Netflix, Amazon Video, Apple TV+

Per parlare di qualsiasi altra cosa che abbia poco o niente a che fare col mondo Mac :D

Moderatore: ModiMaccanici

laserman
Pietra Miliare Maccanica
Pietra Miliare Maccanica
Iscritto il: gio, 25 mar 2010 02:22
Messaggi: 1511
Località: Friul
Oggetto del messaggio: Re: Netflix, Amazon Video, Apple TV+

Messaggio Inviato: lun, 06 gen 2020 13:34

io ho netflix in condivisione e prime video,
guardo poco di entrambe :D moglie e figli le sfruttano di più
In uso: iPod 40GbiPhone X 64GBMacBook Pro 15" 2.9/16Gb/512SSDiPad 2 32gb
e dopo due maschi finalmente Selvaggia!
marcoisco
Apprendista Maccanico
Apprendista Maccanico
Avatar utente
Iscritto il: mar, 17 dic 2019 10:55
Messaggi: 52
Oggetto del messaggio: Re: Netflix, Amazon Video, Apple TV+

Messaggio Inviato: mer, 08 gen 2020 15:26

iMaurizio ha scritto:
sab, 04 gen 2020 15:15
Io ho l'account di Netflix e NowTv, ma li attivo solo quando c'è qualcosa che mi interessa e che so che guarderò in un lasso di tempo di uno o due mesi. Poi disattivo il rinnovo automatico e magari per 4/5 mesi non li guardo più.
Penso che farò così anche io perché a volte Netflix non lo guardo per diversi giorni.
Kernel Panic
Software Expert Gold
Software Expert Gold
Avatar utente
Iscritto il: sab, 08 gen 2011 14:03
Messaggi: 26129
Località: Sicilia
Oggetto del messaggio: Re: Netflix, Amazon Video, Apple TV+

Messaggio Inviato: mer, 08 gen 2020 16:18

iMaurizio ha scritto:
sab, 04 gen 2020 15:15
..... Tutto questo in attesa di quello che io auspico essere il vero futuro, cioè un pagamento a consumo e non flat. :coffee2:
Che però non sarà mai conveniente come l'abbonamento.
Non so come funziona adesso ma quando seguivo le partite di campionato ricordo che c'era la possibilità di pagare per vedere una sola partita, quella della squadra del cuore; solo quell'unico incontro costava dieci euro.
iMaurizio
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 12 set 2014 03:21
Messaggi: 2498
Oggetto del messaggio: Re: Netflix, Amazon Video, Apple TV+

Messaggio Inviato: mer, 08 gen 2020 20:45

Kernel Panic ha scritto:
mer, 08 gen 2020 16:18
Non so come funziona adesso ma quando seguivo le partite di campionato ricordo che c'era la possibilità di pagare per vedere una sola partita, quella della squadra del cuore; solo quell'unico incontro costava dieci euro.
Beh certo, in un mondo abbonamento-centrico tutti i contenuti speciali/fuori-abbonamento sono venduti a caro prezzo.
(anche per spingerti ad abbonarti)

Il futuro a cui mi riferisco io, dove spero si andrà a consumo, il cliente non acquista più il singolo evento di intrattenimento, semplicemente paga un flusso di dati.

E così una famiglia di 5 persone pagherebbe (giustamente) di più della coppia o del single.
E i vari fornitori alla fine guadagnerebbero uguale se non di più.
faxus
Pro-Expert 
Pro-Expert 
Avatar utente
Iscritto il: lun, 02 giu 2014 15:12
Messaggi: 27383
Località: Tra bufale e mare
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Netflix, Amazon Video, Apple TV+

Messaggio Inviato: mer, 08 gen 2020 21:58

iMaurizio ha scritto:
mer, 08 gen 2020 20:45
... E così una famiglia di 5 persone pagherebbe (giustamente) di più della coppia o del single...
Molto difficile...

Una famiglia di 5 persone ha almeno un paio di componenti che preferiscono sbafare.

"... I dati Ipsos evidenziano come nel 2018 l’incidenza complessiva della pirateria in Italia si attesti al 38%.
Con i film quale contenuto più piratato da parte della popolazione adulta, 33% (+3punti rispetto al 2017).
Le serie e i programmi tv si distanziano di un solo punto percentuale..
."
Prima Comunicazione, 11/07/2019
https://www.primaonline.it/2019/07/11/2 ... pirateria/
iMaurizio
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: ven, 12 set 2014 03:21
Messaggi: 2498
Oggetto del messaggio: Re: Netflix, Amazon Video, Apple TV+

Messaggio Inviato: gio, 09 gen 2020 00:26

faxus ha scritto:
mer, 08 gen 2020 21:58
Una famiglia di 5 persone ha almeno un paio di componenti che preferiscono sbafare.
Vero, ma tutto questo oggi è un effetto, non una causa, e quei 2 componenti preferiscono sbafare perché siamo ancora nell'era
dell'accanimento terapeutico nei confronti del diritto d'autore, dove ci sono editori che vogliono mandare all'università i loro pronipoti con i proventi di film girati 15 anni fa, o con i diritti della canzoni dei Beatles.

Ovvio che questo ci porta lontano e dovremmo aprire un thread apposito per approfondire, ma questa guerra tra i detentori dei diritti un po' alla volta si estinguerà e verrà (spero) prima o poi riconosciuto al cittadino il diritto di fruire di un contenuto qualsiasi il giorno che lo desidera all'orario che lo desidera e di pagare una cifra equa senza il bisogno di fare abbonamenti con l'operatore A, B, C e D contemporaneamente. :coffee2:
Rispondi