Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Moderatore: ModiMaccanici

Avatar utente
RickS
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 04 mag 2008 19:42
Messaggi: 822

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da RickS »

Alberto.G ha scritto:
lun, 19 apr 2021 13:08
Ringrazio di cuore sia franzphone che RickS per aver dato una risposta al mio “dubbio” sull’auto con cambio automatico.
In ambito familiare, ho il fratello che ha un’auto con cambio automatico da 15 anni: assolutamente soddisfatto per la grande comodità.
Ho un cognato che vive da 15 anni a Dallas (USA). Mi dice spesso che negli USA tutti (o quasi tutti) hanno l’auto con cambio automatico.
Quelli che usano il cambio manuale sono le “mosche bianche”.

Quello che ti posso dare è la mia esperienza personale, sono passato dal cambio manuale all'automatico anni fa, e non tornerei mai indietro, sopratutto in città tra code, semafori, continui fermi e riavvii, guidare con il cambio automatico e davvero molto, ma molto più rilassante.
La cosa migliore da fare e provare l'auto scelta anche con il cambio automatico e vede come ci si sente.
*******************************
Educazione, comprensione e pazienza sono i presupposti di comunicazione riuscita
Mai confondere l'educazione con la debolezza
In caso di emergenza chiamatemi digitando sul mio avatar il numero 555-610610

Avatar utente
franzphone
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: lun, 08 dic 2014 19:07
Messaggi: 779
Località: Crans-Montana

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da franzphone »

Alberto.G ha scritto:
lun, 19 apr 2021 13:08
Ringrazio di cuore sia franzphone che RickS per aver dato una risposta al mio “dubbio” sull’auto con cambio automatico.
In ambito familiare, ho il fratello che ha un’auto con cambio automatico da 15 anni: assolutamente soddisfatto per la grande comodità.
Ho un cognato che vive da 15 anni a Dallas (USA). Mi dice spesso che negli USA tutti (o quasi tutti) hanno l’auto con cambio automatico.
Quelli che usano il cambio manuale sono le “mosche bianche”.
Sono scelte...
Mio padre ad esempio (vive in Sardegna) la vede come Scialla.
Il mio punto di vista:
Automatico
Se viaggi tanto o vivi in una città caotica o in posti con molte salite e discese.
Manuale
Se fai pochi KM e vuoi risparmiare sul lungo termine.

Anche in Svizzera come in America (oltre alle tante auto elettriche) la maggior parte delle auto sono automatiche.

Prova e testa, fatti i tuoi conti in tasca e fai la scelta razionale in base a quello che ti da la maggiore soddisfazione.
Alla fine chi la paga e chi la guida sei tu.
🤞🏻
MacBook Pro 13" M1
16GB RAM 512GB SSD
macOS Big Sur 11.3.1

Viviamo in questo mondo per imparare e per illuminarci l'un l'altro.
Wolfang Amadeus Mozart.

Avatar utente
Paolofast
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 07 gen 2018 20:00
Messaggi: 5329

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da Paolofast »

franzphone ha scritto:
lun, 19 apr 2021 17:35
Prova e testa, fatti i tuoi conti in tasca e fai la scelta razionale in base a quello che ti da la maggiore soddisfazione.
Hai centrato il problema: provare e testare, e questo vale per tutto, dai cambi automatici ai computer.
Perché purtroppo molta gente parla per partito preso, senza aver fatto confronti.
Il 99% di chi si dichiara contro il cambio automatico non lo ha mai provato, parla per puro pregiudizio.
E quando provi a mettergli davanti dei fatti, ti danno del fanboy.
*
*
“Non so tutto, so solo quello che conosco” Hanekawa Tsubasa.

Curzio
Stato: Non connesso
Type Expert
Type Expert
Iscritto il: gio, 09 lug 2009 13:15
Messaggi: 998

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da Curzio »

Paolofast ha scritto:
lun, 19 apr 2021 20:02
franzphone ha scritto:
lun, 19 apr 2021 17:35
Prova e testa, fatti i tuoi conti in tasca e fai la scelta razionale in base a quello che ti da la maggiore soddisfazione.
Hai centrato il problema: provare e testare, e questo vale per tutto, dai cambi automatici ai computer.
Perché purtroppo molta gente parla per partito preso, senza aver fatto confronti.
Il 99% di chi si dichiara contro il cambio automatico non lo ha mai provato, parla per puro pregiudizio.
E quando provi a mettergli davanti dei fatti, ti danno del fanboy.
tanto quanto parli tu in astratto e per false (e banali) generalizzazioni. e di che fatti parli, poi. hai fatto sondaggi estesi, ricerche di mercato, o più semplicemente (e probabilmente) vai a naso? tu hai per caso fatto confronti approfonditi tra automatico e manuale?
e poi, guarda, non tanto fanboy: piuttosto la tua retorica ha qualcosa di maliziosamente suasivo, di curiale, che tutto pretende di convertire con ragionevolezza alla (presunta) verità oggettiva dei fatti.
tutti devono concordare sul cambio automatico o sul saldato perché tu alla fine non mostri che l'oggettività dei fatti, ma una oggettività che postuli surrettiziamente e pretendi di dimostrare per asettiche evidenze (che guarda caso arrivano sempre a posteriori). le tue evidenze, che reclami fatti.
non ci giro intorno e non le mando a dire: al contrario di me sarai pure addentro alle cose informatiche, e avrai pure il tuo solido bagaglio di conoscenze, che rispetto assai. ma, in tutta franchezza, non mi piace il tuo modo, che presuppone sempre che gli altri insomma non capiscono e perciò occorre illuminarli... lasciami vivere nell'ignoranza, amo essere il cazzone che sono!

Avatar utente
Scialla
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 12 ago 2009 19:27
Messaggi: 17274
Località: Torino

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da Scialla »

RickS ha scritto:
lun, 19 apr 2021 12:24
Scialla ha scritto:
lun, 19 apr 2021 11:41
1. Non comprerò mai una macchina col cambio automatico per il semplice motivo che ha più manutenzione e, se non la fai, spacchi. Riparare un cambio automatico, sempre a patto di trovare qualcuno in grado di farlo, costa tanto, ma proprio tanto, spesso più del valore dell'auto non più nuova. La manutenzione costa, cambiare olio con lavaggio del cambio ogni 60 mila km costa troppo, paragonato a un manuale dove non lo cambi proprio per tutta la vita....
Poteva essere vero 15 anni fa, già 10 anni fa lo era di meno, adesso no.
Come manutenzione con i cambi moderni non c'è differenza, come durata neanche, a meno che tu una macchina non la tenga 30 anni, c'è poca differenza.
Rifare il cambio normale su una normale utilitaria o medio gamma, di 10 anni spesso non conviene economicamente per via del costo e spesso cambiarlo completamente, magari con uno usato ricondizionato, costa meno, molto meno che non mandarlo a riparare, perché le normali officine in un cambio manuale moderno, non sanno metterci le mani.
Trovare una officina competente che ti ripari davvero un cambio manuale rotto, del tipo il selettore o il sincronizzatore si sono spaccati ed i pezzi sono finiti tra le marce, oppure si sono rotte le marce, è difficile, spesso il consiglio che ti danno se la macchina e vecchia e di cercare un usato garantito o un ricondizionato.

Fonte: il mio meccanico, glielo chiesi qualche tempo fa, perché mi invischiai in una discussione uguale a questa.
PS il meccanico suddetto, mi ha detto anche che è normale vedere arrivare gente con il cambio manuale distrutto perché non hanno cambiato o controllato l'olio per 10 anni, perché non sapevano di doverlo fare.
Ho una Ford Kuga con cambio manuale.

Come manutenzione per il cambio automatico è prevista la sostituzione dell'olio ogni 60 mila km, operazione che costa circa 6-700 euro (comprensiva del lavaggio, puoi risparmiare qualcosa senza fare il lavaggio comunque consigliato); non è prevista manutenzione sul cambio manuale.
Il mio Meccanico (con la M maiuscola) mi ha già riparato il cambio (manuale) di una sportage, dove si era rotto un cuscinetto, e anche quello della Lancia Y di mia moglie.

Ribadisco, prendetevi pure i cambi automatici, io ne faccio volentieri a meno ;)

EDIT
Dimenticavo, un amico di Trento ha un furgone Wolkswagen con cambio automatico (quelli camperizzati soft non ricordo il nome del modello); ha rotto il cambio, sono pochissimi quelli che sono in grado di riparare quel cambio. Dalle sue parti risolvere gli sarebbe costato 11 mila euro (si 11000) ma qui, un amico che commercia auto, conosce uno che sistema cambi veramente in gamba, uno dei pochi in grado... e venuto a farlo riparare qui, se l'è cavata con solo 4 mila euro (si 4000) e gli è andata bene. Su quel mezzo ne valeva ancora la pena...
 Il futuro (Apple)? Nammerda!

Di un costoso Mac si può fare a meno, di macOS no... (cit. fax)

Avatar utente
Paolofast
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 07 gen 2018 20:00
Messaggi: 5329

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da Paolofast »

Curzio ha scritto:
lun, 19 apr 2021 20:41
tanto quanto parli tu in astratto e per false (e banali) generalizzazioni. e di che fatti parli, poi. hai fatto sondaggi estesi, ricerche di mercato, o più semplicemente (e probabilmente) vai a naso? tu hai per caso fatto confronti approfonditi tra automatico e manuale?
Grazie per aver confermato che io parlo di fatti: le tue argomentazioni sono esattamente quelle di chi non vuole vedere alcun fatto che non concordi alla lettera con i propri pregiudizi.
Per la cronaca, la mia fonte principale è l'ex direttore commerciale di Toyota, ma inserendo in Google le parole "cambio automatico pregiudizio", si ottengono svariate fonti.
Le prime due a caso trovate:
https://www.sicurauto.it/news/cambio-au ... in-italia/
https://www.repubblica.it/2009/03/motor ... nuale.html
Curzio ha scritto:
lun, 19 apr 2021 20:41
e poi, guarda, non tanto fanboy: piuttosto la tua retorica ha qualcosa di maliziosamente suasivo, di curiale, che tutto pretende di convertire con ragionevolezza alla (presunta) verità oggettiva dei fatti.
Cioè è un reato esporre le proprie ragioni correttamente, se queste non concordano con le tue?
Devo esporle in modo sgangherato per farti contento?
Curzio ha scritto:
lun, 19 apr 2021 20:41
tutti devono concordare sul cambio automatico o sul saldato perché tu alla fine non mostri che l'oggettività dei fatti, ma una oggettività che postuli surrettiziamente e pretendi di dimostrare per asettiche evidenze (che guarda caso arrivano sempre a posteriori). le tue evidenze, che reclami fatti.
non ci giro intorno e non le mando a dire: al contrario di me sarai pure addentro alle cose informatiche, e avrai pure il tuo solido bagaglio di conoscenze, che rispetto assai. ma, in tutta franchezza, non mi piace il tuo modo, che presuppone sempre che gli altri insomma non capiscono e perciò occorre illuminarli... lasciami vivere nell'ignoranza, amo essere il cazzone che sono!
Tutti devono concordare su una cosa: i fatti sono separati dalle opinioni.
Sui fatti non si discute, sulle opinioni sì.
Quelli che non li distinguono tra fatti e opinioni vengono chiamati analfabeti funzionale.

Se tu rileggessi quanto ho scritto, non ho mai detto che l'attuale situazione di RAM e SSD saldati mi soddisfi.
In effetti, come per il cambio automatico, non ho espresso alcuna opinione.
Ho semplicemente preso atto che questa è la situazione e mi sono chiesto:
Paolofast ha scritto:
lun, 12 apr 2021 09:57
La situazione attuale dei portatili Mac con processore M1 è questa:
Tutto saldato e non upgradabile.
Ok, ma davvero è necessario che sia upgradabile?
Ho fatto una domanda, non ho espresso un'opinione.
Ma il semplice mettere in discussione i pregiudizi degli analfabeti funzionali ha scatenato la loro rabbia.
Ho citato un fatto, cioè che da 10 anni le richieste di RAM e spazio su disco sono costanti, fatto facilmente verificabile su MacTracker, ma gli analfabeti funzionali, invece di controllare su fonti certe e facilmente controllabili un fatto, mi hanno attaccato perché il fatto contraddiceva il loro pregiudizio che in questi dieci anni la richiesta di RAM e spazio su disco siano costantemente cresciute.

Comunque, visto che ci tenete tanto, ecco le mie opinioni:
1) su un portatile di fascia bassa, che verrà usato per le sue funzioni standard e nel 99% dei casi morirà con la configurazione iniziale, evitando l'SSD sotto i 512GB, il fatto che RAM e SSD siano saldati è ininfluente.
2) su un Mac da tavolo di fascia medio/bassa, per un uso casalingo standard, ancora una volta, se si sceglie l'SSD da 512GB o meglio, da 1 TB, avere RAM e SSD saldati è ininfluente.
3) su un Mac di fascia media o alta, per un uso più professionale, la RAM non espandibile è sicuramente un problema, il disco saldato (da almeno 1TB), forse.
4) sui portatili professionali, dove la sicurezza è basilare ed il prezzo conta poco nella scelta, avere RAM e SSD saldati è una sicurezza irrinunciabile.
5) su un Mac da tavolo professionale, RAM e SSD devono essere upgradabili, senza se e senza ma.

Scrivo questo a poche ore dall'evento Apple del 20 aprile 20221, dove forse avremo una risposta su come Apple si regolerà in futuro.
Apple ha fatto e farà delle scelte che possiamo analizzare per capire il perché di queste scelte, ma attenzione, analizzare il perché di una scelta, non è, come pensano gli analfabeti funzionali con la bava alla bocca dalla rabbia, approvare queste scelte, ma semplicemente cercare di capire.
Lo psichiatra che cerca di capire un criminale, non è per questo un criminale anche lui.
Ma questo è un concetto che gli analfabeti funzionali si sforzano di non capire.

Quanto al cambio automatico.
Ho sempre avuto auto con il cambio manuale, per questioni di costo e perché fino a qualche anno fa, effettivamente, i cambi manuali erano meno affidabili.
Mi dicono che ora le cose sono cambiate, perché, non solo in Formula 1, dove i cambi automatici esistono da almeno 20 anni, esiste qualcosa che si chiama progresso tecnologico.
Ho scritto "mi dicono" perché da qualche anno mi sono reso conto che a me un'auto di proprietà non serve e tra car sharing e taxi posso soddisfare le poche esigenze che ho.
Quindi non ho alcun interesse nell'avere un'auto con cambio manuale o automatico e quindi non faccio neppure la fatica di farmi un'opinione.

Quelli che non sono analfabeti funzionali (per questi ultimi c'è poco da fare), rileggendo quanto ho scritto, si accorgeranno che il cambio automatico era solo un'esempio per parlare di chi spara giudizi senza informarsi.
Ho il massimo rispetto dell'opinione di una persona informata: se uno, dopo aver fatto prove e confronti, sceglie il cambio manuale, fa benissimo, perché quella è la scelta miglior per le sue esigenze.
Ma deve rendersi conto che ci sono persone con esigenze diverse (in questo caso la maggioranza) e rispettare le loro scelte.
Questo per gli analfabeti funzionali è inconcepibile: tutti devono concordare fino al minimo dettaglio insignificante con la propria opinione, senza possibilità di eccezione alcuna.

Insomma, se ad un analfabeta funzionale piacciono le auto viola, allora tutti devono per forza comprare auto viola, altrimenti li attaccherà con veemenza.
*
*
“Non so tutto, so solo quello che conosco” Hanekawa Tsubasa.

Curzio
Stato: Non connesso
Type Expert
Type Expert
Iscritto il: gio, 09 lug 2009 13:15
Messaggi: 998

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da Curzio »

Paolofast ha scritto:
mar, 20 apr 2021 16:50
Curzio ha scritto:
lun, 19 apr 2021 20:41
tanto quanto parli tu in astratto e per false (e banali) generalizzazioni. e di che fatti parli, poi. hai fatto sondaggi estesi, ricerche di mercato, o più semplicemente (e probabilmente) vai a naso? tu hai per caso fatto confronti approfonditi tra automatico e manuale?
Grazie per aver confermato che io parlo di fatti: le tue argomentazioni sono esattamente quelle di chi non vuole vedere alcun fatto che non concordi alla lettera con i propri pregiudizi.
Per la cronaca, la mia fonte principale è l'ex direttore commerciale di Toyota, ma inserendo in Google le parole "cambio automatico pregiudizio", si ottengono svariate fonti.
Le prime due a caso trovate:
https://www.sicurauto.it/news/cambio-au ... in-italia/
https://www.repubblica.it/2009/03/motor ... nuale.html
Curzio ha scritto:
lun, 19 apr 2021 20:41
e poi, guarda, non tanto fanboy: piuttosto la tua retorica ha qualcosa di maliziosamente suasivo, di curiale, che tutto pretende di convertire con ragionevolezza alla (presunta) verità oggettiva dei fatti.
Cioè è un reato esporre le proprie ragioni correttamente, se queste non concordano con le tue?
Devo esporle in modo sgangherato per farti contento?
Curzio ha scritto:
lun, 19 apr 2021 20:41
tutti devono concordare sul cambio automatico o sul saldato perché tu alla fine non mostri che l'oggettività dei fatti, ma una oggettività che postuli surrettiziamente e pretendi di dimostrare per asettiche evidenze (che guarda caso arrivano sempre a posteriori). le tue evidenze, che reclami fatti.
non ci giro intorno e non le mando a dire: al contrario di me sarai pure addentro alle cose informatiche, e avrai pure il tuo solido bagaglio di conoscenze, che rispetto assai. ma, in tutta franchezza, non mi piace il tuo modo, che presuppone sempre che gli altri insomma non capiscono e perciò occorre illuminarli... lasciami vivere nell'ignoranza, amo essere il cazzone che sono!
Tutti devono concordare su una cosa: i fatti sono separati dalle opinioni.
Sui fatti non si discute, sulle opinioni sì.
Quelli che non li distinguono tra fatti e opinioni vengono chiamati analfabeti funzionale.

Se tu rileggessi quanto ho scritto, non ho mai detto che l'attuale situazione di RAM e SSD saldati mi soddisfi.
In effetti, come per il cambio automatico, non ho espresso alcuna opinione.
Ho semplicemente preso atto che questa è la situazione e mi sono chiesto:
Paolofast ha scritto:
lun, 12 apr 2021 09:57
La situazione attuale dei portatili Mac con processore M1 è questa:
Tutto saldato e non upgradabile.
Ok, ma davvero è necessario che sia upgradabile?
Ho fatto una domanda, non ho espresso un'opinione.
Ma il semplice mettere in discussione i pregiudizi degli analfabeti funzionali ha scatenato la loro rabbia.
Ho citato un fatto, cioè che da 10 anni le richieste di RAM e spazio su disco sono costanti, fatto facilmente verificabile su MacTracker, ma gli analfabeti funzionali, invece di controllare su fonti certe e facilmente controllabili un fatto, mi hanno attaccato perché il fatto contraddiceva il loro pregiudizio che in questi dieci anni la richiesta di RAM e spazio su disco siano costantemente cresciute.

Comunque, visto che ci tenete tanto, ecco le mie opinioni:
1) su un portatile di fascia bassa, che verrà usato per le sue funzioni standard e nel 99% dei casi morirà con la configurazione iniziale, evitando l'SSD sotto i 512GB, il fatto che RAM e SSD siano saldati è ininfluente.
2) su un Mac da tavolo di fascia medio/bassa, per un uso casalingo standard, ancora una volta, se si sceglie l'SSD da 512GB o meglio, da 1 TB, avere RAM e SSD saldati è ininfluente.
3) su un Mac di fascia media o alta, per un uso più professionale, la RAM non espandibile è sicuramente un problema, il disco saldato (da almeno 1TB), forse.
4) sui portatili professionali, dove la sicurezza è basilare ed il prezzo conta poco nella scelta, avere RAM e SSD saldati è una sicurezza irrinunciabile.
5) su un Mac da tavolo professionale, RAM e SSD devono essere upgradabili, senza se e senza ma.

Scrivo questo a poche ore dall'evento Apple del 20 aprile 20221, dove forse avremo una risposta su come Apple si regolerà in futuro.
Apple ha fatto e farà delle scelte che possiamo analizzare per capire il perché di queste scelte, ma attenzione, analizzare il perché di una scelta, non è, come pensano gli analfabeti funzionali con la bava alla bocca dalla rabbia, approvare queste scelte, ma semplicemente cercare di capire.
Lo psichiatra che cerca di capire un criminale, non è per questo un criminale anche lui.
Ma questo è un concetto che gli analfabeti funzionali si sforzano di non capire.

Quanto al cambio automatico.
Ho sempre avuto auto con il cambio manuale, per questioni di costo e perché fino a qualche anno fa, effettivamente, i cambi manuali erano meno affidabili.
Mi dicono che ora le cose sono cambiate, perché, non solo in Formula 1, dove i cambi automatici esistono da almeno 20 anni, esiste qualcosa che si chiama progresso tecnologico.
Ho scritto "mi dicono" perché da qualche anno mi sono reso conto che a me un'auto di proprietà non serve e tra car sharing e taxi posso soddisfare le poche esigenze che ho.
Quindi non ho alcun interesse nell'avere un'auto con cambio manuale o automatico e quindi non faccio neppure la fatica di farmi un'opinione.

Quelli che non sono analfabeti funzionali (per questi ultimi c'è poco da fare), rileggendo quanto ho scritto, si accorgeranno che il cambio automatico era solo un'esempio per parlare di chi spara giudizi senza informarsi.
Ho il massimo rispetto dell'opinione di una persona informata: se uno, dopo aver fatto prove e confronti, sceglie il cambio manuale, fa benissimo, perché quella è la scelta miglior per le sue esigenze.
Ma deve rendersi conto che ci sono persone con esigenze diverse (in questo caso la maggioranza) e rispettare le loro scelte.
Questo per gli analfabeti funzionali è inconcepibile: tutti devono concordare fino al minimo dettaglio insignificante con la propria opinione, senza possibilità di eccezione alcuna.

Insomma, se ad un analfabeta funzionale piacciono le auto viola, allora tutti devono per forza comprare auto viola, altrimenti li attaccherà con veemenza.
Beato te. Mazel tov!

Avatar utente
mattleega
Stato: Non connesso
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 18688

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da mattleega »

Per quanto riguarda i computer, rifiuto ogni macchina su cui non si possa intervenire.

Per quanto riguarda paolofast: se invece di scrivere l'irritante "analfabeti funzionali" usasse ad esempio "molti", si tirerebbe addosso meno della metà degli insulti che sento volare via web oltre a rendersi meno sgradevole e palloso. 8) :lol:

Per quanto riguarda il cambio automatico:
da appassionato di auto sportive, ho sempre schifato i cambi automatici.
Oggi però, sono diventati tanto sofisticati da meritare il mio rispetto.

Sempre precisi, mai uno strappo, veramente ti scordi di cosa voglia dire cambiare.
Però...
costano di più, richiedono maggior manutenzione e i consumi di carburante sono leggermente superiori.
Sempre che, guidando col manuale, non vi distraiate e non lo usiate male. Allora i consumi di carburante si pareggiano e, probabilmente, anche l'usura.
Piccola incisa sulla manutenzione: sostituire l'olio e fare il lavaggio intermedio, costa cifre spropositate solo se li fate fare da certe officine delle solite case costruttrici ladrone che chiedono un mille per un normale tagliando. :thefinger:
Quando per un normale tagliando vi chiedono più di 3/400 euro,* conviene guardarsi attorno e NON portare li l'auto a fare la sostituzione dell'olio del cambio.
Anzi, non portarcela in assoluto se non per mancanza di alternative.

Una cosa ancora vorrei dire: oggi le auto sportive, quelle cioè che potrebbero far pensare al piacere di usare un bel cambio manuale, sono diventate talmente potenti che, una cambiata manuale mal fatta per un attimo di distrazione, rischia di provocare la bruciatura della frizione.
Un divertimento in più, quindi, nel inanellare curve pennellate e cambiate "musicali", ma...
Occhio al telefonino e alle cosce della passeggera.

Il cambio automatico, invece, non sbaglia mai.

Morale: nel mezzo del cammin della mia vita, :D
fermo restando il piacere di cambiare a mio piacimento e discrezione,
non potendo folleggiare su stradine di campagna
(non è vero!)
il cambio automatico fa ormai parte, su alcuni mezzi e pensando a molti percorsi reali anche su altri, della quotidianità.

Certo, una vecchia Lotus Seven con 200 imbizzarriti cavalli su 600kg di peso, che estrai dal fodero quando vuoi inimicarti il mondo, DEVE avere ancora un bel cambio manuale.
Non potrebbe essere diversamente.

La McLaren con passeggera scosciata a bordo e 700 furiosi cavalloni, ormai pretende l'automatico.
E, se hai la McL e la PSab, cosa te ne frega di quanto costa cambiare l'olio del cambio a 60.000Km?
Tanto, quasi mai arrivi a farli. :lol: :lol:

*In Porsche, la mano d'opera "specializzata" della casa, costava, anni fa, 90€/h. Poi, andando a vedere, l'olio e i filtri se non peggio, ma quello non l'ho visto, li facevano cambiare ai garzoni di 18 anni.
E le prime due candele, quelle la in fondo, scomodissime, in otto tagliandi, non sono mai state cambiate.
Non facciamoci prendere per il cucciolo.
Ultima modifica di mattleega il mar, 20 apr 2021 20:35, modificato 1 volta in totale.
...

L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.

Curzio
Stato: Non connesso
Type Expert
Type Expert
Iscritto il: gio, 09 lug 2009 13:15
Messaggi: 998

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da Curzio »

Allo sgradevole aggiungerei palloso...

Avatar utente
RickS
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 04 mag 2008 19:42
Messaggi: 822

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da RickS »

emmm.

Scusate ma io quando si parlava di auto con il cambio automatico mi riferivo a normali auto, per comuni mortali, che la usano per comuni cose mortali, tipo andare a lavoro, a fare la spesa, ecc.
*******************************
Educazione, comprensione e pazienza sono i presupposti di comunicazione riuscita
Mai confondere l'educazione con la debolezza
In caso di emergenza chiamatemi digitando sul mio avatar il numero 555-610610

Avatar utente
mattleega
Stato: Non connesso
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 18688

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da mattleega »

Ok, editato il messaggio e aggiunta parte in grassetto. :wink:
...

L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.

Avatar utente
mattleega
Stato: Non connesso
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 18688

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da mattleega »

RickS ha scritto:
mar, 20 apr 2021 20:36
emmm.

Scusate ma io quando si parlava di auto con il cambio automatico mi riferivo a normali auto, per comuni mortali, che la usano per comuni cose mortali, tipo andare a lavoro, a fare la spesa, ecc.
Perché, portare a spasso la Squinzia, non fa parte delle comuni cose mortali?
Infatti, anche in quel caso, considero utile l'uso "dell'automatico" :lol: :lol: :lol:

In realtà, il manuale offre il rischio che, preso dalla foga :shock: della guida, la mano scivoli dal pomello del cambio e, INAVVERTITAMENTE, vada a sfiorare la di Lei summenzionata coscia.
Bah, vexata quaestio. :roll:

Comunque, ho anche scritto: il cambio automatico fa ormai parte, su alcuni mezzi e pensando a molti percorsi reali anche su altri, della quotidianità.
Ultima modifica di mattleega il mar, 20 apr 2021 20:46, modificato 2 volte in totale.
...

L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.

Avatar utente
RickS
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 04 mag 2008 19:42
Messaggi: 822

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da RickS »

mattleega ha scritto:
mar, 20 apr 2021 20:40
RickS ha scritto:
mar, 20 apr 2021 20:36
emmm.

Scusate ma io quando si parlava di auto con il cambio automatico mi riferivo a normali auto, per comuni mortali, che la usano per comuni cose mortali, tipo andare a lavoro, a fare la spesa, ecc.
Perché, portare a spasso la Squinzia, non fa parte delle comuni cose mortali?
Infatti, anche in quel caso, considero utile l'uso "dell'automatico" :lol: :lol: :lol:
Si è portarla fuori con la McL che almeno per me non lo è.
E poi cambio o no non avrei (più) i riflessi per guidarla, la McL intendo.
*******************************
Educazione, comprensione e pazienza sono i presupposti di comunicazione riuscita
Mai confondere l'educazione con la debolezza
In caso di emergenza chiamatemi digitando sul mio avatar il numero 555-610610

Avatar utente
mattleega
Stato: Non connesso
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 18688

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da mattleega »

Quindi, problema risolto. :wink:

Sempre forti iMaccanici.
Nessun problema resta senza soluzione.
...

L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.

Avatar utente
Paolofast
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 07 gen 2018 20:00
Messaggi: 5329

Top

Oggetto del messaggio: Re: Strategia di acquisto di un nuovo MacBook

Messaggio da Paolofast »

mattleega ha scritto:
mar, 20 apr 2021 19:07
Per quanto riguarda paolofast: se invece di scrivere l'irritante "analfabeti funzionali" usasse ad esempio "molti", si tirerebbe addosso meno della metà degli insulti che sento volare via web oltre a rendersi meno sgradevole e palloso. 8) :lol:
Sarò palloso, ma preferisco usare il termine tecnicamente più esatto.
Quando uno non capisce il testo che legge, non distingue i fatti dalle fantasie, forma le sue opinioni su pregiudizi rifiutando e negando l'evidenza dei fatti reali, è un analfabeta funzionale.
Che poi ce ne siano molti, quello è indubbio. :D

E poi te l'ho detto, Matt: tu non sei un analfabeta funzionale, tu sei un paranoico, è una cosa diversa. :D
*
*
“Non so tutto, so solo quello che conosco” Hanekawa Tsubasa.