Le mele matte

Romi è un software che permette di giocare al computer partite di Macchiavelli (derivato del Ramino) a 3 diversi livelli. La partita di Ramino si gioca con due mazzi di 52 carte e con due carte matte (con il disegno della mela) per formare gruppi di tre o più carte, che contengano carte consecutive dello stesso seme o carte di seme diverso, ma dello stesso valore.
L’interfaccia di Romi, piuttosto spartana, ma funzionale, è suddivisa in due principali elementi: la lavagna, dove si posizionano le carte giocate, e il tavolo dove risiedono le carte del giocatore. I vari bottoni presenti permettono un gioco naturale ed una certa personalizzazione: Pesca una carta, Dividi per seme, Carte giocate, Ripulisci la lavagna, Validità e il pulsante Preferenze per personalizzare il programma.
Lo sviluppatore canadese Gerard Brochu, ha rilasciato la nuova versione 8.0 del gioco che introduce le seguenti novità: cliccando su una carta, questa verrà automaticamente collocata sul tavolo di gioco; se si desidera inserire la carta in una posizione specifica, sarà sufficiente cliccare sulla carta e trascinarla con il mouse senza rilasciare il bottone sino alla posizione desiderata; infine le carte di Romi sono state completamente ridisegnate.
Romi 8.0 richiede Mac OS X 10.5 (Leopard) per funzionare, un Mac con processore PPC o Intel, e costa 15 dollari, cifra che permetterà di avere diritto a tutte le versioni future del programma. Essendo uno shareware, Romi è disponibile per il download in versione demo della durata di 14 giorni. Il gioco, per accontentare un vasto numero di utenti, è localizzato in lingua francese, inglese, italiano, tedesco, spagnolo, portoghese, olandese, svedese e norvegese.
Attenzione, Romi non è compatibile con l’estensione FinderPop: chi ha installato questa estensione (non Apple) per Mac OS X, avrà problemi di refresh dello schermo e con i pulsanti dell’interfaccia grafica. Per continuare ad usare FinderPop, sarà sufficiente aggiungere Romi nella lista delle applicazioni da escludere in FinderPop.
Una versione “tascabile” del gioco è disponibile anche per il iPhone, iPad e iPod-Touch, logicamente su App Store.

Buonanotte, buonanotte fiorellino

Qualcuno ricorderà il Tamagotchi, un prodotto nato a metà degli anni 90, che sconvolse l’immaginario di molti in maniera poco comprensibile a posteriori. Era un dispositivo minuscolo, rigorosamente giapponese, dotato di soli tre bottoni, nel quale “viveva” un minuscolo animale virtuale. Bisognava nutrire l’animale, curarlo con delle iniezioni, tenerlo pulito ed educarlo.
I giovanissimi dell’epoca, probabilmente privi di una relazione sentimentale con un vero animale domestico, cominciarono a convogliare il loro affetto su qualcosa di tecnologicamente insignificante, ma socialmente innovativo.
La casa tedesca Mr. Fridge Software ha pensato bene di creare un piccolo programma dal concetto simile al gioco prodotto dalla Bandai, ma che ha come oggetto delle nostre attenzioni un piccolo semino, che con il tempo diventerà un fiorellino da curare quotidianamente, proprio come se fosse vero.
Floret è un fiore digitale che vive sul proprio desktop: andrà annaffiato e concimato regolarmente. La salute del fiorellino però non dipende solo dalla responsabilità del proprietario, a volte succedono degli imprevisti che costringono ad agire rapidamente per rendere il fiore nuovamente felice.
Il programma mostra anche il meteo locale e le tre previsioni quotidiane, per sapere in anticipo se si dovrà difendere la creatura dal gelo o dal caldo, ma anche se una benefica pioggia stia per arrivare.
Floret è uno shareware da 2,00 euro, ma è possibile effettuare il download ed utilizzarlo in modalità demo per provarlo. In questa modalità il fiore non crescerà oltre un certo limite e si vedrà soltanto il meteo senza previsioni.
Floret è anche disponibile per iOS su App Store per soli 1,59 euro.

Giocare al… ribasso

Coladia, fondata nel 2005 con sede a Parigi, è leader nella distribuzione di video giochi di avventura per Mac, iPhone e iPad. L’azienda ha stabilito una partnership con sviluppatori ed editori di prestigio (come Kheops Studio, Nobilis Group e Microids) per portare i migliori giochi di avventura sul Mac e sulle piattaforme iOS. Titoli di successo, come Il Segreto della Caverna Perduta, Cleopatra: il Destino di una Regina, Destinazione: l’Isola del Tesoro, Ritorno all’isola misteriosa e I segreti di Da Vinci sono già stati portati su piattaforma Mac; altri titoli per Mac, iPhone e iPad saranno introdotti nel 2010.
L’annuncio rilasciato poche ore fa da Frédéric Aloé, CEO di Coladia, riguarda i nuovi prezzi più bassi per alcuni giochi di avventura, selezionati per Mac. I giochi sono scesi a 19,90 euro anziché 29,90 euro. Il nuovo prezzo si applica ai seguenti giochi per Mac, disponibili per l’acquisto sul sito di Coladia:

I segreti di Da Vinci: Il gioco si ambienta nel 1522 e dovremo vestire i panni di Valdo, un ambizioso apprendista che ha lavorato per Francesco Melzi, quest’ultimo discepolo proprio del grande Leonardi Da Vinci. Il giovane Valdo è estremamente deluso quando l’erudito lo allontana improvvisamente per la sua eccessiva bramosia di successo. Tuttavia, poco dopo, riceve una lettera da un misterioso patrono, chiedendogli di individuare uno dei codici mancanti del grande maestro…

Cleopatra: Alessandria d’Egitto 48 A.C. Il paese è diviso da un’aspra guerra civile che vede i sostenitori di Cleopatra contro quelli di suo marito e fratello, Ptolemy. In questo clima di terrore, Thomas, un giovane astrologo si innamora della figlia del suo maestro ma un giorno scopre che il maestro e sua figlia sono stati rapiti. Thomas si mette sulle loro tracce e nel corso dell’investigazione scopre che Cleopatra ha richiesto di profetizzare sull’accaduto e che i partigiani di Ptolemy sono dietro al rapimento. L’investigazione porta Thomas a scovare i luoghi leggendari dell’Egitto come la Biblioteca di Alessandria ed il suo famoso faro…

Destinazione: Isola del Tesoro: Sono passati quattro anni dalla fine dell’avventura raccontata nel romanzo di Robert Louis Stevenson. Jim Hawkins è diventato un uomo onesto ed avventuroso, attento a quelli che lo circondano. Immaginate la sua sorpresa quando, una mattina, vede un pappagallo entrare finestra della sua camera da letto: è il pappagallo del Capitano Flint il compagno di Long John!
L’uccello gli porta un messaggio dal suo padrone: nel messaggio il vecchio pirata annuncia che ha seppellito un tesoro meraviglioso sull’isola segreta dove si ritirò: Emerald Island. Jim deve fare in fretta però perché i pirati, suoi vecchi nemici, sono sulle sue tracce…

Segreto della caverna perduta: Siamo nel 15.000 A.C. Arok è un giovane cacciatore. In passato ha conosciuto Klem, un artista sciamano ed è rimasto affascinato dall’arte della pittura sulle pareti di roccia. Arok si ricorda molto bene dello sciamano: infatti ha ricevuto in dono da lui una pietra con dipinto il simbolo dello sciamano. Arok è lontano dal villaggio dove è nato e cresciuto per una battuta di caccia: infatti caccia, pesca e raccolta sono gli unici mezzi di sopravvivenza nel paleolitico. La vita è pericolosa per un uomo delle caverne e suo malgrado Arok diventa preda: il cervo che sta inseguendo è desiderato anche da una feroce leonessa che non intende farsi portare via il pranzo e dedica la sua attenzione proprio ad Arok, costringendolo a ripararsi velocemente in una caverna. Quale sorpresa per Arok vedere dapprima i segni del passaggio del vecchio Klem sulle pareti di roccia adiacenti l’ingresso della caverna e addirittura il simbolo dello sciamano tracciato ben evidente sulle pareti all’interno! Arok inizia un viaggio lungo e pericoloso…

Le applicazioni sono localizzate in: inglese, francese, tedesco, italiano e spagnolo; tutti i giochi sono compilati in universal binary e funzionano su computer Mac con processori Intel o PowerPC G5. Sono disponibili gratuitamente per il download le versioni demo di ogni gioco sul sito ufficiale www.coladia.com/it/.

Romanzo interattivo illustrato

Il Jisei potrebbe essere associato ad uno stile di combattimento a mani nude o ad una specie rara di fiori orientali, ma evidentemente deve avere anche qualche altro significato, visto che questo nome da il titolo ad un nuovo gioco dello staff di Ayu Sakata.
Jisei è la storia interattiva misteriosa, quasi il romanzo visivo, di un giovane adolescente, senza nome e senza fissa dimora, che ha la capacità unica di rivivere, con delle percezioni extrasensoriali, il momento della morte di ogni cadavere che tocca; fino a quando si imbatte in una donna morta e viene all’improvviso bollato come il principale sospettato nell’indagine per omicidio.
Lo scopo del gioco è dimostrare l’innocenza del protagonista, ascoltando la voce che sente nella sua testa, guardando i propri passi, ricercando indizi e interrogando i testimoni con l’obiettivo finale di trovare l’assassino vero. Ogni parola ha un significato nascosto e ogni sospetto ha un segreto.
Ci vorranno logica e capacità superiori per dimostrare la propria innocenza portando elementi concreti. Durante il gioco musiche coinvolgenti e colpi di scena accompagneranno il giocatore in una soprannaturale misteriosa avventura punta e clicca.
Tra i fattori positivi del gioco certamente rientrano la trama moderna e le illustrazioni gradevoli in perfetto stile manga, l’unico aspetto negativo, almeno per noi, è la mancanza di una localizzazione in altre lingue, infatti il gioco è completamente in inglese.
Jisei, realizzato da sakevisual anche grazie all’utilizzo del codice sorgente di un certo numero di progetti OpenSource, è disponibile per il download in versione demo per Linux, Windows e Mac OS X, ma richiede il pagamento di 15 dollari per accedere al file della versione completa.

Combattimento spaziale vintage

Dedicato ai più convinti nostalgici, a players di una certa età e a giovani che nemmeno immaginino quanto possa essere stato piacevole immergersi in un “old game” basato su stupendi effetti grafici vettoriali, Bitfighter 1.0 è il “nuovo” gioco di combattimento spaziale, rilasciato di recente nella sua prima versione definita stabile (la 1.0 appunto), ma che vanta già un popolato gruppo di affezionati, tra beta tester ed utenti sparsi in tutto il mondo.
I comandi per controllare l’astronave sono fortemente ispirati a Robotron: 2084, un videogioco sparatutto a schermata fissa sviluppato nel 1982, quindi chi viene da quell’esperienza ludica si troverà rapidamente a proprio agio. Bitfighter è a tutti gli effetti un gioco di strategia, veloce, divertente e frenetico. Offre 8 diverse modalità di gioco, una nave spaziale configurabile, un editor delle mappe e la possibilità di giocare in locale o in rete (Lan/Internet) con chiunque condivida la stessa passione.
Realizzato per Windows, Linux e (logicamente) Mac OS X, il software multipiattaforma è continuamente supportato dal team di sviluppo, attivo e appassionato, di Christopher Eykamp.
Bitfighter è disponibile per il download sul sito ufficiale, e gira su tutti i computer Apple con almeno Mac OS X 10.3 in poi (quindi basta già un vecchio Power Mac con processore G3). Sul Mac si installa con un semplice Drag and Drop e alla sua rimozione manuale non lascia residui nel computer.

Un maialino spaziale per tutte le età

baKno (si legge bacàno) è una software house della Florida che nasce nel 2006 da un gruppo di appassionati di videogiochi impegnati a sviluppare nuovi strumenti ludici interattivi, vantando un catalogo di circa venti “giochi casual” per Mac, Windows e iPhone.
SpacePig è un divertente gioco in stile cartoon, che propone un viaggio irreale su una piccola Luna metallica, impersonando un simpatico maialino rosa. Il giocatore dovrà raccogliere le monete presenti sul suolo lunare ed i diamanti che ruotano intorno al piccolo satellite; dovrà naturalmente acciuffare il maggior numero possibile di oggetti, facendo però molta attenzione alle fatali cadute di meteoriti ed all’impatto con pericolosi oggetti appuntiti. SpacePig è accompagnato da una rilassante colonna sonora (una decina in tutto) e propone, nella fascia bassa della finestra di gioco, aggiornamenti in tempo reale sulle notizie prese da Internet dai principali siti di informazione, unendo l’utile al dilettevole. Nel pannelli di settaggio ci sono i tre classici livelli di difficoltà, la possibilità di regolare il volume degli effetti, e di mostrare o nascondere alcune funzionalità.
Si gioca con i tasti direzionali della tastiera, mentre la barra spaziatrice permette di saltare o accendere i razzi per brevi escursioni. Il punteggio ottenuto dagli altri giocatori nel mondo viene pubblicato nell’elenco dei Top 100, consultabile dall’apposito pannello.
La recente versione 4.0 offre una migliorata interfaccia utente con nuovi pulsanti, include le funzionalità di contenuti anche nella versione di prova e in modalità licenziata l’accesso ad annunci gratuiti, oltre ad una serie di correzioni di bug minori.
SpacePig 4.0 è disponibile per il download come DEMO (anche sul sito Apple), costa 9,95 dollari in versione singola (con PayPal) ed anche stata realizzata una versione per iPhone OS su App Store (0,79 euro). Per un periodo limitato sarà possibile ricevere gratuitamente per Mac o PC la licenza del software compilando semplicemente il modulo presente sul sito dello sviluppatore ed inserendo una email valida.

Misteri nascosti e segreti del nefasto viaggio del Titanic!

Macgamestore, il grande portale dedicato ai giochi, ha recentemente aggiunto alla sua raccolta estremamente dettagliata il gioco per Mac Hidden Mysteries: Titanic di Game Mill. In quest’avventura l’utente vestirà i panni di uno dei passeggeri del grande, veloce e lussuoso Titanic durante la propria traversata atlantica dal triste finale. Il gioco è un punta e clicca parlato in inglese, per cui bisognerà avere una certa padronanza della lingua anche per muovere i primi passi.
Come si intuisce facilmente dal titolo, questo gioco permetterà l’esplorazione del leggendario transatlantico di inizio secolo scorso, massima espressione della tecnologia navale, proponendo la risoluzione di enigmi, il recupero di indizi e oggetti nascosti affrontando ben 20 livelli unici, in cui sarà vitale recuperare anche una scialuppa di salvataggio per non rimanere vittima delle tragiche circostanze che decreteranno l’affondamento della nave. Saranno inoltre disponibili finali diversi, in base soprattutto al completamento dell’intera avventura ed alle diverse scelte effettuate dal giocatore.
Hidden Mysteries: Titanic ha riscosso un buon successo su Nintendo DS, Wii e PC, adesso è disponibile per il download (oltre 200MB) anche in versione demo per Mac, con una limitazione sul tempo nel gioco continuativo. Tuttavia il prezzo del gioco è di appena 9,95 dollari, acquistabile dal sito di Macgamestore; un vero peccato che non sia ancora prevista la localizzazione in italiano.