Uniti per Parigi

Per parlare di qualsiasi altra cosa che abbia poco o niente a che fare col mondo Mac :D

Moderatore: ModiMaccanici

Chappy
Maccanico Pro
Maccanico Pro
Avatar utente
Iscritto il: dom, 22 feb 2015 11:54
Messaggi: 2520
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: dom, 15 nov 2015 15:09

Nel primo post c'é scritto che secondo la Farnesina mancava all'appello Valeria, una ragazza Italiana.

Purtroppo é stata ritrovata senza vita. :sad10:
Per favore, se potete aggiornate il primo post di questo topic.
"L'espressione migliore di educazione è quella di correggere in privato e congratulare in pubblico."
Buck
Maccanico Pro
Maccanico Pro
Avatar utente
Iscritto il: dom, 11 gen 2009 17:52
Messaggi: 2112
Località: Riviera del Brenta (Ve)
Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: dom, 15 nov 2015 16:27

albertocchio ha scritto:riassuntino?

Come persi la guerra
di MARCO TRAVAGLIO.......ecc. ecc.

mancava
Claudio
________________

Mac Book Pro 15" 2 GHz Intel Core Duo (R.I.P. - in perenne ricordo)
Mac Book Pro 13" 2,9 Intel Core i7
iPhone 4 16Gb bianco
iPad Air 16Gb bianco
mauripucci
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mer, 29 dic 2010 22:23
Messaggi: 2487
Località: toscana
Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: dom, 15 nov 2015 16:34

Finalmente un articolo di riflessione che ho trovato interessante... anche se un poco sorpreso dalla sua provenienza!

FRANCIA: ALMENO SMETTIAMOLA CON LE CHIACCHIERE

Ancor meno sopportabile è il balbettamento ideologico sui colpevoli, i provvedimenti da prendere, il dovere di reagire. Non a caso risuscitano in queste ore le pagliacciate ideologiche della Fallaci, grande sostenitrice (come tutti quelli che ora la recuperano) delle guerre di George W. Bush, ormai riconosciute anche dagli americani per quello che in realtà furono: un cumulo di menzogne e di inefficienze che servì da innesco a molti degli attuali orrori del M.O.…

Dell’Isis e delle sue efferatezze sappiamo tutto da anni, non c’è nulla da scoprire. E’ un movimento terroristico che ha sfruttato le repressioni del dittatore siriano Bashar al Assad per presentarsi sulla scena: armato, finanziato e organizzato dalle monarchie del Golfo (prima fra tutte l’Arabia Saudita) con la compiacenza degli Stati Uniti e la colpevole indifferenza dell’Europa.
    
Quando l’Isis si è allargato troppo, i suoi mallevadori l’hanno richiamato all’ordine e hanno organizzato la coalizione americo-saudita che, con i bombardamenti, gli ha messo dei paletti: non più in là di tanto in Iraq, mano libera in Siria per far cadere Assad. Il tutto mentre da ogni parte, in Medio Oriente, si levava la richiesta di combatterlo seriamente, di eliminarlo, anche mandando truppe sul terreno….
   
La Nato, ovvero l’alleanza militare che rappresenta l’Occidente, si è mossa? Sì, ma al contrario. Ha assistito senza fiatare alle complicità con l’Isis della Turchia di Erdogan, ma si è indignata quando la Russia è intervenuta a bombardare i ribelli islamisti di Al Nusra e delle altre formazioni…

Abbiamo provato a tagliare qualche canale tra l’Isis e i suoi padrini? No. Abbiamo provato a svuotare il Medio Oriente di un po’ di armi? No, al contrario l’abbiamo riempito, con l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti ai primi posti nell’importazione di armi, vendute (a loro e ad altri) dai cinque Paei che siedono nel Consiglio di Sicurezza (sicurezza?) dell’Onu: Usa, Francia, Gran Bretagna, Cina e Russia...
   

    Perché la verità è questa: se vogliamo eliminare l’Isis, sappiamo benissimo quello che bisogna fare e a chi bisogna rivolgersi. Facciamoci piuttosto la domanda: vogliamo davvero eliminare l’Isis? E’ la nostra priorità? Poi guardiamoci intorno e diamoci una risposta. Ma che sia sincera, per favore. Di chiacchiere e bugie non se ne può più.      


FAMIGLIA CRISTIANA (sintesi dall'articolo di apertura del vicedirettore Fulvio Scaglione)
http://www.famigliacristiana.it/articol ... hiere.aspx
Peppiniello
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mar, 21 set 2010 19:04
Messaggi: 1934
Località: Pescara
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: dom, 15 nov 2015 19:34

intanto chiunque qui la pensi come la pensi, firmi questa petizione per la radiazione immediata di Maurizio Belpietro dall'ordine dei giornalisti, ché mi sembra veramente il minimo per lui ed il minimo comune denominatore per noi:

https://www.change.org/p/radiazione-di- ... ietrotweet" onclick="window.open(this.href);return false;


Immagine
- Peppiniello! ... Una pizza! ... Anzi, due!!! -
albertocchio
Type Expert
Type Expert
Iscritto il: gio, 12 giu 2014 22:43
Messaggi: 3397
Località: puro nirvana
Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: dom, 15 nov 2015 20:07

prima di radiarlo bisognerebbe considerarlo un giornalista… dio solo sa come ci è entrato…
type expert stocasso
Chappy
Maccanico Pro
Maccanico Pro
Avatar utente
Iscritto il: dom, 22 feb 2015 11:54
Messaggi: 2520
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: dom, 15 nov 2015 21:19

Restando al tema della critica al giornale, nessuno ha qualcosa da dire quí? http://www.termolionline.it/194377/i-br ... er-parigi/" onclick="window.open(this.href);return false;

Perché mettere in evidenza i bombardamenti? Perché richiamare cosi tanto terrore in una composizione e dedicare il tutto a Parigi?
Petizione firmata.
"L'espressione migliore di educazione è quella di correggere in privato e congratulare in pubblico."
LeoTM
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: dom, 29 giu 2014 21:31
Messaggi: 874
Località: In movimento
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: lun, 16 nov 2015 01:34

Proprio non capisco questa petizione.

Insomma a gennaio eravamo tutti charlie, ora non vogliamo che altri scrivano ciò che pensano.
Troppo comodo signori.

Libertà di opinione significa qualunque opinione, anche quando non le condividiamo ed io non condivido necl'infelice titolo e nemmeno la petizione che ha partorito.
Peppiniello
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mar, 21 set 2010 19:04
Messaggi: 1934
Località: Pescara
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: lun, 16 nov 2015 04:35

LeoTM ha scritto:Proprio non capisco questa petizione.

Insomma a gennaio eravamo tutti charlie, ora non vogliamo che altri scrivano ciò che pensano.
Troppo comodo signori.

Libertà di opinione significa qualunque opinione, anche quando non le condividiamo ed io non condivido né l'infelice titolo e nemmeno la petizione che ha partorito.
No, non funziona così quando sei un giornalista professionista iscritto all'ordine dei giornalisti e perdipiù direttore di un giornale a tiratura nazionale; lo spiegano bene sia il testo breve e chiaro della petizione che alcuni fra i primi commenti fra i tanti sotto la petizione che ti copio/incollo:
testo petizione ha scritto:Il quotidiano Libero, il giorno successivo alla strage di Parigi, operata da terroristi anti-occidentali, ha dedicato la sua prima pagina ad un servizio anti-islamico intitolato 'Bastardi islamici', contravvenendo a tutte le norme della deontologia professionale in materia di incitamento all'odio razziale e di correttezza dell'informazione. Il servizio è firmato dal direttore del giornale, Maurizio Belpietro che è indegno di rimanere un giorno di più nell'Ordine professionale.
LETTERA A
Presidente dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti Enzo Iacopino
Dopo l'ignobile titolo fatto in prima pagina da Libero all'indomani della strage di Parigi, chiediamo la radiazione immediata di Maurizio Belpietro dall'Ordine dei Giornalisti
Luigi Coppola ha scritto:Questo personaggio nuoce gravemente alla sicurezza nazionale e manifesta esternazioni nettamente incompatibili con i valori fondanti della deontologia professionale di un giornalista.
Zagoli Shanaj ha scritto:Perchè, a mio parere, il compito di un giornalista è quello di divulgare i fatti, non quello di servirsi della propria influenza per fomentare l'odio dei lettori.
Alberto Masu ha scritto:Firmo perché, da giornalista professionista, mi sono vergognato di far parte di una categoria che ha partorito un titolo simile
Tea Cernigloi ha scritto:Chiunque fomenta l'odio tra le genti e' una persona da evitare, ma chi, come giornalista, lo fa attraverso la stampa, e' pericoloso e va fermato
Teresa Panariello ha scritto:Quel che é scritto rimane.. e questo titolo segna una pagina nera del giornalismo italiano
Jessica Paschini ha scritto:Ha diritto a scrivere notizie ed opinioni sui giornali chi ha la cognizione, chi é in grado di dare messaggi in modo controllato....altrimenti sarebbe gionalista qualsiasi imbecille!Scrivere su un giornale implica responsabilitá per quel che si scrive....PENSARE, RIFLETTERE PRIMA DI SCRIVERE E PUBBLICARE...i giornali non devono essere propagandisti di odio e razzismo!!
Daniele Carta Mantiglia ha scritto:Perché credo che un errore come questo non sia possibile perdonarlo ad un giornalista. Un giornalista ha il compito di informare, non di fare propaganda del suo pensiero per di più razzista (di natura religiosa e razziale) in prima pagina in seguito ad una strage che coinvolge anche islamici che non è sinonimo di terroristi.
Pier Maria Mazzola ha scritto:Firmo... a quattro mani, se potessi. No servono nemmeno ulteriori commenti avanti a tanta ignobiltà
.... Mi fermo qui alla prima pagina dei commenti ché mi si è stancato il mouse, vai avanti tu nella lettura dei motivi dei firmatari direttamente sulla pagina della petizione, non a caso tanti e, insolitamente per l'italiota medio (vedere per raffronto i commenti sotto altre petizioni sulla stessa piattaforma!), di logica umana basica, lucidamente civili e seccamente chiari. Evidentemente c'è ancora un barlume nella capacità di umana rivolta al potere dell'infamia (o all'infamia del potere).
- Peppiniello! ... Una pizza! ... Anzi, due!!! -
Peppiniello
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: mar, 21 set 2010 19:04
Messaggi: 1934
Località: Pescara
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: lun, 16 nov 2015 05:27

xChApPiR ha scritto:Restando al tema della critica al giornale, nessuno ha qualcosa da dire quí? http://www.termolionline.it/194377/i-br ... er-parigi/" onclick="window.open(this.href);return false;

Perché mettere in evidenza i bombardamenti? Perché richiamare cosi tanto terrore in una composizione e dedicare il tutto a Parigi?
Petizione firmata.
L'arte è libera e si può permettere questo e ben altro: a noi la fruizione ed il conseguente giudizio.

Se t'interessa il mio, ti dico che come composizione è ridicola, non so come spiegarti meglio... quasi un compitino infantile se non fosse che fra le opere che più apprezzo spesso c'è prevalente lo spirito bambinesco ma in questo caso...

Quello che posso affermare con sicurezza è che queste opere estemporanee ed istantanee basate sulla facile emotività e commozione popolare del momento mi sanno tanto di viscido sciacallaggio.

Un vero artista può anche trovarsi (anzi, il più delle volte ci vive perennemente) nell'urgenza intellettuale e sentimentale di dover comporre sul momento e impelagato nella storia (spesso annaspando nel suo gorgo) ma sa che deve essere, in quanto artista, prima di tutto un uomo consapevole della primaria legge che governa l'espressione umana alta, cioè che per diventare arte vera l'elaborazione della sua opera non può e non deve prescindere dal suo più sincero sentimento di creatore nella sua totalità e sfaccettature; il problema è quando questo sentimento, in un caso emblematico come questa immane tragedia, è dominato (o possa semplicemente apparire tale, l'artista è uomo pubblico e ci deve pensare!) più dal narcisismo e dalla ricerca di notorietà che non dal cordoglio, dalla riflessione, dal silenzio, dal dolore, dall'umana compassione. Un'opera (indipendentemente dal valore che poi noi gli si possa dare) si può anche scrivere (anzi deve succedere!) in questi frangenti ma la si lascia a maturare nel silenzio (anche il proprio, interiore), la si valuta e rivaluta nel tempo con se stessi e fra amici critici fidati e poi, casomai la si ritenga degna, quando il clamore e le opportunità di facili mercati saranno scemate, la si propone pubblicamente, la si pubblicizza come meglio si può e nel caso ci si batte per essa e per ciò che intende rappresentare di noi e del mondo, di noi nel, sul e per il mondo soprattutto. Ma queste mie sono parole molto demodé... amaramente demodé.
- Peppiniello! ... Una pizza! ... Anzi, due!!! -
giginx
Comics Expert
Comics Expert
Avatar utente
Iscritto il: mar, 19 nov 2013 10:02
Messaggi: 1092
Località: Salerno
Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: lun, 16 nov 2015 09:41

Peppiniello ha scritto:
Luigi Coppola ha scritto:Questo personaggio nuoce gravemente alla sicurezza nazionale e manifesta esternazioni nettamente incompatibili con i valori fondanti della deontologia professionale di un giornalista.

Non ho preso parte a questa discussione perché trovo doloroso esternare con semplici e banali frasi tutto l'orrore che questi fatti hanno comportato. E nemmeno sono io il Luigi Coppola che ha firmato quella petizione, inutile a mio avviso.
 iMac 21.5 late 2012 - 1 tb fusion drive - i5 2,9ghz - 8gb ram - GT 650M 512mb - Mojave 10.14.5
Non esiste computer senza bug, il più pericoloso di solito è seduto davanti al monitor.
mattleega
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 17114
Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: lun, 16 nov 2015 11:18

fragrua ha scritto:
albertocchio ha scritto:
Scialla ha scritto:Matt sbagli a quotare; dovresti interrompere il quote e riprenderlo per ogni risposta...
anche i miei pochi neuroni messi male faticano a seguire, mi devo impegnare di più.
Io essendo ancora CioFane riesco a seguirlo, ma capisco la vostra difficoltà.
Cazzo Matt, ma quando imparerai ad usare il tasto Quote? :roll:
Ma vi pare che un originale qual io sono, possa quotare in modo tradizionale? :D
Ok, se avete difficoltà di comprendonio, cercherò di omologarmi.

Sia comunque messo agli atti il mio dissenso. :twisted:
L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.
albertocchio
Type Expert
Type Expert
Iscritto il: gio, 12 giu 2014 22:43
Messaggi: 3397
Località: puro nirvana
Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: lun, 16 nov 2015 13:00

mattleega ha scritto:Sia comunque messo agli atti il mio dissesto.
ti sapevamo messo malaccio…
type expert stocasso
mattleega
Pestifero
Pestifero
Avatar utente
Iscritto il: mar, 30 ott 2007 19:20
Messaggi: 17114
Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: lun, 16 nov 2015 13:38

albertocchio ha scritto:
mattleega ha scritto:Sia comunque messo agli atti il mio dissesto.
ti sapevamo messo malaccio…

'mbrujun :D
L’inerzia soddisfatta dei cittadini è all’origine di quella incredibile malattia che è la servitù volontaria

E se vivremo, sarà per calpestare i re.
simkravitz
Utente storico
Utente storico
Avatar utente
Iscritto il: ven, 11 nov 2005 16:54
Messaggi: 668
Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: lun, 16 nov 2015 15:08

chissà se un giorno sapremo cosa c'è dietro tutto questo... sicuramente non quello che ci propinano i media...
albertocchio
Type Expert
Type Expert
Iscritto il: gio, 12 giu 2014 22:43
Messaggi: 3397
Località: puro nirvana
Oggetto del messaggio: Re: Uniti per Parigi

Messaggio Inviato: lun, 16 nov 2015 18:01

mattleega ha scritto:
albertocchio ha scritto:
mattleega ha scritto:Sia comunque messo agli atti il mio dissesto.
ti sapevamo messo malaccio…

'mbrujun :D
hai cominciato tu.
type expert stocasso
Rispondi