Mail ed i suoi numerosi problemi

Il mio iPhone, iPod, iPad…

Moderatore: ModiMaccanici

faxus
Pro-Expert 
Pro-Expert 
Avatar utente
Iscritto il: lun, 02 giu 2014 15:12
Messaggi: 26979
Località: Tra bufale e mare
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: dom, 09 lug 2017 12:29

GLOP ha scritto:... Qui la pazzerella è in mano a pochi (e purtroppo a quelli sbagliati)
Non ti guastare la domenica per qualche battuta...
GLOP ha scritto:... Preciso che proprio perché siamo in un forum italiano si usa per convenzione il verbo non e non l'aggettivo, così come mi fu fatto notare che non si aggiunge la "s" al plurale, perché siamo arroganti italiani e le lingue si storpiano come piace a noi, rompendo ogni regola grammaticale...
Ma se l'italiano prevede quello non è storpiare, semmai è il contrario.

Arroganti, poi...
Io direi che arrogante è chi persiste ad usare termini di altre lingue.
C'è veramente poco che non possa essere espresso nell'italiano che conoscono tutti.

Arrogante potrebbe essere, ad esempio, una persona che fa una professione del terziario, dei servizi.
Non produttiva, poco utile, sostanzialmente utilitaristica.

Che usa un linguaggio o gergo poco comprensibile, ad esempio, ad un contadino o un falegname.
Persone che producono veramente ed hanno una cultura di sostanza.

Che verrebbero spocchiosamente maltrattate perché non conoscono una lingua straniera.
Che peraltro in Italia non serve necessariamente
GLOP ha scritto:
giammyboy ha scritto:Non lo sa neanche lui...
Era di faxus la citazione
Non si deve commentare tutto ad ogni costo, qui non è Facebook. Di certo io ho la possibilità di passare oltre i contributi inutili, ma talvolta ahimè mi cade l'occhio.
Minchia! In fatto di arroganza sei quasi pari alla mia...
GLOP ha scritto:... Ma parialimo italiano il meno possibile invece, perché davvero non serve a nulla farlo. Questa presunzione sta relegando l'Italia ad un paese privo di interazioni internazionali...
Non vedo logica in questa affermazione.

Semmai è il contrario.
L'abbandono della propria cultura è la manifestazione di non averne.
È indice di scarso carattere e disponibilità alla sottomissione.

Accettare quella altrui è la svendita di tutto il proprio patrimonio.
Ed è quello che vediamo in politica, in economia e nel valore umano del nostro paese.
Uno sfacelo, un annullamento.

Per fortuna non tutti la pensano così.
E forse non tutto è perduto
GLOP ha scritto:EDIT: la prossima volta mi guarderò bene dallo scrivere qualsiasi cosa, ogni volta è come essere esposti al pubblico ludibrio di due o tre che, beati loro, hanno tanto tempo libero.
Che lamentele!

E, ammesso ma non concesso, perché non dovrebbe avere la stessa rilevanza una qualità non di merito?

Perché mai sarebbe lecito far valere la superiorità di conoscere ed usare l'inglese del gergo d'affari o non anche quello di avere del tempo in più.
Presumendo libero e non invece dedicato.

Per esempio...
Anonimo ex-utente
Expert
Expert
Iscritto il: mer, 10 giu 2009 13:37
Messaggi: 1306
Oggetto del messaggio: Re: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: dom, 09 lug 2017 14:33

Premessa: lavorando per una azienda straniera, dove la lingua professionale è l'inglese, con sedi in tutto il mondo, viaggiando per tutti i continenti per 25 giorni al mese, la mia propensione ad usare terminologia inglese è ovviamente maggiore di quella di coloro che non hanno queste abitudini.
faxus ha scritto:Ma se l'italiano prevede quello non è storpiare, semmai è il contrario.
Da questa affermazione traspare quella che io chiamo arroganza nazionalista, quella di Mussolini per l'italiano, di Hitler per il tedesco e di Franco per il castigliano. La presunzione che la propria lingua sia quella giusta da parlare e chi se ne frega se è parlata solo da 60 milioni di abitanti su 7 miliardi. Nel 2017 sarebbe il caso di pensare in termini di bilinguismo (se non addirittura di polilinguismo) piuttosto che al concetto di lingua straniera e di poter semplicemente utilizzare una o più lingue contemporaneamente nello scritto e nel parlato, come fanno tutte le altre nazioni a nord delle alpi e fuori dal mediterraneo, compreso nel Magreb. La mia personale propensione è promuovere il dialogo con chi utilizza contemporaneamente più lingue.
faxus ha scritto: Arroganti, poi...
Io direi che arrogante è chi persiste ad usare termini di altre lingue.
C'è veramente poco che non possa essere espresso nell'italiano che conoscono tutti.
Tutto può essere tradotto, accettando il compromesso di non volersi muovere dalla propria posizione neo-nazionalista anteguerra. Per fare un parallelo meno filologico e più pratico è la stessa attitudine (arroganza) di chi afferma che la pizza napoletana sia una eccellenza nel mondo, quando Domino's pizza fattura 11 miliardi di Dollari e non si compra tutte le altre pizzerie in giro nel pianeta per compassione... (Magari la pizza napoletana è la migliore per quei 60 milioni di italiani, non per i 7 miliardi di abitanti del pianeta).
faxus ha scritto: Arrogante potrebbe essere, ad esempio, una persona che fa una professione del terziario, dei servizi.
Non produttiva, poco utile, sostanzialmente utilitaristica.
Non ho capito cosa volessi dire, per cui non commento.
faxus ha scritto: Che usa un linguaggio o gergo poco comprensibile, ad esempio, ad un contadino o un falegname.
Persone che producono veramente ed hanno una cultura di sostanza.

Che verrebbero spocchiosamente maltrattate perché non conoscono una lingua straniera.
Nel 2017 se fai il contadino e non sei un ingegnere informatico che parla inglese, e la mattina vendi le tue verdure al mercato invece che convergerle nella logistica di piattaforme di distribuzione alimentare dopo aver informatizzato con machine learning e deep learning (vai traduci), più che uno che "produce veramente ed ha una cultura di sostanza" sei uno a cui il povero Mattleega con i suoi 70 anni di contributi dovrà pagare la pensione.
Credimi ho una stima umana, dal punto di vista dello spirito di abnegazione, ma socialmente quella che consideri cultura di sostanza andrebbe considerato un passatempo, un hobby.
faxus ha scritto:Che peraltro in Italia non serve necessariamente
Infatti chi non ha una cultura di sostanza, ma una arroganza tipica di chi lavora nel terziario, scappa dall'Italia per andare a lavorare per aziende che fatturano miliardi di dollari e che reinvestono in politiche sociali ed ambientalistiche seriamente. Unico vero requisito per far parte di queste aziende attivamente è parlare inglese.
GLOP ha scritto:
giammyboy ha scritto:Non lo sa neanche lui...
Mi scuso con giammyboy
faxus ha scritto: Era di faxus la citazione
Non si deve commentare tutto ad ogni costo, qui non è Facebook. Di certo io ho la possibilità di passare oltre i contributi inutili, ma talvolta ahimè mi cade l'occhio.
Minchia! In fatto di arroganza sei quasi pari alla mia...
Non posso fare a meno che quotarmi da solo:
GLOP ha scritto:Non si deve commentare tutto ad ogni costo, qui non è Facebook. Di certo io ho la possibilità di passare oltre i contributi inutili, ma talvolta ahimè mi cade l'occhio.
faxus ha scritto:
GLOP ha scritto:... Ma parialimo italiano il meno possibile invece, perché davvero non serve a nulla farlo. Questa presunzione sta relegando l'Italia ad un paese privo di interazioni internazionali...
Non vedo logica in questa affermazione.
No comment
faxus ha scritto: Semmai è il contrario.
L'abbandono della propria cultura è la manifestazione di non averne.
È indice di scarso carattere e disponibilità alla sottomissione.
L'impero romano è caduto nel 476 d.c, dopo una lunga agonia per altro...
Io mi sottometterei volentieri a paesi da cui ho culturalmente da imparare. Paesi che non votano no ad ogni referendum, paesi dove un sovrastimato paesaggio conta più della realizzazione di una infrastruttura dall'enorme utilità pubblica, paesi dove il negazionismo scientifico non propaga a livello parlamentare ed amministrativo, paesi dove non è considerato un sopruso pagare il 70% di tasse individuali. Paesi insomma che hanno abbondantemente dimostrato che nonostante abbiano 1/6 degli abitanti ed 1/3 della capacità produttiva, si viva meglio.
faxus ha scritto: Accettare quella altrui è la svendita di tutto il proprio patrimonio.
Ed è quello che vediamo in politica, in economia e nel valore umano del nostro paese.
Uno sfacelo, un annullamento.
Onestamente io non lo vedo, vedo semmai una chiusura assoluta verso le altre culture Mitteleuropee (mi perdonerai ma non credo possa dignitosamente essere tradotto con genericamente medio borghese del continente europeo).
faxus ha scritto: Per fortuna non tutti la pensano così.
E forse non tutto è perduto
Questo è un problema binario, tutti hanno una voce su internet, sui forum, su Facebook, anche a Donal Trump.
I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli. La tv aveva promosso lo scemo del villaggio rispetto al quale lo spettatore si sentiva superiore. Il dramma di Internet è che ha promosso lo scemo del villaggio a portatore di verità
ti/vi autorizzo ovviamente a pensare lo stesso di quello che dico.
faxus ha scritto:
GLOP ha scritto:EDIT: la prossima volta mi guarderò bene dallo scrivere qualsiasi cosa, ogni volta è come essere esposti al pubblico ludibrio di due o tre che, beati loro, hanno tanto tempo libero.
Che lamentele!

E, ammesso ma non concesso, perché non dovrebbe avere la stessa rilevanza una qualità non di merito?

Perché mai sarebbe lecito far valere la superiorità di conoscere ed usare l'inglese del gergo d'affari o non anche quello di avere del tempo in più.
Presumendo libero e non invece dedicato.

Per esempio...
Ma infatti, sono io che non ho tempo libero o voglia di dedicarne a rispondere del perché abbia usato streamline invece che aerodinamico. Perché è proprio qui il concetto: Streamlined vuol dire letteralmente aerodinamico, ma solo in un contesto internazionale del termine se ne comprende il significato in ambiente software, non Agile, non snello. Ammesso che si voglia accettare il contesto internazionale, ammesso che si ammetta che dopo la morte di Adriano Olivetti l'Italia sta all'informatica come l'ananas sulla pizza (pizza più venduta da Domino's in Washington DC)
faxus
Pro-Expert 
Pro-Expert 
Avatar utente
Iscritto il: lun, 02 giu 2014 15:12
Messaggi: 26979
Località: Tra bufale e mare
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: dom, 09 lug 2017 15:08

Eh... Che sproloquio...

Non penserai mica che, pur avendo del tempo libero, io stia a rispondere a tanti argomenti.
Io avevo solo controbattuto ad affermazioni fatte.
Tu apri decine di argomenti, non se ne parla proprio.

Mi qualifichi, mi insulti, mi attribuisci pensieri che supponi: arrogante nazionalista nazifascista ed altro.
Dici che le conoscenze dei contadini e degli artigiani non sono cultura, ma sono un passatempo e un hobby, il che non ha neanche un filo logico.

Sfotti i disoccupati che vanno all'estero a lavorare.
Non so se ignorando che la disoccupazione è il prodotto della svendita di questa nazione.
Svendita fatta da gente il cui valore primario è il denaro e gli affari per procurarselo.

Sembra che quello su cui hai investito sia un corso d'inglese e business administration (scusa l'inglese, ma in italiano è una parolaccia).
Cosa che ci si procura con un minimo d'impegno e un mucchietto di euro.

Se volevi dire qualcosa, non so, non ho capito.
Forse per colpa mia, ma forse no
Anonimo ex-utente
Expert
Expert
Iscritto il: mer, 10 giu 2009 13:37
Messaggi: 1306
Oggetto del messaggio: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: dom, 09 lug 2017 15:36

faxus ha scritto:
Sembra che quello su cui hai investito sia un corso d'inglese e business administration (scusa l'inglese, ma in italiano è una parolaccia).
Cosa che ci si procura con un minimo d'impegno e un mucchietto di euro.
Esatto è il mio profilo.
Ma non insulto nessuno. Ti ho chiamato nazionalista, che è un pensiero politico caratteristico di quei regimi, non un insulto (pensa se ti legge un attivista di casapound come si sente offeso).

Su tutte le tue affermazioni precedenti, glisso e continuo ad usare il mio streamlined Apple Mail
[andrea]
Expert
Expert
Iscritto il: mar, 09 dic 2008 14:17
Messaggi: 2152
Località: Kernel Linux
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: dom, 09 lug 2017 18:02

faxus glop... stica! :wink: :D

però non ho capito una cosa

uso gmail sia in pop che imap su Mail di Apple
non mi sembra d'avere i problemi citati

adesso non sono su Mac

Bonnie3 se vuoi domani posso controllare le mie impostazioni
(soprattutto credo su gmail https://mail.google.com/mail/" onclick="window.open(this.href);return false; piuttosto che su OS X)
UNIX Live Free or Die!
faxus
Pro-Expert 
Pro-Expert 
Avatar utente
Iscritto il: lun, 02 giu 2014 15:12
Messaggi: 26979
Località: Tra bufale e mare
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: dom, 09 lug 2017 19:02

GLOP ha scritto:... Ti ho chiamato nazionalista, che è un pensiero politico caratteristico di quei regimi, non un insulto (pensa se ti legge un attivista di casapound come si sente offeso)...
Veramente non capisco questo modo di postare.
Eppure c'è il tempo di pensarci.

Non sono nazionalista, non riesco a capire come qualcuno lo possa pensare.
E poi vedo che di nuovo, in modo strisciante, accenni essere un elemento caratterizzante i regimi nazifascisti.

Se vuoi dire che non parlare un gergo pseudo americano sia essere fascisti...
Non lo è per nessuno, non ho mai sentito affermare una cosa del genere.

Non vedo perché dovrei continuare a difendermi da un'accusa tanto infantile.
In qualche riga sopra hai parlato del modo di postare su FaceBook o dei social.

Ecco, ne hai fatto un esempio perfetto.
Il modo di esprimersi, dando giudizi di merito, fare accuse, supporre, è questo
Anonimo ex-utente
Expert
Expert
Iscritto il: mer, 10 giu 2009 13:37
Messaggi: 1306
Oggetto del messaggio: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: dom, 09 lug 2017 20:31

faxus ha scritto:
GLOP ha scritto:... Ti ho chiamato nazionalista, che è un pensiero politico caratteristico di quei regimi, non un insulto (pensa se ti legge un attivista di casapound come si sente offeso)...
Veramente non capisco questo modo di postare.
Eppure c'è il tempo di pensarci.

Non sono nazionalista, non riesco a capire come qualcuno lo possa pensare.
E poi vedo che di nuovo, in modo strisciante, accenni essere un elemento caratterizzante i regimi nazifascisti.

Se vuoi dire che non parlare un gergo pseudo americano sia essere fascisti...
Non lo è per nessuno, non ho mai sentito affermare una cosa del genere.

Non vedo perché dovrei continuare a difendermi da un'accusa tanto infantile.
In qualche riga sopra hai parlato del modo di postare su FaceBook o dei social.

Ecco, ne hai fatto un esempio perfetto.
Il modo di esprimersi, dando giudizi di merito, fare accuse, supporre, è questo
Io mi sono sforzato di spiegarmi, evidentemente non in maniera chiara. Premesso che conosci la stima per l'impegno che profondi nell'essere presente nel forum ed è per questo che ci tengo a chiarirmi, francamente non è pensabile che tu ti senta autorizzato a commentare con scherno ogni singolo commento che non ti aggrada pretendendo poi che non ci sia contraddittorio.

Detto questo, se convieni che le tue opinioni convergono con le caratteristiche di questo concetto: "Si definisce nazionalismo quell'insieme di idee, dottrine e movimenti che sostengono l'importanza del concetto di identità nazionale e di Nazione, intesa come collettività ritenuta depositaria di valori tipici e consolidati del patrimonio culturale e spirituale di un popolo/etnìa, essendo tale patrimonio la risultante di uno specifico percorso storico."
Allora, se la risposta è si, vi sto che:
"Nel febbraio 1923 l'Associazione Nazionalista Italiana (ANI) si fuse con il Partito Nazionale Fascista (PNF), e da allora un'unità di destini la legò al fascismo italiano."
Non credo sia sbagliato dire che sia una idea legata al regime fascista.

Non ti ho chiamato fascista, non ci penso nemmeno, ma che le cose che dici mi appaiono nazionaliste e quindi riconducibili al fascismo.

Spero di essere stato abbastanza chiaro stavolta.

Non devi difenderti, non ti accuso di nulla. Ma ho la presunzione di dire che esprimere tanto disappunto per l'uso di una parola straniera, rappresenti di per se la prima arrogante espressione di giudizio. Ed io dall'Italia me ne sono andato, quindi non offendo chi lavora all'estero. Non offendo chi lavora come contadino, ne ammiro lo spirito di abnegazione, ma non ne condivido l'esistenza, nel 2017, se non per incapacità di evolversi, che è ancora più grave di farlo per il piacere di farlo (quindi per hobby).

Oltre ogni modo, c'è da dire che grazie alla tua massiva, tempestiva e qualificata presenza su questo forum effettivamente stai ottenendo il risultato di monopolizzarlo. Ben venga, ma al contempo io credo tu stia ottenendo il risultato di far smettere gli altri di partecipare. Se i consigli che fornisco sono imprecisi o inadeguati è un discorso, se invece sono ritenuti inopportuni perché ci ho infilato una parola inglese, una considerazione antinazionalista, futurista, concettualmente a te sgradita, allora è un altro discorso. In questo caso mi sento autorizzato a risponderti. A proposito di conversazioni portare a basso livello.
faxus
Pro-Expert 
Pro-Expert 
Avatar utente
Iscritto il: lun, 02 giu 2014 15:12
Messaggi: 26979
Località: Tra bufale e mare
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: dom, 09 lug 2017 20:56

Fai delle equivalenze indebite.

- Esterofilo (o come altro vuoi definirlo) non è il contrario di nazionalista.
(e poi nazionalista non è uguale a fascista, nonostante la citazione che sei andato a cercare in giro.
Non c'è bisogno di cercare argomentazioni per una cosa così semplice)

- Impegnarsi su qualcosa, o spenderci del tempo con passione, non significa monopolizzare.

Sono tutte cose tirate per i capelli.
Sono tue opinioni, non cercare di farle passare per obiettività.

Tu non hai "infilato una parola inglese".
Spalmi sul pane il gergo di affari all'americana come un bambino cicciottello spalma la nutella a merenda.

Basta guardare la rissosa firma sotto i tuoi post farciti di termini incomprensibili ai più.
Veramente pensi che sia qualificante?
Uno_qualunque
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: lun, 12 lug 2010 09:32
Messaggi: 3111
Oggetto del messaggio: Re: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: dom, 09 lug 2017 21:16

Purtroppo è già troppo rissa e troppo 1 a 1, a me l'argomento della lingua interessava parecchio.

Anche io lavoro in ambito internazionale e tutto ciò che produco in termini di documentazione è rigorosamente in inglese. Al punto che qualche anno fa, volendo provare a cambiare lavoro, ho fatto dei colloqui in una società italiana e faticavo a trovare i termini per descrivere quello che facevo al momento.

Ma... il volere conservare l'identità di una lingua che pur cresce e si modifica nel tempo, non lo leggo come "nazionalismo", ma semplicemente come una difesa di una ricchezza culturale che non si deve imbastardire. Parlo 3 lingue e mezza e ognuna ha le sue caratteristiche e peculiarità ed è persino divertente sforzarsi di essere più precisi e puntuali in ognuna di esse, senza ricorrere a termini ormai internazionali. Certo il francese coi suoi Souris e Ordinateurs o Octet, fa un po' tenerezza.

Ma noi davvero esageriamo e tagghiamo, daunlodiamo, abbiamo una vision, andiamo in un ristorante e ci piace la lochescion, e sbagliamo incondizionatamente l'uso del "piuttosto che", è come minimo un peccato e una sciatteria.
Fate il backup, fate il backup, ricordate di fare il backup, non dimenticate di fare il backup.

"Il backup è quella cosa che andava fatta prima" (antico proverbio cinese)
Anonimo ex-utente
Expert
Expert
Iscritto il: mer, 10 giu 2009 13:37
Messaggi: 1306
Oggetto del messaggio: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: dom, 09 lug 2017 21:52

faxus ha scritto: Basta guardare la rissosa firma sotto i tuoi post farciti di termini incomprensibili ai più.
Veramente pensi che sia qualificante?
È disqualificante per chi non li capisce.

Poi c'è un limite alla mia pazienza, oltre sono costretto a fare appello al mio buonsenso. Chiusura trasmissioni.
faxus
Pro-Expert 
Pro-Expert 
Avatar utente
Iscritto il: lun, 02 giu 2014 15:12
Messaggi: 26979
Località: Tra bufale e mare
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: dom, 09 lug 2017 22:26

Disqualificante è una parola in italiano corretto.
Ma non vuol dire quello che intendevi.

Forse è meglio che lo esprimi in inglese...
Bonnie3
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: gio, 27 nov 2014 19:02
Messaggi: 5210
Oggetto del messaggio: Re: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: lun, 10 lug 2017 13:21

In tutto ciò il problema non si è risolto né in italiano né in inglese ahahahhaha :D
Nel frattempo ho eliminato l'account email.it perché riavere trecento volte indietro tutto lo spam dopo aver già eliminato le mail era alquanto palloso. Resta quindi il problema del mancato arrivo delle mail a meno che io non apra l'app...
 - MacBook Pro 15" (Mid 2009) 2,53 GHz Intel Core2Duo•4GB RAM•NVIDIA GeForce 9400M•Mavericks• - 
 - iPhone 7 Plus • 32gb • Rose gold
"L'informatica non è perfetta, figuriamoci gli utenti" © albertocchio
iMaurizio
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 12 set 2014 03:21
Messaggi: 2372
Oggetto del messaggio: Re: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: lun, 10 lug 2017 13:35

Bonnie3 ha scritto: Nel frattempo ho eliminato l'account email.it perché riavere trecento volte indietro tutto lo spam dopo aver già eliminato le mail era alquanto palloso.
Ma le hai eliminate dal server ?
Vai sul sito e fai una pulizia radicale, vedrai che le cose miglioreranno :coffee2:
[andrea]
Expert
Expert
Iscritto il: mar, 09 dic 2008 14:17
Messaggi: 2152
Località: Kernel Linux
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: lun, 10 lug 2017 14:25

io darei un occhio qui:
https://support.google.com/mail/answer/7104828?hl=it-IT" onclick="window.open(this.href);return false;

e quindi qui:
https://mail.google.com/mail/u/0/#settings/fwdandpop" onclick="window.open(this.href);return false;

da qui ovviamente:
https://mail.google.com/mail/" onclick="window.open(this.href);return false;

qui:
https://support.google.com/mail/answer/7126229" onclick="window.open(this.href);return false;

da gmail guarderei qui:
https://mail.google.com/mail/#settings/inbox" onclick="window.open(this.href);return false;


a me non sembra di riscontrare anomalie
né doppioni, né ripetersi dello spam, né problemi con i cestini di gmail
UNIX Live Free or Die!
MacAlbe
Maccanico attivo
Maccanico attivo
Avatar utente
Iscritto il: mar, 23 feb 2010 23:45
Messaggi: 484
Località: Grosseto
Oggetto del messaggio: Re: Mail ed i suoi numerosi problemi

Messaggio Inviato: dom, 24 set 2017 22:27

Per non aprire un' altra discussione mi accodo a questa.....
E' da un paio di giorni che con Mail sul mio iPhone 5 iOS 10.3.3 le email con l'account di Yahoo mi arrivano dopo 12 ore o anche di più!!
L'altra sera avevo bisogno di una foto che avevo sul mio iMac, ero fuori casa e me la sono fatta spedire, foto che per la precisione " pesava " pochissimo.
Niente con Mail non arrivava... Controllo dal web e ovviamente la email era arrivata, allegato compreso.
Ho provato a eliminare e rifare l'account, ma il problema non si è risolto.
Esiste l'app Yahoo Mail che funziona bene, ma vorrei capire perché mail fa i capricci.
Per la cronaca.....
La email è stata spedita alle 22:34 ed è arrivata alle 12: 19

Grazie
Non ti preoccupare..... Al massimo muoio!!!
Rispondi