Maccanicando 28-3-2009

La Newsletter de iMaccanici

Moderatore: ModiMaccanici

Rispondi
predatorfe
Admin
Admin
Avatar utente
Iscritto il: sab, 08 ott 2005 07:00
Messaggi: 3347
Località: Castellammare di Stabia
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio: Maccanicando 28-3-2009

Messaggio Inviato: sab, 28 mar 2009 14:18

Nell'anno del Signore 1314, patrioti scozzesi affamati e soverchiati nel numero, sfidarono il campo di BannockBurn. Si batterono come poeti guerrieri. Si batterono come Scozzesi. E si guadagnarono la libertà.
"Tutti muoiono, ma non tutti vivono veramente."
Firmato: Sir William Wallace, eroe scozzese.

Cercando il testo "www.youtube.cn" su google, si arriva al seguente link (proposto come primo risultato o comunque nella prima pagina dei risultati)
http://www.google.com/coop/cse?cx=01089 ... evperwfyqg
(cercando 西藏 ovvero Tibet, non vengono mostrati link, eccetto uno che porta qui).

Digitando invece direttamente nella barra degli indirizzi
http://www.youtube.cn/video o http://www.youtube.cn/
si viene re-indirizzati sempre verso questo sito.

Era già accaduto in passato, che la Cina avesse opposto la propria censura sul mondo del web e riguardava addirittura i risultati di ricerca in Google™ e l'accesso a Google™ stessa, la quale scendendo poi a patti (sconosciuti) con il Governo Cinese, è tornata accessibile agli internauti cinesi, ma con limitazioni nelle ricerche e relativi risultati (non verificabili, per esempio dall'Italia, in quanto fuori dal territorio cinese e quindi fuori dal cosiddetto "scudo cinese").

Durante questa settimana è toccato al famoso YouTube!

24 marzo 2009 - ANSA: YouTube è inaccessibile dalla Cina, che mantiene uno stretto controllo su Internet. Le ragioni della censura non sono note.

24 marzo 2009 - Adnkronos: Il portavoce del ministero degli Esteri di Pechino, Qin Gang, afferma che "internet è abbastanza aperto, ma ha anche bisogno di essere regolato per legge per prevenire la diffusione di informazioni dannose e di sicurezza nazionale".
Sempre secondo le notizie riportate da Adnkronos: Secondo quanto scrive la Bbc, YouTube sarebbe stato oscurato dopo la messa in rete di un video che mostra un gruppo di soldati cinesi fare irruzione in un monastero tibetano e malmenare monaci, alcuni dei quali per terra e con le mani legate.

24 marzo 2009 - Reuters: L'accesso a YouTube è stato intermittente all'inizio di marzo, nel corso del primo anniversario delle proteste in Tibet. In gennaio, in un blitz contro il web, centinaia di siti cinesi sono stati chiusi, inclusi popolari blog e siti popolari fra i tibetani. La cosa è stata descritta dagli analisti come un altro passo nella battaglia del Partito contro i dissidenti, in un anno segnato da importanti anniversari, inclusi i 20 anni dalla rivolta, soffocata nel sangue, di Piazza Tienanmen.

Forse sarebbe più semplice pensare ad un'altra notizia di questa settimana, ovvero che è previsto proprio in Cina, l'arrivo di iPhone prima della metà del 2009. Probabilmente, come si legge da alcune fonti, già dal prossimo 17 maggio, l'iPhone sarà venduto in Cina, tramite l'operatore telefonico China Unicom. Questo è sicuramente un altro passo importante per Apple e per il mercato internazionale della nostra amata mela. Ma proprio perché utenti Mac, proprio perché il motto che meglio ci distingue è e rimane "Think Different", non possiamo rimanere indifferenti di fronte a certe notizie, poco interessanti dal punto di vista informatico, ma di rilievo dal punto di vista dell'informazione.

Della nostra Costituzione Italiana, non possiamo fare a meno di ricordare l'articolo 21:
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

La censura, qualunque essa sia, di qualunque provenienza, in qualsiasi luogo venga praticata, ha radici che contrastano con la natura dell'uomo, quale essere vivente, pensante, libero.

Scolpito su una lapide commemorativa di William Wallace, vengono riportate queste parole:
“I tell you the truth, the best of all things is freedom, never son, live under the bonds of slavery”

Alla fine del film Braveheart, William Wallace (Mel Gibson) una volta catturato, viene torturato, ma non cede alle torture e non implora pietà, che gli avrebbe permesso di ottenere una morte rapida.
In fin di vita, pronuncia per l'ultima volta, la parola per la quale è vissuto ed ha combattuto:
“Libertaaà!!!”


Approfondimenti e link utili:

http://it.wikipedia.org/wiki/Braveheart ... e_impavido
http://it.wikipedia.org/wiki/William_Wallace

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus ... 15054.html
http://www.adnkronos.com/IGN/CyberNews/ ... 3136695224
http://it.reuters.com/article/internetN ... 6920090324

http://www.google.cn
http://www.youtube.cn

http://www.tmcnet.com/usubmit/2009/03/25/4082151.htm
http://www.ilmac.net/notizie/visualizza.php?id=6904

http://www.quirinale.it/costituzione/costituzione.htm
Libertà di stampa nella Repubblica Italiana - Wikipedia
Libertà di manifestazione del pensiero - Wikipedia

— [Andrea]
Stefano Ferrara
fragrua
Admin of my life
Admin of my life
Avatar utente
Iscritto il: sab, 08 ott 2005 07:00
Messaggi: 56124
Località: [k]issà
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio Inviato: sab, 28 mar 2009 14:31

Grande Andrea!
predatorfe
Admin
Admin
Avatar utente
Iscritto il: sab, 08 ott 2005 07:00
Messaggi: 3347
Località: Castellammare di Stabia
Contatta:

Top

Oggetto del messaggio:

Messaggio Inviato: sab, 28 mar 2009 15:11

Ottimale, chissà quali sorprese ci riserva la Cina nel prossimo futuro :D
Stefano Ferrara
TheMacGuru
Expert Latitante
Expert Latitante
Avatar utente
Iscritto il: lun, 05 gen 2009 19:49
Messaggi: 1739
Oggetto del messaggio:

Messaggio Inviato: sab, 28 mar 2009 16:09

Della nostra Costituzione Italiana, non possiamo fare a meno di ricordare l'articolo 21:
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.
Allora perchè a Luglio 2008 i provider italiani sono stati obbligati a bannare "thepiratebay"??


La Censura ufficiale ed ufficiosa purtroppo esiste ovunque nel mondo e nessun paese è immune, e da quando c'è internet è in continua crescita.

Censura in Francia: http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplr ... =&sezione=
Censura in Italia: http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplr ... 3&sezione=
chissà quali sorprese ci riserva la Cina nel prossimo futuro
La Cina è oggi il più grosso creditore del mondo intero e sta diventando la prima potenza al mondo da un punto di vista economico/produttivo, sostituendo gli USA.
C'è solo da augurarsi che nelle mediazioni finanziarie/commerciali si inserisca anche la libertà di parola e la pena di morte (http://www.asianews.it/index.php?l=it&art=14805&size=A).
TheMacGuru
Expert Latitante
Expert Latitante
Avatar utente
Iscritto il: lun, 05 gen 2009 19:49
Messaggi: 1739
Oggetto del messaggio:

Messaggio Inviato: lun, 30 mar 2009 09:41

Giusto per entrare nel dettaglio in italiano, alla faccia della privacy e delle censure:
http://www.youtube.com/watch?v=Yw3GswvJ ... re=related
Rispondi