FaceTime anche su iPhone 3GS

FaceTime, la funzione di videochiamata introdotta in iPhone 4, oltre agli apprezzamenti per la qualità offerta, ha anche ricevuto diverse critiche a proposito della sua utilità, soprattutto viste le limitazioni al solo utilizzo della rete WiFi e all’impossibilità di comunicare con dispositivi diversi da iPhone 4 (solo di recente l’applicazione è arrivata anche su Mac OS X). Per ovviare ad entrambi i problemi è possibile optare per Tango, un’applicazione multi-piattaforma (disponibile al momento per iOS ed Adroid) che offre un servizio di video-chiamata gratuito tra i dispositivi che l’abbiano installata: le chiamate potranno essere effettuate sia tramite WiFi che su rete 3G e 4G.

Tango è una piccola azienda californiana, nata appena un anno fa, che ha sviluppato una propria tecnologia di videoconferenza con l’intento di fornire un servizio di alto livello qualitativo e, soprattutto interoperabile: non è certamente il primo servizio di video-chiamata disponibile su iPhone e nemmeno il primo multi-piattaforma ma dai primi commenti in rete, sembra essere sicuramente migliore di Fring.

I punti di forza di Tango sono sicuramente un elevato livello della qualità video (su rete wifi non siamo certo ai livelli di FaceTime, ma su rete telefonica la compressione è più che accettabile) e l’utilizzo della rete 3G (FaceTime non lo consente, mentre Fring richiede l’HSDPA); inoltre, come FaceTime, Tango consente l’utilizzo di entrambe le fotocamente del cellulare (mentre Fring permette di utilizzare solo quella frontale).

Insomma, è un’applicazione gratuita (ed offre un servizio gratuito di buona qualità), installabile, a differenza di FaceTime anche su iPhone 3GS e che permette di video-chiamare i propri amici con cellulari Android… non sono ottimi motivi per diventare dei Tangeros?
Tango richiede iOS 4.0 ed è disponibile per il download gratuito attraverso iTunes, logicamente su App Store.