Auricolari Ludos Ultra – recensione

Corpo in alluminio, memory foam, non si intrecciano mai: no, non stiamo parlando dei raggi gamma di Jeeg Robot, ma dei sorprendenti auricolari LUDOS Ultra. Scopriamoli insieme!

Fondata nel 2018, la start up Ludos Techs si impegna ogni giorno per migliorare i suoi auricolari ascoltando attentamente i responsi dei loro collaboratori e migliorando di volta in volta i prototipi.
Il risultato? Si evince già dalla confezione! I ragazzi di Ludos adagiano gli auricolari Ultra in una elegante custodia di metallo, coperti dal morbido sacchetto in tessuto pronto ad accoglierli e il connettore TRRS è protetto da un cappuccio di plastica trasparente. Insomma, per usare un inglesismo, un packaging perfetto.

Al primo sguardo ciò che risalta è il colore vivace del cavo, del sacchetto e dei cuscinetti in memory foam. Oltre a questi ultimi, gli auricolari sono accompagnati anche da un tris di cuscinetti in silicone in tre diverse grandezze, per coloro che dovessero preferirli ai primi.

Incuriosita come non mai, provo gli auricolari Ludos Ultra ascoltando un paio di dischi che conosco bene. I cuscinetti in memory foam si adattano subito alle mie piccole orecchie senza alcun fastidio e, tenendo in mente il prezzo di circa 15€, resto sbalordita: la nitidezza e l’equilibrio delle frequenze mi hanno letteralmente emozionato!
Ad esempio, Mark Knopfler risuona Get Lucky, Eric Clapton convince e consola (con) Layla e, cambiando genere, gli Eiffel65 scandiscono il tempo mentre Gigi D’Agostino parla e parla.. Bla bla bla..

Guardando l’orologio m’accorgo che ho ascoltato vari dischi di vari generi e che son passate quasi due ore! Allora li prendo e.. tac! I magneti agganciano i due auricolari mettendoli schiena contro schiena, così da non potersi intrecciare, complice anche il cavo gommato! Li metto in tasca (con e senza sacchetto di tela) e il cavo non si è mai, e sottolineo mai, ingarbugliato.

Inoltre il controllo del volume all’altezza circa del petto risulta comodo così come il tasto multifunzione (per rispondere ad una chiamata, avviare o fermare un brano o per richiamare Siri).

Per il tempo libero, negli spostamenti o per fare la fila alla posta, ho da sempre cercato un paio di auricolari che:

  • si adattassero alle mie orecchie piccoline senza recarmi dolori;
  • fossero economici..
  • .. ma di qualità!

In questa lunga ricerca ne ho provati davvero tanti, anche gli EarPods di Apple (troppo grandi per me), ma mi sono sempre scoraggiata tanto da abbandonare la buona abitudine di ascoltare musica. Con gli auricolari Ludos Ultra è come provare per la prima volta la realtà virtuale: fin quando non li provi, non ci credi.

Segui Ludos su:

Se per la città o per una passeggiata in montagna, per la musica classica o per la dance anni ’90, per le videochiamate o per giocare il tuo videogioco preferito, gli auricolari Ludos non ti deluderanno!

Infine, il prezzo di circa 15€, il design, i materiali ricercati e leggeri nonché la cura nei dettagli rendono gli auricolari Ludos Ultra un accessorio da avere sempre con sé per l’alta qualità e per il prezzo imbattibile: da portare ovunque!

Compralo su Amazon!


@ludostechs

princi.apple

Copyright © 2020 | www.iMaccanici.org

Un commento a “Auricolari Ludos Ultra – recensione”

Lascia un commento