzo di ricambio, ma mi è stato risposto che era assolutamente impossibile. La macchina doveva restare lì, presso di loro, inutilizzata per tutto il tempo.
Non potendo (nè volendo) fare a meno del computer per un mese o più, ho preferito rinunciare all'intervento. Anche perché il malfunzionamento che ha motivato il richiamo, nel mio caso, si è verificato solo un paio di volte ed è da tempo che non si manifesta più. Ciononostante, per mia tranquillità, avrei preferito far sostituire l'alimentatore.
Naturalmente, sono convintissimo che il tecnico abbia avuto ottime ragioni per dire le cose che ha detto (forse imposte dalle procedure della casa), ma mi sempra un comportamento illogico e poco adeguato alla situazione. Almeno in un'operazione di richiamo - nella quale l'utente-consumatore è vittima di un errore del produttore - occorrerebbe a mio avviso una maggiore disponibilità e flessibilità. Almeno credo.
Ultima modifica di rs232 il gio, 21 giu 2007 22:14, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
simkravitz
Stato: Non connesso
Utente storico
Utente storico
Avatar utente
Iscritto il: ven, 11 nov 2005 16:54
Messaggi: 669

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da simkravitz »

se ti riferisci a Golden Education, posso dirti che sono serissimi, io ho avuto l'anno scorso un problema alla scheda madre del mio iMac G5 (coperto dalla garanzia Apple estesa), e nel giro di una ventina di giorni mi hanno sostituito il tutto "aggratisse"...

Avatar utente
rs232
Stato: Non connesso
Apprendista Maccanico
Apprendista Maccanico
Avatar utente
Iscritto il: gio, 15 mar 2007 15:04
Messaggi: 36
Località: Napoli

Top

Ciao simkravitz,
ho preferito non fare nomi per ovvi motivi e, se rileggi il mio post, ho tenuto a sottolineare che:
rs232 ha scritto: Naturalmente, sono convintissimo che il tecnico abbia avuto ottime ragioni per dire le cose che ha detto (forse imposte dalle procedure della casa)
e lo confermo adesso. Dunque non è in discussione la serietà di nessuno. Ci mancherebbe altro!
Tuttavia ritengo che non sia ragionevole pretendere di trattenere una macchina funzionante per un mese, soprattutto se ciò avviene nell'ambito di un'operazione di richiamo. In fondo si tratta di un disagio provocato all'utente per colpa di un difetto di produzione ed è cosa ben diversa da un normale intervento di assistenza. Almeno in questi casi, un po' di comprensione e di flessibilità non guasterebbe. Non pensi? Ciao. :D

Avatar utente
fragrua
Stato: Non connesso
Admin of my life
Admin of my life
Avatar utente
Iscritto il: sab, 08 ott 2005 07:00
Messaggi: 57838
Località: [k]ragnano

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da fragrua »

Secondo me, Apple è una delle aziende informatica più serie, anche sotto il punto di vista dell'assistenza.
Credo tuttavia, che ci sia un controllo sul territorio molto scarso, se non addirittura inesistente. Lo dimostrano episodi come il tuo, ma anche semplici cambio della batteria di un MacBook pro che rientra nel programma di sostituzione, dove presso un rivenditore gli porti la batteria vecchia, e non sai quando la riavrai, mentre contattando direttamente la Apple Italia nel giro di tre giorni t'arriva la batteria a casa e conservi pure la vecchia come ricordo.
Insomma, la Apple ce la mette tutta, è da vedere perché ci si imbatte in questi imbuti, dove i tempi previsti non sono mai inferiori al mese.
Forse perché i rivenditori autorizzati Apple prevedono di spedire in blocco un certo numero di prodotti Apple difettati?
:wink:

dovella
Stato: Non connesso
Utente storico
Utente storico
Iscritto il: dom, 05 mar 2006 13:57
Messaggi: 98

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da dovella »

Anche secondo me, Apple è una delle aziende informatica più serie.
Però non vendono la batteria di ricambio del iPod.

Avatar utente
simkravitz
Stato: Non connesso
Utente storico
Utente storico
Avatar utente
Iscritto il: ven, 11 nov 2005 16:54
Messaggi: 669

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da simkravitz »

te lo dico in romanesco:
à dovè!,
ma allora insistisci?!?!?! :D

te lo dico in napoletano:
allora sì tuost?

deduzione:
si vede che ti stai convertendo!... altrimenti non passeresti tutto 'sto tempo su un sito-forum di appassionati della Apple...

Conclusione:
mi sa che sei pronto per il porting!!!! :P 8) :lol:

Avatar utente
creativeaddmaker
Stato: Non connesso
Apprendista Maccanico
Apprendista Maccanico
Avatar utente
Iscritto il: lun, 18 giu 2007 14:43
Messaggi: 64
Località: Napoli

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio da creativeaddmaker »

ho avuto lo stesso problema
l'ho portato in assistenza 6 giorni a casa.
non ho pagato nulla.
tutto ok
:-)