Passaggio a Fibra ottica Vodafone (Fiber to home)

Il Mac e le reti

Moderatore: ModiMaccanici

giginx
Comics Expert
Comics Expert
Avatar utente
Iscritto il: mar, 19 nov 2013 10:02
Messaggi: 1098
Località: Salerno
Oggetto del messaggio: Re: Passaggio a Fibra ottica Vodafone (Fiber to home)

Messaggio Inviato: lun, 18 giu 2018 10:15

oceanoprofondo7 ha scritto:
sab, 16 giu 2018 13:56
...Morale? da quando ho messo su il Fritz, non cè piu stata una disconnessione! E in rete ho trovato i settaggi per poterlo usare pure con voip Telecom...
Gran bel router il fritz box 7490, unica pecca la fibra non va oltre i 100 mega. Non abbiamo ancora la fibra in casa ma in cabina. Ho attivato la 200 mega con infostrada con la sim dati 100 gb gratis, compreso il modem mobile wifi che vi danno solo se lo chiedete, anch'esso gratis a patto che si resti in infostrada per tot mesi. Il modem che danno ora è quanto di più distante dalla praticità e semplicità di configurazione del fritz box. Quindi ho messo in cascata il fritz per ottenere la piena banda della dsl del D-link, ora il fritz va a 200 mega (nominali), in realtà arriva a 180 ma va benissimo lo stesso.
 iMac 21.5 late 2012 - 1 tb fusion drive - i5 2,9ghz - 8gb ram - GT 650M 512mb - Mojave 10.14.5
Non esiste computer senza bug, il più pericoloso di solito è seduto davanti al monitor.
oceanoprofondo7
Stella nascente
Stella nascente
Avatar utente
Iscritto il: gio, 19 feb 2009 19:37
Messaggi: 659
Oggetto del messaggio: Re: Passaggio a Fibra ottica Vodafone (Fiber to home)

Messaggio Inviato: lun, 18 giu 2018 15:09

si lo so, va solo a 100, pero prima andavo a 5 mega con l'adsl, è stato un bel salto arrivare a 80.
nel caso, lo cambierò per il nuovo modello, che dovrebbe esser perfetto per le nuove fibra, o nel caso lo monterò in cascata.
 - MacBook Pro 15" (Mid 2015) 2,5 GHz Intel i7 • 16GB RAM • AMD Radeon R9 M370X • High Sierra •
 - MacBook Pro 15" (2008)
 - iPhone 6s • 64gb • Grigio siderale •
 - iPhone 4s • 32gb • Nero
 - Ipad 1 • 16gb • Wifi •
Uno_qualunque
Expert
Expert
Avatar utente
Iscritto il: lun, 12 lug 2010 09:32
Messaggi: 3120
Oggetto del messaggio: Re: Passaggio a Fibra ottica Vodafone (Fiber to home)

Messaggio Inviato: lun, 18 giu 2018 16:53

1) Da come poni le domande, credo che sia il caso di approfondire un pochino i concetti di networking, perlomeno a livello casalingo.

Quando arriva la connessione (di qualsiasi natura essa sia) il router al quale arriva connette un indirizzo in genere pubblico, con una o piu' reti private. Quindi la scatola che ti danno in comodato col servizio fa effettivamente da router, in quanto connette la tua rete privata con il mondo esterno. Questo avviene, per ragioni di sicurezza solo in uscita e non in ingresso, a meno di non configurare in maniera appropriata il router per accettare alcune connessioni verso una macchina interna (vedi dopo).

La caratterizzazione di rete privata e' questa (preso da Wikipedia):

10.0.0.0 con netmask 255.0.0.0 oppure
172.16.0.0 con netmask 255.255.0.0 oppure
192.168.0.0 con netmask 255.255.255.0

Non vado oltre con la spiegazione, e' piu' che sufficiente una classe 192.160.x.x che da a disposizione 256 (in realta' un paio in meno) indirizzi per connettere apparecchi, computer, telefoni etc... della propria rete.

In genere i router di ultima generazione che ti danno in comodato hanno almeno 4 porte se non 8, in caso tu abbia bisogno di piu' connessioni cablate, oltre alla WiFi, puoi attaccarci switch o altri router.

2) Se spegni il router, la configurazione resta la stessa, quindi nessuno perderebbe l'indirzzo (ma perderesti la funzionalita' di rete per tutti gli apparecchi con esso collegati). Stara' a te poi decidere se gli apparecchi che si collegano debbano avere un IP fisso oppure no. Come sempre dipende dall'uso che ne fai. In generale un server o un NAS fa comodo che abbia il suo IP fisso, mentre telefoni e tablet no.

Sul router potra' essere configurata una serie di regole che mandano verso un server interno certe richieste di connessione da fuori. Se hai l'IP fisso sara' piu' semplice, se invece ti danno un IP variabile dovrai acquistare un servizio di tipo "myDNS o DYNDNS" per consentire ai DNS di ricevere la comunicazione del cambio indirizzo e far si che questa sia trasparente rispetto al nome assegnato.

3) Non lo so, ma ormai una funzionalita' abbastanza 'di base' quindi probabilmente si'.

4) Vedi il secondo paragrafo della risposta al 2. E' probabile che tu abbia un IP pubblico, ma dinamico.

Detto fra noi, proprio perche' vuoi cimentarti a esporre qualche servizio dall'interno verso internet, un po' di studio sulle reti e sul loro funzionamento diventa molto utile a comprendere quello che fai e a evitare di esporre risorse vulnerabili all'esterno.
Fate il backup, fate il backup, ricordate di fare il backup, non dimenticate di fare il backup.

"Il backup è quella cosa che andava fatta prima" (antico proverbio cinese)
Rispondi