I fondamentalisti degli aggiornamenti tecnologici

Tutto ciò che c'è di nuovo nel mondo della mela

Moderatore: ModiMaccanici

Avatar utente
faxus
Stato: Non connesso
Pro-Expert 
Pro-Expert 
Avatar utente
Iscritto il: lun, 02 giu 2014 15:12
Messaggi: 30459
Località: Circondato dalle bufale

Top

mattleega ha scritto:Quando i celoduristi dell'aggiornamento mi spiegheranno cos'hanno guadagnato continuando a cambiare,
quando riterrò indispensabili le novità che loro hanno acquisito,
quando valuterò gli eventuali vantaggi acquisiti superiori ai rompimenti di palle necessari ad aggiornare,
quando riterrò di dover spendere soldi per aggiornare, conseguentemente, tutte le app che ho e che funzionano perfettamente,
quando riterrò di dover perdere tempo prezioso sottraendolo all'abituale cazzeggio per imparare ad usare le inutili funzioni, che non mi mancano, insite nelle app aggiornate...
Ho guadagnato tanto che tu non lo riesci a immaginare.

Prima di tutto professionalmente, lavoro (dovrei lavorare, perché ancora sto in convalescenza) per il web.
Devo fare le cose come le vedono e le processano tutti, non soltanto quattro vecchi gatti tecnomisogini.

Le novità (una volta novità, ora sono caratteristiche di base) sono la facilità, la velocità, l'elasticità.
Le funzioni innumerevoli aggiunte fra cui trovo quelle che proprio fanno al caso mio.
Gli strumenti tecnici che prima non c'erano per fare alcune attività.

Soprattutto tutto quello che mi mette al riparo da perdite, rotture, dimenticanze ed errori...

Ma più di tutti è che godo, mi piace aggiornare, farlo in modo spericolato e con perizia.
Perché lo so fare ed imparo a farlo sempre meglio.
Ci guadagno anche, in qualità della vita, in aumento della capacità di stile ed applicazione tecnica.
Ce l'ho duro? Mbè... E allora?

E non mi stancherò mai di farlo.
Quando non lo farò più è perché sarò polvere in un vasetto su un ripiano di marmo.

Un ripiano, sì, ma quello più in alto...
mattleega ha scritto:...Quando si romperà, forse, ne compererò uno nuovo, forzatamente aggiornato...
Fallo in anticipo.
In un giorno di calma, di bel tempo e di sconti.

Perché se aspetti ti si può rompere in giorni di affollamento o negozi chiusi.
Quando il nuovo Mac uscirà dopo un mese e quello che ti serve non c'è.
I prezzi saranno altissimi e magari piove pure e a te si è rotto l'ombrello...

Avatar utente
mattleega
Stato: Non connesso
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 19734

Top

Oggetto del messaggio: Re: I fondamentalisti degli aggiornamenti tecnologici

Messaggio da mattleega »

faxus ha scritto:...Ma più di tutti è che godo, mi piace aggiornare, farlo in modo spericolato e con perizia.
Perché lo so fare ed imparo a farlo sempre meglio.
Ci guadagno anche, in qualità della vita, in aumento della capacità di stile ed applicazione tecnica...

Questo è il vero nocciolo del problema.

Se mi divertissi anch'io, mi compererei un cesso di pc che i guai me li trova da solo pluri-quotidianamente.
In alternativa potrei evolvermi e giocare con Linux.

Invece volevo un computer per poter fare quello che mi pare senza dovermi preoccupare di come fa a farlo ed ho scelto un Mac.
Non capisco perché dovrei sobbarcarmi la problematica di un puzzolente pc dopo aver pagato un extra prezzo per non aver problemi.

Però è una mia opinione, che condivido quando mi sfruculiano, senza pretendere che altri siano della stessa opinione.
faxus ha scritto:
mattleega ha scritto:...Quando si romperà, forse, ne compererò uno nuovo, forzatamente aggiornato...
Fallo in anticipo.
In un giorno di calma, di bel tempo e di sconti.

Perché se aspetti ti si può rompere in giorni di affollamento o negozi chiusi.
Quando il nuovo Mac uscirà dopo un mese e quello che ti serve non c'è.
I prezzi saranno altissimi e magari piove pure e a te si è rotto l'ombrello...
Echissenefrega.
Per qualche giorno iMaccanici tireranno un sospiro di sollievo non avendo a che fare con me.
Inoltre, non sono uso fasciarmi la testa prima di rompermela.
Precauzioni si, paranoie no.
...

L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.

Una delle più importanti differenze tra uomini e animali è che questi ultimi non permettono, al più idiota tra loro, di diventare capo branco.

Avatar utente
mattleega
Stato: Non connesso
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 19734

Top

Oggetto del messaggio: Re: I fondamentalisti degli aggiornamenti tecnologici

Messaggio da mattleega »

fragrua ha scritto:Matt la tua macchina è troppo vecchia (precedente al 2009). Se aggiorni, pur mettendo una memoria SSS, corri il rischio di "perdere" le scheda grafica. Valuterei l'acquisto di un altro Mac, magari usato di un paio di anni, per provare il piacere dei nuovi OS X e macOS.
Credimi, tutti gli altri precedenti faranno una certa tenerezza, come se adesso provassi il 9. ;)

E secondo te, pur disponendo di una macchina che ancora mi soddisfa in pieno e che funziona perfettamente, dovrei ingrassare i già obesi porci solo per il gusto di provare il brivido di sistemi operativi scalcinati e caracollanti?

Lasciamici pensare un momentino ma credo che la risposta sarà:

No grazie.

P.S. Contenta Michie :?: Hai visto come ho risposto educatamente :?:
Sto migliorando ( a tuo modo di vedere) :?:

P.P.S. A volte, su un vecchio Mac perfettamente funzionante dopo 25 anni, provo ad usare il 9. Per quello che devo fare io, andrebbe ancora benone. Rompono le balle solo le connessioni SCSI e la mancanza di porte USB.
Per il resto, rinnovo la mia incredulità sul quanto fosse avanti Apple allora e quanto sia caduta in basso oggi o, se preferisci, quanto si siano evoluti gli avversari aprofittando di una dirigenza incapace addormentata sugli allori e gli utili derivati dagli icosi con conseguenti dividendi miliardari.
Persino i lettori di floppy, pur dopo essersi sorbiti migliaia di dischetti, continuano a funzionare perfettamente, non come le unità combo che apple vi (ci) ha fatto profumatamente pagare ma che non funzionano. (il mio però funziona ancora :D :D )

Ah già, dimenticavo, secondo il guru che si lavava poco, le unità disco non servono più.
Il "pensiero diverso" impone la nuvola (sua, così può leggersi tutti i cazzi vostri anche se non siete connessi).

Però, visto che tutti avete abboccato, il "pensiero diverso", in cosa consiste?

:roll: Forse nel mio.
...

L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.

Una delle più importanti differenze tra uomini e animali è che questi ultimi non permettono, al più idiota tra loro, di diventare capo branco.

Avatar utente
faxus
Stato: Non connesso
Pro-Expert 
Pro-Expert 
Avatar utente
Iscritto il: lun, 02 giu 2014 15:12
Messaggi: 30459
Località: Circondato dalle bufale

Top

mattleega ha scritto:... Però, visto che tutti avete abboccato, il "pensiero diverso", in cosa consiste?
:roll: Forse nel mio.
Caro Matt.

Il conformismo dell'anticonformismo aveva la sua morfologia strutturata già a fine anni '60.
Non è una novità di comportamento.

Io non devo dar conto a nessuna moda, se faccio una scelta.
Non è detto.

Se una cosa mi serve, mi serve e basta.
Se una cosa mi piace farla devo dar conto solo a me stesso.

Io non ti dico mica che sei un troglodita o un'ignorante se usi un vecchio attrezzo poco efficiente.
Non lo sei e quindi non te lo dico.

Io dico che hai tutto il diritto di usare una macchina vecchia se ti soddisfa.
Anche di usare dei programmi che a me non sono sufficienti, se a te bastano per quel che ti serve.

A me SERVE obiettivamente un sistema operativo aggiornato e del software avanzato.
Non è un'opinione, è un fatto.
A me PIACE usare in modo avanzato, per quel che posso, la tecnologia che mi serve.

Non mi si possono, né a me né ad altri che seguono queste linee guida, fare accuse di modaiolismo.
Oppure di essere una pecora del branco.

Usavo i server remoti sin da quando cloud era una nuvola, al posto dei dischi di backup.
Ho buttato/regalato due stampanti più di sei anni fa.

Negli ultimi 11 anni ho usato, credo, tre o quattro volte il superdrive, l'ultima ai tempi remoti di Snow Leopard.
La mia opinione è che a me non serve, per cui è un furto metterlo di serie.
Chi lo vuole se lo compra.

I Mac che ho sono appena sufficienti per i bisogni suddetti.

E non uso smartphone, orologi di nessun tipo, non bevo Coca Cola, non mastico gomma americana.
Non vesto alla moda, non uso profumi, mi faccio la barba col sapone, non consumo prodotti industriali ed OGM.
Ho i bagagli come un marinaio o un carcerato più i computer.


Io, ho un pensiero diverso.
Mi basta il mio, non ho bisogno di altri pensieri originali

Avatar utente
mattleega
Stato: Non connesso
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 19734

Top

Oggetto del messaggio: Re: I fondamentalisti degli aggiornamenti tecnologici

Messaggio da mattleega »

Condivido in toto i tuoi punti di vista se a te applicati e mi chiedo allora il senso del titolo provocatorio usato in questo argomento.
Io l'avrei intitolato "Gli schiavi dell'ultimo necessario aggiornamento"
Avrei esordito con un "mala tempora" per coloro i quali devono forzatamente subire le angherie di apple e dei suoi compagni di merende, spacciatori di sw. e millantatori di inenarrabili crash in caso non...
...U.S.W.

Se devi utilizzare per qualsivoglia ragione l'ultima versione dei s.o. e relative applicazioni, perché auto definirti fondamentalista se non per provocare il gatto che dorme?
E, visto che l'hai provocato, perché stupirti del mio sempre coerente pensiero?
Ho già chiarito in più occasioni che un professionista che deve interfacciarsi con una utenza quanto meno varia, deve mettersi nelle condizioni di dialogare con essa, ragion per cui, porello lui, deve subire le apple-angherie.
Altri che questo problema non lo hanno, vanno a guastare una cosa che funziona bene per tribulare e sentirsi gratificati quando finalmente riescono a farla ripartire.
Si divertono?
Contenti loro, contenti tutti.

Per quanto mi riguarda, ripeto, a me non servono o ne faccio a meno. di tanti cazzabubboli che ritengo inutili.
Vivo felice con il mio SO che mi da più di quanto io sappia o abbia bisogno di chiedergli e posso permettermi di sfanculare apple e le sue nevrosi da prestazione trimestrale.
Però se ti piace sentire il mio parere, chiamami pure, non mi stancherò di offrirtelo.
...

L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.

Una delle più importanti differenze tra uomini e animali è che questi ultimi non permettono, al più idiota tra loro, di diventare capo branco.

Avatar utente
faxus
Stato: Non connesso
Pro-Expert 
Pro-Expert 
Avatar utente
Iscritto il: lun, 02 giu 2014 15:12
Messaggi: 30459
Località: Circondato dalle bufale

Top

Qui c'è un equivoco.

I fondamentalisti sono quelli che negano l'aggiornamento per religione.
A cui non si può opporre ragione, perché non è scritto.

Io vedo nel software per il Mac una continua evoluzione.
Sarà difficile convincerti, e non ci provo nemmeno, che un Mac attuale col software relativo è meglio.

Ma considera che la Apple è tale da quasi 4 lustri.
Prima era anche peggio.
Il Mac che usi te l'ha venduto la Apple.
Il software anche.

Mi ha ispirato una vena di colore che attraversa il Forum.
Incentrata sul "buon tempo antico".
Il "quando c'era lui era un'altra cosa".

Mi sono persino astenuto dall'invitare a spulciare il Forum ai tempi in cui i decantati OS facevano acqua da tutte la parti.
Succede sempre, poi i sistemi si affinano o si evolvono.
Tiger era eccellente, Snow Leopard anche.
Sono morti, come MacOS 1.0 e 7.5, System 9.

Lasciate in pace i morti.

Ed anche i vivi non necrofili.

Usarli, su macchine coeve non è peccato, per carità.
Dire che sono meglio e chi usa gli altri è finocchio, è un grave errore.
Un errore fondamentalista, appunto

Avatar utente
mattleega
Stato: Non connesso
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 19734

Top

Oggetto del messaggio: Re: I fondamentalisti degli aggiornamenti tecnologici

Messaggio da mattleega »

Fondamentalisti sono gli assolutisti che cercano di imporre il proprio modo di pensare agli altri.
Il punto è che qui, è chi non aggiorna ad essere tacciato di essere finocchio o fondamentalista.

Poi dici:
faxus ha scritto:...Sarà difficile convincerti, e non ci provo nemmeno, che un Mac attuale col software relativo è meglio...
Appunto, un mac attuale con un sw attuale.

Io uso un mac d'epoca col suo sw coevo.
Sono felice così e non mi piace essere tacciato, per questo, di fondamentalismo.
Da parte di sordi fondamentalisti.

A ben guardare capisco poco anche quelli che cercano di abarthizzare il prorio mac per poterlo poi appesantire con zavorra (i recenti sw) e ritrovarsi, dopo tanto lavoro, con le stesse prestazioni globali di prima.
Se però il gioco li rende felici, ben venga.

Aggiorna, gioca fai quel che ti pare e lascia che gli altri facciano o non facciano, altrettanto.
Per me montare turbine e nitrometano su una Balilla, non la trasformano in una McLaren.
Divertentissima se ti piace, una cagata pazzesca se non ne condividi lo spirito

Lo capisco e posso anche partecipare al gioco ma è e resta una Balilla giocattolo.
Non più una Balilla e non ancora una McLaren

E comunque, dopo avermi coinvolto in questa stupida diatriba, ancora non mi hai spiegato quali sono le mirabolanti prestazioni in più ottenute con tutti i tuoi aggiornamenti.
...

L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.

Una delle più importanti differenze tra uomini e animali è che questi ultimi non permettono, al più idiota tra loro, di diventare capo branco.

Avatar utente
faxus
Stato: Non connesso
Pro-Expert 
Pro-Expert 
Avatar utente
Iscritto il: lun, 02 giu 2014 15:12
Messaggi: 30459
Località: Circondato dalle bufale

Top

mattleega ha scritto:... non mi hai spiegato quali sono le mirabolanti prestazioni in più ottenute con tutti i tuoi aggiornamenti.
Non sono mirabolanti.

Sono sufficienti, quelle di prima erano insufficienti:
Se parliamo di sistema operativo, ha dei vantaggi propri ed altri relativi a i programmi.
I vantaggi propri sono sintetizzabili in una maggiore reattività e velocità a compiere azioni complesse.
Una enorme capacità di gestire la memoria in funzione delle attività prioritarie.

I vantaggi subordinati alle applicazioni cha possono pilotare sono semplicemente la capacità di farlo.
Sarebbe ozioso ribattere che le applicazioni potevano bastare quelle vecchie, non aggiornate.
Perché quelle sono insufficienti.

Lo so che molte di queste realtà sono fortemente condizionate dalla natura commerciale dei produttori.
Sarebbe inutile ricordare che lo erano prima come adesso, e lo saranno anche dopo.
È un conto che si deve fare per il solo fatto che esisti.

Il mio obiettivo è di avere un Mac sufficiente ad ospitare un sistema aggiornatissimo.
Questo mi permette di avere il massimo di rendimento col minimo sforzo.
Tirare a campare non è la stessa cosa.

Il motivo per cui ho deciso di fare di una riflessione una discussione, sta nel fatto che utenti non esperti assumano male una dichiarazione di sufficienza contro gli aggiornamenti funzionali.
Poi pensino che questo sia un concetto valido in generale.

E non che sia valido per chi sta bene così perché fa un uso molto personalizzato del computer.
In un senso di nicchia o di nessuna attività produttiva professionale.
Che migliaia di piccoli studi di contabili, ragionieri, commercialisti, usi ancora dei pc con un Windows XP vecchio tipo.
Comprati ancora con la paghetta del papà, non vuol dire che si lavori così, pure se quegli attrezzi sono apparentemente funzionali.

Sono cosa che si possono capire facilmente

Avatar utente
mattleega
Stato: Non connesso
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 19734

Top

Oggetto del messaggio: Re: I fondamentalisti degli aggiornamenti tecnologici

Messaggio da mattleega »

Ok, mi hai convinto.

Passo.
...

L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.

Una delle più importanti differenze tra uomini e animali è che questi ultimi non permettono, al più idiota tra loro, di diventare capo branco.

Avatar utente
iMaurizio
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 12 set 2014 03:21
Messaggi: 3906

Top

Oggetto del messaggio: Re: I fondamentalisti degli aggiornamenti tecnologici

Messaggio da iMaurizio »

Per contribuire a questo thread posso condividere la mia esperienza, nonché quella di alcuni "luoghi informatici" che mi capita di frequentare con regolarità.

Negli ultimi 6/7 anni ho rivisto completamente il mio approccio agli aggiornamenti, sia del sistema operativo che dei software di terze parti.
Prima ero più vicino alla mentalità che faxus ha descritto e auspicato, poi ho cominciato ad allargare i tempi, non tenendo più il passo che il mercato imponeva e adottando sistematicamente alcune procedure prima dell'aggiornamento vero e proprio.

Le ragioni sono varie e differenti tra loro, magari non è necessario elencarle perché non intendo usarle come difesa o argomentazione,
ma di base ritengo che non esista un approccio generale che va bene per tutti.

Per semplificare molto direi che oggi tratto il sistema operativo esattamente come fosse un qualsiasi altro software.

Ogni setup hardware/software per me quindi è un contesto a sé stante, e su quello decido quali ingredienti (le versioni) rendono quella postazione efficace e stabile per il lavoro che deve svolgere.

Attualmente ho 3 Mac, che utilizzo sia per scopi personali che lavorativi, e hanno 3 sistemi operativi differenti, scelti sui criteri che ho esposto prima.

Ovvio che non sono scelte immodificabili, ma il punto fermo è che la versione di OS X non ha una priorità assoluta su tutto il resto.

E' più vero il contrario, e cioè che quando decido di aggiornare una determinata postazione con i suoi programmi, plug in e periferiche hardware mi baso sui requisiti di sistema per valutare quale OS può essere più indicato tra i 2 o 3 possibili.

Non è sempre vero che il più recente è quello più adatto, soprattutto se è uscito da poco tempo.

--------------

Mi capita inoltre di frequentare degli studi di registrazione audio, e non mi sembra che la filosofia sia tanto diversa, anzi,
non di rado la vedo applicata ancora con maggiore rigore e consapevolezza.

Va detto che la particolarità di questo settore fa sì che moltissime postazioni sono ancora legate all'uso di schede PCI e quindi di computer non recenti.
Non è un attenuante ma solo un dato di fatto per capire come in quelle situazioni il ruolo del computer è sì centrale ma la CPU in sé con il suo OS non sono gli elementi più importanti o di maggiore valore.


(ho corretto 2 cosette solo di grammatica)
Ultima modifica di iMaurizio il ven, 24 giu 2016 22:02, modificato 2 volte in totale.

kext
Stato: Non connesso
Pro-Expert 
Pro-Expert 
Iscritto il: mer, 04 mar 2015 13:18
Messaggi: 5580

Top

Concordo con iMaurizio in pieno, visto che lavoro nello stesso suo ambito..

Avatar utente
mattleega
Stato: Non connesso
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 19734

Top

Oggetto del messaggio: Re: I fondamentalisti degli aggiornamenti tecnologici

Messaggio da mattleega »

Possiamo ora tracciare le conclusioni:

Ognuno gestisce gli aggiornamenti secondo criteri diversi:

Chi necessita di affidabilità e non ha bisogno di interfacciarsi con altri, mantiene i sw che ha pagato e che ha faticosamente imparato ad usare il più a lungo possibile. Ovviamente il s.o., una volta ottimizzato, resta invariato per molto tempo.

Chi ha a che fare con clienti o server di stampa che pretendono o usano i sistemi più recenti, deve per forza aggiornare e subire le traversie che ciò comporta.

Chi si limita a cazzeggiare col computer, come me, non sente la necessità, a meno che non sia obbligato dall'uso di un sw di cui non può fare a meno :shock: di aggiornare.

Poi ci sono i "fondamentalisti" :D :D che devono smontare il s.o. fino all'ultimo bullone...
pardon, bit,
per sapere come è fatto e come sodomizzarlo.
Godono nel piegarlo al loro volere e non vedono l'ora che il fabbricante, inventi qualche nuovo giochino da dare loro in pasto.
Fortunatamente anche nel mondo Mac ci sono questi ultimi, sono tanto rari i casi di mal funzionamento che, in assenza di essi, saremmo tutti +/- nelle canne.

Infine c'è a-mac, amichevolmente chiamato "pingù" che, padroneggiando OS, zozz, dos e linux, sguazza nello scassare gli zebedei a tutti. :wink:

Però, se lo mettete alla prova via MP, non sembra ma è timido...,
otterrete grandi risultati.
Forza, i vostri problemi, anziché renderli pubblici, inviateli direttamente ad
a-mac
andrea (tra parentesi quadre che non ho voglia di cercare)
...

per 20€, fornisco l'elenco completo dei nick; aggiungendo 5€, fornisco i futuri aggiornamenti per mesi sei. :twisted: :)
...

L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.

Una delle più importanti differenze tra uomini e animali è che questi ultimi non permettono, al più idiota tra loro, di diventare capo branco.

Avatar utente
Scialla
Stato: Non connesso
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 12 ago 2009 19:27
Messaggi: 17924
Località: Torino

Top

Anche io ci cazzeggio solo, ma mi piace aggiornare, almeno ho qualche problema da risolvere, altrimenti non saprei che fare!!! :D
 Il futuro (Apple)? Nammerda!

Di un costoso Mac si può fare a meno, di macOS no... (cit. fax)

Avatar utente
Bonnie3
Stato: Non connesso
Expert Latitante
Expert Latitante
Avatar utente
Iscritto il: gio, 27 nov 2014 19:02
Messaggi: 5210

Top

Io non aggiorno per il semplice motivo che il mio Mac non reggerebbe :D purtroppo non ho ancora avuto la possibilità di metterci un ssd e della ram aggiuntiva (spero nel primo stipendio e nel trovare qualcuno che me li installi senza prezzi esorbitanti :D ) , ma appena sarà possibile farlo aggiornerò a el capitan (la chiavetta è già brlla e pronta) visto che Sierra non mi sarà possibile mettercelo su. Aggiorno perché se posso avere delle migliorie per molte cose perché dovrei privarmene? E poi prima o poi i programmi che utilizzo non potrò più aggiornarli alle versioni più recenti perché non saranno più compatibili.
That's all folks! :D
 - MacBook Pro 15" (Mid 2009) 2,53 GHz Intel Core2Duo•4GB RAM•NVIDIA GeForce 9400M•Mavericks• - 
 - iPhone 7 Plus • 32gb • Rose gold
"L'informatica non è perfetta, figuriamoci gli utenti" © albertocchio

utente eliminato
Stato: Non connesso

Top

Oggetto del messaggio: Re: I fondamentalisti degli aggiornamenti tecnologici

Messaggio da utente eliminato »

Io stimo tanto Matt per il suo carattere vintage.
Chissà, magari anch'io fra 10 anni mi ritroverò ancora questo Macbook Pro del 2012.

Sarebbe comunque un piacere far compagnia al caro Mattleega.

Torna a “Novità Apple”