Pagina 1 di 14

Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 03:28
da faxus
Homebrew

Homebrew, è un gestore di tutti quei pacchetti di software mancante su OS X.
Questo package manager, per gli amici brew, permette di espandere con pochissima fatica dell’utente le possibilità del nostro sistema operativo.
Completa il sistema con tutto quel che può servire e che Apple non ha messo dentro.
Consente di espandere i comandi disponibili di Terminale con brew installa seguito dal nome.

Brew è scritto nel linguaggio di programmazione Ruby, già presente sulle installazioni OS X da Leopard a Yosemite.
Volendo si potrà installare anche su Tiger (PPC), usando Tigerbrew.

La funzione che svolge non è molto dissimile da classici e intramontabili gestori di pacchetti come MacPorts e Fink.
Anche se non considera proprio tutto quel che è possibile installare con questi gestori storici, è moderno, più semplice e più completo nelle funzioni.
I pacchetti da installare sono scelti automaticamente su Github, nella versione adatta, nell’ultima versione e con tutti i discendenti necessari.
Per le caratteristiche simili, viene paragonato al gestore di pacchetti di Arch Linux.

La popolarità raggiunta attualmente è dovuta all’estrema maneggevolezza, il poco impegno e conoscenza richiesti all’utente.
La ridotta possibilità di incorrere in errori e i comandi semplici sono alla portata anche di chi ha scarsa confidenza con Terminale, ma ha l’esigenza di avere a disposizione, anche saltuariamente, alcune funzioni avanzate del sistema.

Questo mini-tutorial è rivolto a loro, quindi è nella parte tecnica grossolanamente abbozzato perché finalizzato alla pratica operativa.

Un po’ di documentazione per chi ne voglia sapere di più:
http://en.wikipedia.org/wiki/Homebrew_(package_management_software" onclick="window.open(this.href);return false;) (inglese)
http://it.wikipedia.org/wiki/Ruby" onclick="window.open(this.href);return false;
http://brew.sh/index_it.html" onclick="window.open(this.href);return false; (il sito di Brew in italiano)

Installazione di Homebrew

Requisiti Minimi: (*)

1 - Mac con cpu Intel e OS X Desktop o server da Leopard 10.5 ai più recenti.
2 - Command Line Tools. (**) (***)

Scaricare Homebrew:

Codice: Seleziona tutto

ruby -e "$(curl -fsSL https://raw.githubusercontent.com/Homebrew/install/master/install)"
accapo, partirà la spiegazione, la conferma, il download e l’installazione

Ad installazione avvenuta

Codice: Seleziona tutto

brew doctor
accapo, compariranno tutta una serie di indicazioni che dovranno essere eseguite, se contrastanti con operatività di brew.
Per esempio saranno indicati da disinstallare precedenti residui di installazioni, le installazioni di MacPorts, librerie non compatibili, permessi non accessibili in alcune cartelle di utilità.
Doctor fornirà le path e i comandi per rimediare.
Come pure, potrà rilevare che lui stesso è da aggiornare e quindi indicherà il comando da eseguire:

Codice: Seleziona tutto

brew update
accapo, e partirà l’aggiornamento. (****)

Fine dell’installazione.
Godetevi Brew, installando quel che volete per OS X e che non trovate già installato da Apple o disponibile da terze parti, con

Codice: Seleziona tutto

brew install nomeapplicazione

NOTE E RIFERIMENTI

(*) Requisiti accessori consigliabili (può servire per alcune applicazioni scaricate):
3 - X11/XQuartz
http://xquartz.macosforge.org/landing/" onclick="window.open(this.href);return false;
4 - Java
http://support.apple.com/kb/dl1572" onclick="window.open(this.href);return false;
meglio se
https://www.java.com/it/download/index.jsp" onclick="window.open(this.href);return false;

(**) a seconda delle versioni di OS X, ad ognuna il suo Xcode corrispondente:
a) integrati in Xcode 3.x.x (basta selezionarli nel corso dell’installazione).
b) in bundle con Xcode 4.x.x e 5.0 (bisogna selezionarli al momento del download).
c) da Xcode 5.0.1 i Command Line Tools sono separati e possono essere scaricati singolarmente.

(***) Xcode e i Commando Line Tools si possono scaricare gratuitamente in due modi, l’uno vale l’altro:
a) da https://developer.apple.com" onclick="window.open(this.href);return false; > Xcode oppure Additional Tools con iscrizione o ID Apple.
b) da Terminale con

Codice: Seleziona tutto

sudo xcode-select --install
accapo, dando la password di amministratore, senza aspettarsi di vederla, accapo e ignorando avvertimenti se compaiono.
L’ordine non verrà eseguito subito, apparirà una finestra di avviso in cui si chiede conferma che vengano installati i Command Line Tools per poter scaricare Xcode.
Consiglio anche di installare Xcode, pur potendo bastare quanto ottenuto, potrà essere sempre utile se non indispensabile.

(****) Attenzione, per Yosemite, fino a che non verrà aggiornato qualcosa, si dovrà fare riferimento a questo tutorial:
http://www.imaccanici.org/forum/viewtop ... 33&t=31250" onclick="window.open(this.href);return false;


Continuerò saltuariamente a segnalare interessanti applicazioni, implementazione di tool per Terminale e altri comandi Brew nei post successivi.
Spero anche nel contributo degli altri Maccanici che usano Brew e vogliano consigliare o segnalare installazioni interessanti

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 04:06
da faxus
Una subito.

Controllo approfondito dello stato smart del disco (ed analisi di altri tipi di dischi che non supportano smart)

smartmontools

Codice: Seleziona tutto

brew install smartmontools

Codice: Seleziona tutto

smartctl -a disk0s3
Se il proprio disco è riconoscibile in disk0s3, da controllare con diskuti list .
Farà una analisi particolareggiata ed approfondita dello stato smart del disco.
Una volta installato, si potrà consultare con man smartctl e man smartd la possibilità di altre opzioni mirate

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 06:08
da Phate
Molto ma molto interessante.
Grazie faxus
:thumbleft:

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 06:18
da Why
Aggiungo che per tenere in ordine il sistema si può usare la "catena":

Codice: Seleziona tutto

brew update && brew upgrade && brew cleanup
che aggiorna la lista dei pacchetti, installa gli aggiornamenti disponibili ed elimina la cache dei pacchetti scaricati in precedenza.
faxus ha scritto:Brew è scritto nel linguaggio di programmazione Ruby on Rail, già presente sulle installazioni OS X da Leopard a Yosemite.
Sembrerò odioso, ma per dovere di precisione: è scritto in Ruby. Ruby on Rails è un framework per lo sviluppo di applicazioni web in Ruby.
faxus ha scritto:Per le caratteristiche simili, viene paragonato al gestore di pacchetti di Arch Linux.
Quello che mi manca di pacman (il gestore pacchetti di Arch Linux) è l'opzione di poter disinstallare, insieme al pacchetto, anche le sue dipendenze non più utilizzate. In pratica quello che si fa con pacman -Rcns pacchetto.

PS: nella quarta riga c'è una frase a metà :).

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 09:01
da Marpar
Why ha scritto:PS: nella quarta riga c'è una frase a metà :).
Alle quattro di mattina io sarei riuscito a scrivere solo l'altra metà della quarta riga... :shock:

Per me questo thread deve andare... dritto dritto... nei Tutorial. :wink:

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 09:22
da kato
Marpar ha scritto:Per me questo thread deve andare... dritto dritto... nei Tutorial. :wink:
E io seguo in silenzio, ringraziando.

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 10:18
da ARTU'
Grazie Faxus.

Mi permetto una annotazione.
Il codice per poter caricare Homebrew è cambiato. Il nuovo codice da usare è il seguente:

ruby -e "$(curl -fsSL https://raw.githubusercontent.com/Homeb ... er/install" onclick="window.open(this.href);return false;)"

Fonte:
Whoops, the Homebrew installer has moved! Please instead run:

ruby -e "$(curl -fsSL https://raw.githubusercontent.com/Homeb ... er/install" onclick="window.open(this.href);return false;)"

Also, please ask wherever you got this link from to update it to the above.

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 10:58
da faxus
Grazie.

@ Why "Ruby on Rail" " c'è una frase a metà"
Grazie mille per le correzioni ed il contributo.
Per Ruby è stato un lapsus dovuto al mestiere, il link sotto è giusto, per fortuna!

@ ARTU' "Il codice per poter caricare Homebrew è cambiato"
Fatto! Chiedo scusa e ringrazio...
Non avendo fatto l'installazione di recente non avevo testato il link, ma copiato pedissequamente quello ancora indicato nel sito ufficiale,
Adesso ho doverosamente verificato il comando

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 14:32
da faxus
Prosegue da qui http://www.imaccanici.org/forum/viewtop ... 71#p329663" onclick="window.open(this.href);return false;
ARTU' ha scritto:Faxus,
Terminale procede regolarmente, non segnala alcun errore, lo scaricamento di Homebrew perte, arriva a metà e poi ( ogni volta, ad ogni tentativo ) rimane immobile indicando che manca un' ora.
Il problema è unicamente nel fatto che l' istallazione arriva subito a metà e poi non procede più ( vedi allegato )...
Stranissima quella finestra.

Non può riferirsi allo scaricamento di Brew.
Puoi indicare, passo passo, precisamente, cosa hai fatto e va bene e quello che vuoi fare e non ti riesce.
Indica anche il tuo sistema operativo

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 16:28
da fragrua
Diamo birra anche al Mac user!!!
:)

Grazie Faxus.

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 16:50
da Kernel Panic
Scusa Faxus, questo Homebrew si può scaricare soltanto con quel comando da Terminale?

Non lo si può scaricare direttamente dal suo sito, come qualunque utility?



Marpar ha scritto: …. Alle quattro di mattina io sarei riuscito a scrivere solo l'altra metà della quarta riga... :shock:
Vero ma non dimenticare che nel forum abbiamo ancora l'ora legale ….. :wink:

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 17:16
da faxus
Kernel Panic ha scritto:Scusa Faxus, questo Homebrew si può scaricare soltanto con quel comando da Terminale?
Non lo si può scaricare direttamente dal suo sito, come qualunque utility?...
No, non è possibile.
Le alternative sono un po' più complesse, addirittura.

Ma è semplicissimo da installare, l'unica cosa macchinosa è disporre degli strumenti della linea di comando di Xcode.

Per te, se hai Lion, un fastidio supplementare perché devi scaricarti Xcode (4.6.3, ma controlla, la tua versione) da App Store, che pesa non poco.
Ma è pacchettizzato, puoi scaricarlo altrove e metterlo in una chiavetta o DVD, pesa circa 1,6GB
Perché i Command Line Tools sono nel pacchetto e non possono essere scaricati a parte.

Dopo aver scaricato e installato Xcode, dovrai aprirlo e andare sulle sue preferenze, pannello Download.
Lì selezionerai Command Line Tools e poi il bottone Installa

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 18:00
da Kernel Panic
Grazie Faxus, mi sa che per il momento passo.

Se però potessi fare qualche esempio di cosa si può fare di concreto con questo Homebrew installato, in che modo si possono "espandere le possibilità" di OS X (un po' come il cervello di Lucy nel film omonimo?) potresti incoraggiarci a sperimentare ……

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 19:37
da faxus
Kernel Panic ha scritto:Grazie Faxus, mi sa che per il momento passo.

Se però potessi fare qualche esempio di cosa si può fare di concreto con questo Homebrew installato, in che modo si possono "espandere le possibilità" di OS X (un po' come il cervello di Lucy nel film omonimo?) potresti incoraggiarci a sperimentare ……
Sono oltre 3.000 utilities che puoi trovare su
http://searchbrew.com" onclick="window.open(this.href);return false;.
http://braumeister.org" onclick="window.open(this.href);return false;

Io lo uso sostanzialmente per espandere la capacità di Terminale.
Un esempio concreto l'hai visto sopra con smartmontool.
Aggiunge nella libreria il comando smartctl con cui mi da il dettaglio dello stato smart.
Il comando di default mi risponde solo sì/no.

Installare wget è un attimo, invece che una procedura, l'ho usato per freetype, libxml2, imagemagick, cask... e tanti altri.
Cask, per esempio, immagina di dover installare da zero il sistema e devi installare una lunga lista di programmi.

Sarà una cosa definibile da esagerato, ma immagina di farlo per decine e anche centinaia di programmi.
Ma immagina per esempio (col beneficio degli esempi), che può essere una cosa facile facile, di dover installare Chrome.

A) manualmente: Cerca con Google "download Chrome", trovalo fra decine di link che ti indirizzano a softquì, softlà e softlì, che ti vogliono far scaricare bunde, downloader e toolbar.
Alla fine vai sul sito di Chrome, quello giusto, vai sulla pagina di download, cerca l'ultima versione adatta al tuo sistema, clicca su scarica.
Aspetta che scarica il dmg, aprilo, apri l'installer e installa oppure mettilo nella cartella Applicazioni.

B) con Brew, apri Terminale e scrivi:

Codice: Seleziona tutto

brew cask install google-chrome
accapo, dopo un po' vai in Applicazioni e lo trovi lì, bello pronto, finito

Qui una lista di quel che puoi scaricare con Brew
https://github.com/thejameskyle/favorite-software" onclick="window.open(this.href);return false;

Faccio un esempio brevissimo, stavo smanettando con brew per verificare queste cose e doctor mi dice che il mio XQuartz è 2,7,6 e devo aggiornare a 2.7.7
Gli ho detto di scaricarlo con brew cask install xquartz, mentre posto, lo sta facendo, non mi devo occupare di nulla...


Edit: Ed ecco il risultato dell'aggiornamento di XQuartz:

Codice: Seleziona tutto

iMac-di-Faxus:~ faxus$ brew cask install xquartz
==> Downloading https://xquartz.macosforge.org/downloads/SL/XQuartz-2.7.7.dmg
######################################################################## 100,0%
==> Running installer for xquartz; your password may be necessary.
==> Package installers may write to any location; options such as --appdir are ignored.
Password:
==> installer: Package name is XQuartz 2.7.7
==> installer: Upgrading at base path /
==> installer: The upgrade was successful.
/Library/LaunchAgents/org.macosforge.xquartz.startx.plist: Operation already in progress
     xquartz staged at '/opt/homebrew-cask/Caskroom/xquartz/2.7.7' (64M)
iMac-di-Faxus:~ faxus$ 
E peccato che il codice di del Forum non accetta immagini nel wysiwyg, ce sarebbe venuto così:

Immagine

Immagine

Re: Homebrew su OS X - Diamo la birra al Mac

Inviato: gio, 11 dic 2014 19:50
da Why
Ho visto che faxus ha postato prima, ma dato che il post non è un completo doppione lo pubblico lo stesso ;)
Kernel Panic ha scritto:Se però potessi fare qualche esempio di cosa si può fare di concreto con questo Homebrew installato, in che modo si possono "espandere le possibilità" di OS X (un po' come il cervello di Lucy nel film omonimo?) potresti incoraggiarci a sperimentare ……
Se non sai per cosa utilizzarlo o cosa fartene è perché non ti serve. ;)

Sviluppatori, utenti esperti e amministratori di sistema hanno spesso bisogno di strumenti particolari che non sempre vengono forniti con un'interfaccia grafica. Spesso infatti è più semplice e veloce usarli tramite terminale, sebbene ciò sia meno intuitivo per chi non ha dimestichezza con la shell.

Questi strumenti sono quasi sempre open source e vengono forniti sotto forma di codice sorgente. Per installarli a volte è necessario leggere la documentazione fornita a corredo e nel processo di compilazione/installazione possono generarsi problemi di vario genere. Inoltre, dato che un programma può esser distribuito in un grande numero di file, l'installazione "manuale" nelle cartelle del sistema può rendere la manutenzione (aggiornamento, rimozione...) un problema.

Homebrew permette di installare questi programmi con un semplice comando. In pratica è una una grande raccolta di script per installare questo tipo di strumenti, con annesse patch e informazioni.
Durante l'installazione di un programma si occupa di tutto lui, inoltre tiene traccia dei file installati in modo da semplificare la successiva manutenzione.

Ad esempio, se volessi installare un programma semplice come wget, che permette di scaricare file da internet, dovrei:
  • scaricare dal server ftp di gnu.org l'archivio con il codice sorgente
  • scompattarlo
  • spostarmi nella cartella da terminale
  • lanciare il comando ./configure, con l'opzione di usare openssl invece di gnu tls, per preparare i sorgenti alla mia configurazione software
  • compilare il sorgente con make
  • installarlo con make install
Per rimuoverlo completamente dal sistema dovrei in qualche modo tenere lista della file installati e della loro posizione.

Con Homebrew, tutto questo può essere semplificato con:

Codice: Seleziona tutto

brew install wget
e la rimozione è altrettanto facile

Codice: Seleziona tutto

brew uninstall wget
Considera inoltre che wget è un software molto semplice da installare e che di solito crea pochi problemi. Altri software (tipo GCC o GHC) possono richiedere configurazioni o procedure particolari per l'installazione.