a Napoli con Apple
dal 1986

Benvenuto su iMaccanici Assistenza Mac
domenica, 19 febbraio 2017__12:48

Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Catturiamo Mountain Lion con l'aiuto di Marco Freccero


Apple ha recentemente rilasciato Mountain Lion, nome della ottava release del sistema operativo (OS) della serie X (Mac OS X), il OS più avanzato al mondo, efficace per lavorare e/o divertirsi con un computer.
Con l'uscita del nuovo OS di Apple, Marco Freccero ha tirato fuori dalla sua faretra un'altra freccia ed ha fatto ancora centro (essìeh! pensavate di cavarvela senza la mia battuta d'obbligo?): la guida Alla scoperta di Mountain Lion.
Si tratta di un eBook snello, scritto in modo semplice e chiaro, facilmente comprensibile sia da coloro i quali si avvicinano per la prima volta al mondo Apple, sia, ovviamente, dai vecchi amanti dei felini di Cupertino ed è corredato da una serie di utili screen shot, perché una immagine vale più di mille parole.
In circa 100 pagine si trova tutto quello che serve per cimentarsi con il nuovo OS: la configurazione hardware minima necessaria; le operazioni necessarie e consigliate da effettuare prima di procedere all'installazione; come procedere ad una installazione coperta sul vecchio sistema operativo (sia esso Snow Leopard, sia Lion) oppure come procedere ad una cosiddetta "installazione pulita" o da zero per evitare conflitti e malfunzionamenti.
Il libro prosegue con l'elenco delle novità assolute di Mountain Lion (Gatekeeper e Notifiche) e delle novità già introdotte in precedenza con Lion (quindi comunque novità assolute per i possessori di Snow Leopard), ma perfezionate in questo nuovo OS (iCloud, Mission Control, Launchpad, Airdrop). Ma anche le vecchie funzioni o i vecchi software dei precedenti OS Apple (Finder, Dock, Dashboard, Spootlight, Time Machine, File Vault, Mail, Safari) sono rivisitati nel loro funzionamento sotto la nuova veste "montanara".
Chiude il libro un piccolo ma utilissimo glossario che vi svelerà il significato di termini e acronimi anche comuni, ma che sono talora di significato sconosciuto.
In conclusione: nel libro troverete il nuovo OS di Apple, Mountain Lion, come ve lo racconterebbe un utente, solo un po' più esperto.
Il libro si può acquistare sul sito di Buy Different insieme ad altri eBook, alla davvero modica cifra di 6,90 euro.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Non temere il Leone


L'amico Matteo Discardi, collaboratore storico della rivista Applicando, nonché autore di svariati libri per conto di Mondadori su Photoshop, Illustrator, Mac OS X, iPad e Office per Mac, ha firmato l'ultima grande guida edita da Mondadori Informatica, che accompagnerà per mano il lettore più intimorito alla scoperta di OS X 10.7 Lion.
Il Re degli OS, rilasciato il 20 luglio scorso da Apple, offre un utilizzo innovativo del Mac, con nuovi strumenti e meravigliose caratteristiche dell'interfaccia (che richiamano moltissimo l'iOS di iPhone e iPad) lasciandogli però tutta la potenza e la versatilità che lo hanno reso famoso negli anni, favorendo la convergenza dei due Sistemi Operativi verso un unico grande mondo.
Un utilizzo inferiore di mouse e tastiera, con maggiori tocchi al trackpad Multi-Touch per ottenere più immediatezza e meno tempo perso a cliccare e cercare le cose. In pratica un Sistema nato per gli switcher (utenti che vengono dal PC-Windows), ma che non terrorizza più di tanto i tradizionalisti del Mac. Milioni di utenti lo stanno già utilizzando, ma qualcuno manca ancora all'appello.
La guida propone tutti gli strumenti più importanti per la scoperta delle funzioni più importanti come Mission Control e Launchpad, oltre che le nuove "gesture" per comandare il Mac in punta di dita e le nuove versioni di Mail, iCal, Safari, Photo Booth e FaceTime, disponibili anche in una nuova e meravigliosa vista a tutto schermo.
Il manuale offre in ogni capitolo un interessante esame delle più diffuse applicazioni che rendono l'esperienza Mac così importante e produttiva: dalle meraviglie di iTunes alle nuove caratteristiche di QuickTime, dall’esame del nuovo TextEdit al redivivo LibroFont, dalle incredibili potenzialità di Anteprima al ridisegnato QuickLook. Senza dimenticare tutti i prodotti alternativi che rendono il mondo Mac così ricco e versatile come VLC, Firefox, Skype, Evernote, DaisyDisk, Toast, HandBrake, MacTracker, Dropbox e moltissimi altri, per i quali sono riportate non solo le caratteristiche principali, ma anche un esame attento a come possono integrarsi e a volte sostituire in modo egregio le applicazioni predefinite di OS X.

"Mac OS X Lion la grande guida" sarà disponibile in tutte le librerie nazionali già dai primissimi giorni di settembre.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Introduzione pratica al mondo della stampa


In alcune occasioni può capitare di dover preparare un file per la stampa offset, e spesso chi si trova alle prime esperienze non è nemmeno in grado di considerare le abbondanze, i segni di taglio e le numerose caratteristiche richieste dalla tipografia.
È lecito chiedersi se esista un segreto da conoscere per ottenere colori stampati giusti o un risultato uguali a quello che visualizzati a monitor. Proprio a chi si pone questa domanda, a chi sente il peso dell'inquietudine quando deve mandare in stampa un lavoro, è dedicata questa guida: Gutenberg’s World, giunta da qualche tempo alla sua seconda edizione.
Il manuale, scritto da Stefano Torregrossa, cercherà di rendere possibile una via d'incontro tra grafici creativi e service di stampa. Di OniceDesign (così si chiama il blog di Torregrossa) ne parlammo già a marzo del 2009 nelle nostre vecchie newsletter, sottolineando l'amore per il suo lavoro che l'ha spinto a pubblicare (e distribuire gratuitamente) le informazioni sui fondamenti alla base di un documento ideato per la stampa offset, illustrate in maniera chiara e comprensibile a tutti.
Gutenberg’s World 2 è un file PDF di 35 pagine (forse la terza di copertina è bianca?) che toglie molti dubbi e schiarisce le idee su come chiudere il proprio progetto grafico e darlo in pasto alla fase finale di prestampa, rendendolo gestibile, facile ed interpretabile da qualsiasi RIP (acronimo di Raster Image Processor).
L'esperienza dell'autore non solo regala consigli sulle più elementari pratiche da seguire prima di mandare in stampa un progetto, ma spiega nel dettaglio l'importanza delle abbondanze, della risoluzione delle immagini, dello spazio colore in quadricromia, dei colori Pantone, del nero "ricco" per i fondi e anche della gestione del colore. Facilitano la comprensione della lettura gli esempi e le immagini allegate, che rendono il testo davvero efficace dal punto di vista didattico.
Nuovi ed interessanti approfondimenti vengono proposti in Gutenberg's World 2, per rendere più agevole e soddisfacente la progettazione e la stampa dei propri progetti. In particolare, in questa seconda edizione vengono toccati e seguenti argomenti: come funziona la stampa offset a foglio; come calcolare fogli, formati e impianti stampa; come leggere un foglio macchina; cosa e come chiedere informazioni ad un tipografo. Infine i capitoli già esistenti sono stati corretti e integrati con nuovi esempi. Proprio come il suo predecessore, anche questo Gutenberg's World 2 è in formato pdf, completamente free.
Poiché in ogni libro è proprio il finale a colpire, cercheremo di non rovinarvi troppo la sorpresa riportando solo un passaggio interessante che ricorda l’unica e fondamentale verità della stampa: "ciò che vedete a monitor – e che il vostro cliente vedrà a monitor – non è (quasi) mai ciò che verrà stampato sulla carta".
Altro punto a favore dell'opera e dell'autore è che Stefano Torregrossa appartiene a quella categoria di professionisti che promettono di rispondere a chiunque voglia scrivergli per sottoporgli dubbi, domande, perplessità, correzioni o semplicemente voglia inviargli un feedback di qualsiasi tipo su Gutenberg’s World 2.
Fonti: nosatispassion.altervista.org e artigrafiche.blogspot.com.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Per l'editoria, la grafica e il Web


Come giustamente viene introdotto, Adobe InDesign CS5 è il software di ultima generazione per quanto concerne la progettazione, la verifica preliminare e la pubblicazione di documenti per la stampa, il web o i dispositivi mobili. Per le sue caratteristiche è ormai uno standard nell’ambito dell’editoria e della grafica…
Ma qual'è il segreto del successo di InDesign? La risposta è facile, quanto sotto gli occhi di tutti! InDesign è qualcosa di più di un software di impaginazione, è capace di sostituire degnamente programmi di grafica vettoriale come lo stesso Illustrator, ma anche il popolare Freehand (seppellito inesorabilmente da Adobe) ed è in grado di non far rimpiangere lo scomparso PageMaker e lo storico, quanto rigido e costoso, QuarkXPress… ormai da anni sempre più lontano. È la prima volta, per un software di impaginazione, che l'utente non si trova costretto ad adattarsi totalmente al programma, ma viceversa trova in InDesign qualcosa dal sapore familiare, qualunque sia la sua provenienza lavorativa.
In un unico software la casa di San Jose riesce ad offrire tutti gli strumenti necessari all'esigente mondo della grafica e dell'impaginazione, con la gestione inglobata dei disegni vettoriali, così come la gestione dei tracciati di ritaglio in immagini provenienti da Photoshop, sempre con la garanzia fondamentale di produrre un prodotto finale che rispetti i più rigorosi parametri di qualità, per un file PDF certificato per ogni esigenza, prestampa in primis.
Nella sua ultima incarnazione Adobe InDesign CS5 offre funzioni innovative in termini di produttività e collaborazione, tra cui opzioni semplificate di modifica e selezione degli oggetti, integrazione con i servizi online Adobe CS Live e la possibilità di creare documenti multimediali interattivi per attirare e coinvolgere i lettori.
Infatti, i documenti InDesign CS5 possono essere concepiti per il Web, le pagine possono assumere varie dimensioni all’interno dello stesso documento e inoltre InDesign CS5 crea eBook in formato ePub, accettati e letti da Apple iPad, Sony Reader, telefoni cellulari e altri dispositivi.
L'amico Roberto Celano, che non ha bisogno di presentazioni, ha recentemente realizzato il suo ultimo libro su InDesign CS5, rivolto ai grafici, ai creativi (siano essi principianti o intermedi) e a chi lavora nell’editoria. Nella guida, per la collana I Manuali edita da Tecniche Nuove, viene descritto come utilizzare il pacchetto software con esempi e immagini esplicative, senza tralasciare suggerimenti e soluzioni pratiche, che rendono il lettore immediatamente operativo.
Tra le novità della versione 5: i documenti InDesign CS5 possono essere concepiti per il Web. Basta costruire ed esportare in SWF le pagine dai contenuti interattivi, animati, con video e audio; le pagine possono assumere varie dimensioni all'interno dello stesso documento; InDesign CS5 offre una palette Livelli del tutto simile a quella di Photoshop e lllustrator, per velocizzare il lavoro con accorgimenti intuitivi; si possono creare didascalie interattive prelevandole dai metadati dell'immagine cui si riferiscono; il nuovo effetto angolo varia il raggio di tutti gli angoli di una cornice.
Attualmente non abbiamo ancora recensito l'opera di Roberto, ma possiamo essere certi che la sua lettura può rivelarsi fondamentale per chiunque (tra neofiti ed utilizzatori medi) abbia deciso di sostituire il suo vecchio software di grafica con l'ultimo InDesign, il quale ha ampiamente dimostrato negli anni di possedere una tabella di marcia vincente rispetto alla concorrenza.
Il manuale InDesign CS5 costa 19,90 euro (meno delle altre poche pubblicazioni disponibili su InDesign CS5) ed è in vendita sui siti Tecniche Nuove, IBS, la Feltrinelli, DEA Store, Webster e Cogitando. È composto da 256 pagine brossurate in formato tascabile 17x24.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Imparare ad usare iMovie


A breve sarà presentato un nuovo eBook da BuyDifferent dal nome fortemente esplicito: iMovie '11. L'autore del libro è Gian Guido Zurli, che vanta circa una dozzina di titoli pubblicati per le Edizioni FAG Milano; è un consulente informatico, fotografo, editor video e grafico che vive e lavora a Parma. Zurli organizza corsi di formazione (a pagamento) per Photoshop, Apple Aperture, Final Cut Studio, Keynote e Mac OS X ; è socio fondatore del Final Cut Pro User Group Italia (FCPUG.it), il primo gruppo di appassionati di software per il video digitale di Apple in Italia. Nel 2006 ha ottenuto la certificazione Apple su Mac OS X ed ha collaborato con alcuni negozi autorizzati Apple. Grazie all'amico Alessandro Palmisano, del Gruppo Panta Rei, abbiamo avuto il piacere di ricevere (in anteprima assoluta) il suo ultimo lavoro.
Il nuovo iMovie '11 di Gian Guido Zurli è un file PDF di 50 pagine, dall'impaginazione elegante e leggibile, che mette a nudo tutte le funzioni di iMovie '11 (versione 9) incluso nella più recente suite iLife di Apple.
iMovie vide la luce la prima volta a fine millennio scorso, ai tempi dei primi iMac con porta Firewire. Il paragone con la versione odierna è improponibile, soprattutto per l'importante passaggio del 2007 da iMovie HD 6 a iMovie 7 della Suite iLife '08. Fu proprio questa rivoluzione a mettere in difficoltà milioni di utenti, abituati all'utilizzo semplificato di iMovie HD, dovendo poi affrontare un software completamente stravolto e con forti richiami (almeno nell'estetica) a software più professionali come Final Cut.
Con iMovie oggi è possibile montare filmati ad alta definizione, sfruttare complessi effetti di titolazione in tempo reale e importare anche dalle moderne videocamere USB (non più solo firewire) in formato Full HD. Ma tutto questo richiede un minimo di istruzione, è impensabile immaginare di poter sfruttare rapidamente le potenzialità sorprendenti di iMovie senza una breve guida.
Nell'eBook di Zurli l'utente verrà accompagnato fin dai primi passi: nell'importazione del video, nella scelta migliore da fare in base alle proprie esigenze, nella gestione dei progetti e degli eventi. Vengono affrontati in maniera chiara e semplice i seguenti temi: l'interfaccia grafica, l'editing video, le regolazioni dei clip audio/video, i contenuti multimediali, i titoli e le transizioni.
Agli utenti più esigenti è dedicato il capitolo relativo alle funzioni Mappe, Green Screen, animatic e, per concludere, alla creazione di un trailer dall'aspetto professionale, il trovapersone e il posizionamento manuale dei marcatori, come quelli presenti nei DVD commerciali dei film.
Insomma, una guida concentrata, completa e specifica per creare filmati straordinari con lo strumento migliore per la maggior parte dei videoamatori moderni: iMovie di Apple.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Nuovo E-book da BuyDifferent


BuyDifferent, avvalendosi delle conoscenze di Marco Freccero, pubblica un altro E-book gratuito, anzi due. Si tratta de Il Mac e la sicurezza vol 1 e Il Mac e la sicurezza vol 2.
Il primo affronta in maniera comprensibile e semplificata l'argomento relativo allo spam e a come difendersi e liberarsene gradualmente in maniera definitiva. Nella posta indesiderata possono annidarsi minacce ben più gravi della seccatura di avere una casella intasata, come la presenza di messaggi di phishing (per far abboccare i meno esperti nel cedere delicate password) o di allegati infetti che potrebbero venir involontariamente trasmessi a qualche utilizzatore di PC Windows.
Anche l'accesso ai propri dati viene spiegato con chiarezza, affrontando la Condivisione dei Documenti e l'utilizzo del firewall integrato di Mac OS X; gli aggiornamenti al Sistema Operativo relativi alla Sicurezza e la navigazione sicura con Safari, il browser integrato.
Una quarantina di pagine da non sfogliare tutte d'un fiato, ma da leggere e rileggere finché non ci sarà entrato in testa che, come ribadisce l'autore: "La sicurezza è un affare che riguarda tutti".
Il volume 2 de Il Mac e la sicurezza illustra (nelle sue quasi 50 pagine) le qualità multiutente di Mac OS X, l'importanza dell'uso di password sicure e la generazione assistita; la protezione dei file con FileVault, delle e-mail e dei messaggi di iChat; inoltre l'accesso alla rete ed i rischi che si corrono tramite le connessioni Wi-Fi. Insomma c'è tutto quanto possa mettere l'anima in pace anche alle persone più ansiose.
Questi testi sembrano scritti apposta per chi usa il Mac e non ha mai voluto leggere una guida tecnica sulla sicurezza perché convinto di non esserne in grado di capirne i contenuti. La semplicità e l'efficacia di Freccero sono a prova di bambino. Alla fine si evince che la principale regola per mettere al sicuro i propri dati è quella di utilizzare una sana dosa buonsenso e impostare una password non banale al proprio utente, regole che comunque valgono per qualsiasi Sistema *nix.
Molte risorse per Mac distribuite dall'autore sono disponibili su www.ilmac.net e marcofreccero.blogspot.com, mentre il download gratuito del file comporta l'essere clienti di BuyDifferent, poiché va acquistato come un qualsiasi prodotto, anche se a costo zero.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Sviluppare applicazioni per iPhone


Jonathan Stark è un consulente di applicazioni web e mobile citato dal Wall Street Journal come esperto sulla pubblicazione di dati desktop sul Web. Ha già scritto due libri sulla programmazione di applicazioni web ed è articolista per le riviste di tecnologia php|architect e Advisor.
Il suo terzo libro è intitolato Building iPhone Apps with HTML, CSS, and JavaScript, in vendita su Amazon , O'Reilly , e come un App iPhone da iTunes.
Il libro, apprezzato da nomi importanti come John Allsopp (autore e fondatore di Web Directions) e da Brian Leroux (Nitobi Software) chiarisce che se si conoscono HTML, CSS e JavaScript, si è già in possesso degli strumenti necessari per sviluppare le proprie applicazioni iPhone.
La casa editrice Tecniche Nuove ha prodotto la traduzione in italiano di questo interessante volume, realizzando un libro brossurato di 176 pagine, intitolato appunto Sviluppare applicazioni per iPhone, che insegna ad utilizzare queste tecnologie web open source per progettare e costruire applicazioni per iPhone, iPod touch, iPad sulla propria piattaforma, senza l’utilizzo di Objective C e Cocoa.

Le applicazioni per i dispositivi mobili rappresentano il futuro e questo libro mostra come creare un prodotto per diverse piattaforme. Si troveranno le linee guida per convertire il proprio lavoro in un’applicazione iPhone nativa tramite il framework gratuito PhoneGap. Si potrà capire, inoltre, perché rilasciare il prodotto come un’applicazione web permetta di trovare e correggere errori più velocemente che con le applicazioni native create per l’App Store con gli strumenti di Apple.

Il libro in italiano è disponibile per l'acquisto sul sito www.tilibri.com a 17,90 euro.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Photoshop 12 e Illustrator 15 senza segreti


Matteo Discardi, grafico, illustratore, sviluppatore e professionista della comunicazione digitale, è grandemente appassionato di grafica vettoriale bidimensionale e bitmap. Collabora attivamente con la rivista Applicando ed è stato segnalato più volte su questo sito per la qualità dei suoi prodotti editoriali.
Le sue due ultime fatiche sono dedicate ai software che principalmente vengono utilizzati dai professionisti del settore grafico: Photoshop e Illustrator. È recente la notizia dell'uscita di due nuovi volumi dedicati ad Illustrator CS5 e Photoshop CS5, due manuali di Mondadori Informatica che portano avanti la fortunata saga de "La grande guida".
I tomi, completamente riscritti ed aggiornati rispetto alle passate edizioni, offrono nuovi contenuti, semplificazioni e segreti immancabili per l'ottimizzazione e l'aumento della produttività nell'utilizzo delle due principali applicazioni della Creative Suite 5 di Adobe.

Adobe Photoshop CS5 la grande guida è stata redatta da una parte con l'intento di introdurre le nuove funzionalità di Adobe Photoshop CS5, dall'altra di approfondire strumenti storici che talvolta sfuggono ai più ma che riescono ancora a meravigliare quando messi all'opera. Corredato da una cospicua serie di esempi, consigli, confronti ed esercizi, scritto con uno stile leggero e divertente il manuale svela dettagli curiosi su alcune funzioni e "trucchi del mestiere" su svariati comandi e metodi. Degna di nota è anche la prefazione del libro, curata da Dario Tortora, firma tecnica eccellente nell'ambiente Mac italiano.
Disponibile per l'acquisto sul sito Mondadori al prezzo di 45,00 euro.

Adobe Illustrator CS5 la grande guida pone l'accento sulle nuove caratteristiche della versione CS5, ma allo stesso tempo esamina e approfondisce le principali tematiche fedeli all'applicazione da sempre: le curve di Bezier, l'utilizzo dei colori nelle varie forme, la modifica artistica delle forme semplici e complesse, l'arte incredibile dei pennelli, il 3D ed infine l'utilizzo delle pagine e del testo, per utilizzare con soddisfazione Illustrator come un piccolo impaginatore. Il libro si pregia della prefazione curata da Antonio Dini, firma tecnica eccellente di riviste come "Il Sole 24 Ore", "Applicando" e "Macity".
Disponibile per l'acquisto sul sito Mondadori al prezzo di 45,00 euro.

Entrambe le guide offrono in allegato un DVD che contiene la versione di valutazione del programma, esercizi pratici e contenuti aggiuntivi.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

È arrivato Tutti pazzi per iPad!


Dopo una lunga attesa, complice sia il corriere che le Poste Italiane, finalmente è arrivata la copia di Tutti pazzi per iPad che gentilmente Lia Giaccherini, dell'Ufficio Stampa di Tecniche Nuove spa, ci ha inviato su richiesta dell'autore.
Lucio Bragagnolo si occupa di Internet dai primissimi anni Novanta, quando è stato cofondatore di Internet On-Line, la primissima testata cartacea in Italia dedicata alla Rete. Giornalista e divulgatore specializzato in informatica e nuove tecnologie, vive e lavora nell’hinterland milanese, dal quale scrive regolarmente su carta e web per varie testate come MacWorld Italia e il Corriere del Ticino.
Ed eccolo qui, il suo recente lavoro editoriale: il piccolo volume brossurato (misura appena 11 cm di base per 18 di altezza) ingombra meno di una custodia da DVD, ma offre ben 164 pagine, più il sommario e l'introduzione iniziale fuoritesto.
La copertina, rifinita con plastificazione opaca, mette al riparo il prezioso contenuto da macchie accidentali e umidità. Questo perché prevedibilmente il lettore porterà con sé il manuale un po' dappertutto, viste le dimensioni contenute ed il formato tascabile.
L'autore affronta il tablet di Apple in maniera assolutamente non banale, riportando anche gli atteggiamenti ostili di alcuni governi internazionali e la contesa del marchio, ma sempre con la giusta dose di ironia che da tempo contraddistingue il simpatico articolista di MacWorld.
Applicazioni, utility, giochi, video, musica, informazioni, intrattenimento, moda, social networking, libri… tutto il software viene magistralmente illustrato, ogni capacità dell'iPad è esaltata, nulla viene dimenticato o lasciato al caso.
Un intero capitolo è dedicato al popolo dell'iPad, dai più accaniti detrattori ai soddisfatti sostenitori: una ventina di pagine per togliersi qualche soddisfazione su previsioni mal azzardate e decine di flop smentiti, una vera goduria per il fanboy Apple.
Da questa parte del libro in avanti sarà un continuo approfondimento sul dispositivo, sulle sue capacità, ma soprattutto sulla flessibilità offerta con gli inimmaginabili utilizzi possibili.
La risposta alla domanda "A chi serve l'iPad" non la troverete a pagina 117, ma sarà la naturale conclusione che si trarrà solo al termine della lettura. Nella peggiore delle ipotesi vi renderete conto che potrebbe provvedere al bisogno del 90% della vostra vita digitale.
Le ultime parole di Lux nel libro sono: scrivetemi, prometto una risposta a tutti. Credetemi, questo è quanto di meglio ci si possa aspettare da un vero professionista. A differenza di altri guru e profeti informatici, Lucio Bragagnolo è molto più umano e disponibile. Trova il tempo per tutti, non chiede soldi, non cerca eurobanconote in una busta o donazioni per una pizza: fa solo il suo lavoro e lo fa davvero bene.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

9 giugno 2010: Appuntamento con Lux


Chi si aggiorna vale di più… e lo può fare anche attraverso una serie di libri e manuali tecnici autorevoli. Questo condivisibilissimo slogan dell'editrice Tecniche Nuove rispecchia la natura del vero utente Mac, che irresistibilmente è portato ad avere con se strumenti di lavoro o di svago sempre aggiornati, dall'hardware al software.
Tra le opere disponibili nell'area tematica Informatica della casa editrice, spiccano grandi firme internazionali e costosi volumi (anche di mille pagine) dedicati al Mac o a programmi professionali.
È invece un piccolo brossurato, di "appena" 176 pagine, l'ultima pubblicazione di Lucio Bragangolo, uno dei Mac User più acuti che abbia mai conosciuto. Lux scrive regolarmente per varie testate, come Macworld Italia e il Corriere del Ticino. La sua piccola creatura "Tutti pazzi per iPad" costa meno di 8 euro e promette di illustrare quanto c’è da sapere su iPad, l'invenzione Apple più discussa degli ultimi tempi: il dispositivo che rivoluziona tutto quello apparentemente già rivoluzionato; Internet, libri elettronici, didattica e tutto il resto.
Nel libro vengono affrontati il fenomeno della crescente produzione di accessori, il software su misura, le discordanti discussioni in rete di scettici ed entusiasti sul dispositivo Apple, ma soprattutto l'impatto con il mercato, dove ha già imposto un primato diventando rapidamente il tablet più venduto di sempre.
Non avendo avuto ancora la possibilità di leggerne una copia, ci limiteremo a riportare quanto scritto sul sito dell'editore: nel libro si parla di utilizzi canonici, per esempio l’acquisto e la consultazione (o la creazione) di libri elettronici, e meno canonici, come il supporto multimediale alla didattica, la fornitura di un computer veramente più facile agli anziani, la possibilità di rivoluzionare i campi più disparati (dalla cartella clinica ospedaliera fino alla manipolazione con le dita di fogli di calcolo) e i videogiochi, i cui produttori hanno a disposizione per la prima volta una via di mezzo tra la console tascabile e quella da salotto.
Vengono anche analizzate alcune diatribe di carattere tecnico relative alla dotazione software e hardware di iPad, spiegando il perché delle scelte tecniche compiute. A completamento, compare anche una sezione di puro intrattenimento sulle parodie di iPad apparse su Internet. Una cronaca e contemporaneamente un'analisi del fenomeno iPad tutta da sfogliare con la dita… esattamente come iPad.
Sul sito del POC, dove Bragagnolo scrive quasi quotidianamente, si apprende che mercoledì 9 giugno a partire dalle 18:30 in @Work Milano, via Carducci angolo galleria Borella (MM1 Cadorna, MM2 S. Ambrogio), l'autore presenterà il suo nuovo libro. Quale occasione migliore per stringergli la mano e comprarne una copia con autografo?
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Cosa è un iPad e come funziona?


Matteo Discardi, di cui possiamo ammirare interessanti articoli su Applicando (popolare mensile Mac italiano) e su Macity, non s'è risparmiato la fatica di scrivere un nuovo libro, stavolta sull'iPad di Apple. L'autore (tra l'altro grafico, illustratore, sviluppatore e professionista della comunicazione digitale), ha realizzato in precedenza altre guide sul Mac e sui software più diffusi, riscuotendo sempre un buon successo, ed è in base a questi precedenti che molti utenti si piomberanno in libreria per l'acquisto di questo nuovo libro.
Ironicamente si tratta di un volume che non abbiamo potuto ancora leggere, e che descrive un prodotto che non abbiamo potuto ancora comprare. Ma ormai l'iPad è dietro l'angolo, ed investire 9,90 euro per l'acquisto di questa guida potrà sicuramente aiutare l'utente ad affrontare meglio l'acquisto di un iPad, con una maggiore consapevolezza e con meno indecisioni sui primi passi da muovere con il nuovo tablet di Apple.
La guida (di appena 64 pagine), si rivolge agli appassionati di nuove tecnologie di ogni età, non per forza utenti Mac, che vogliono scoprire tutti i segreti e le funzioni dell'iPad: l'ideale per conoscere le sue potenzialità, le applicazioni più utili e dove trovarle, l’aspetto multimediale (musica, foto, film), i giochi e tutto quello che rende questo prodotto rivoluzionario, magico e forse indispensabile. Il volume può essere anche una simpatica soluzione regalo, per chi non può permettersi il lusso di comprare un iPad ad un amico, ma vuole aiutarlo a capire che l'iPad è molto più di un iPhone gigante e che se vuole può comprarselo da solo.
Sul sito di Mondadori, è possibile scaricare il sommario del libro e un capitolo di esempio, per apprezzare la qualità dei contenuti e valutare preventivamente l'acquisto.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Come divertirsi con il Mac


Matteo Discardi, veneziano non ancora quarantenne, oltre a sviluppare applicativi per la sua 1802.it e fornire servizi di formazione e assistenza tecnica, non perde l'occasione per pubblicare un altro buon libro per Mondadori Informatica: "Il mio Mac - Divertirsi con iLife e le applicazioni della mela".
Non si tratta del "solito" libro scritto con l'ambizione di "insegnare ad usare Mac OS X", né tantomeno del "manuale che non c'è" per iLife o per iWork; questo libro insegna ad usare il proprio Mac senza preoccuparsi troppo di quello che c'è dietro, senza voler approfondire e nemmeno citare gli eventi del file system o scomodare le attività in background, per quello ci sono già altre pubblicazioni.
"Il mio Mac" in effetti serve a divertirsi imparando tutto il resto. Parla delle applicazioni incluse in iLife e già installate sui nuovi Mac (GarageBand, iDVD, iMovie, iPhoto, iTunes e iWeb) ed insegna a scoprire il modo migliore di usare le applicazioni della suite iWork (Pages Numbers Keynote), infine non trascura Bento, Safari, QuickTime ed iChat, ma nemmeno gli immancabili programmi alternativi tanto cari agli utenti come Firefox, Skype, i famosi social network Flickr e Facebook, e le importanti tecnologie Divx ed MP3.
Il volume costa 28 euro, è composto da 208 pagine ed anche se non trasformerà il lettore in un tecnico certificato Apple, gli permetterà comunque di sfruttare appieno gli strumenti principali e di sentirsi finalmente un ottimo Mac User.
Una curiosità:
A partire da oggi 27 e fino al 29 Marzo 2010, Matteo Discardi sarà al Photoshow, la più importante fiera italiana dedicata al mondo della fotografia, ospite dello stand A18 di Ascofoto al Padiglione 6. Nel corso delle giornate verranno effettuate alcune demo gratuite su Photoshop con la nuova tavoletta grafica Intous 4 wireless. Saranno disponibili anche alcune ultime copie dei suoi ultimi libri.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Cose da sapere per poter essere i numeri uno


Il nostro caro amico di MelaMangio.com, torna a far parlare (bene) di sé, e lo fa con la riedizione in digitale di un libro. Un valido aiuto per chi non ha mai avuto a che fare con l'economia aziendale e per chi, per un motivo o per l’altro, vuole ripassare la materia.
Il tomo, appunto Nozioni di economia aziendale di Alessandro Marino, è stato appena pubblicato sotto forma di applicazione per iPhone ed è disponibile su App Store al prezzo appetibile di 0,79 euro. Ideale per coloro che provengono da un indirizzo di tipo umanistico e sono in procinto di iniziare il primo anno all’università di economia. Molto utile, come ripasso e approfondimento, per chi possiede già il diploma di un Istituto Tecnico Commerciale.
Il volume affronta con profondità diversi argomenti, dalla pianificazione alla produzione, passando in rassegna le armi più taglienti della finanza, come il marketing, la ricerca e lo sviluppo. Si pone come lo strumento ideale per imparare a comprendere maggiormente l'amministrazione di una azienda ed avere il controllo sull'organizzazione e sulle risorse.
Nozioni di economia aziendale è il naturale "porting" dal cartaceo al digitale del libro pubblicato tre mesi fa su lulu.com, acquistabile anche dal sito di Amazon.com. Si tratta di 112 pagine nel formato 15x21, con copertina morbida. Proprio dall'immagine in copertina (l'entrata del quartier generale Apple a Infinite Loop, 1) è evidente che l'autore vede in Apple un ottimo esempio di economia aziendale, e probabilmente diventare dei numeri uno significa riflettersi e confrontarsi con riferimenti del genere.
Il libro è stampato dall'editore su ordinazione, ed il prezzo di acquisto è di 9,99 euro (ma può scendere del 17% se comprato in almeno 5 copie, e così via dal 22 al 40% in meno in base alle quantità ordinate). L'impatto ambientale è ridotto al minimo, proprio per questa pratica di stampa su ordinazione, ma occorrerà aspettare qualche giorno per riceverlo. Interessante segnalare che anche per la realizzazione del libro, l'autore si è sottoposto ad una precisa misurazione dell'impatto ambientale e grazie al progetto Impatto Zero ha quantificato l’inquinamento prodotto (calcolando l'anidride carbonica emessa) autotassandosi con un contributo per la creazione e tutela di nuove foreste, compensando così le emissioni prodotte dal consumo di corrente elettrica per l'alimentazione del suo computer e per la stampa delle bozze.
La cosa più difficile è stata scegliere la categoria di questo articolo. Edicola o Recensioni App Store? Peccato non poter scegliere entrambe.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Manuale per genitori persi nella Rete


Non tutti i frequentatori di questo sito sono grandi esperti delle tecnologie più diffuse e non tutti, specialmente se appartenenti a qualche generazione passata, sanno come comportarsi con un figlio entrato troppo "dentro" al computer; proprio per questi signori, non più giovanissimi e quasi inconsapevoli del mondo informatico che avvolge i propri figli, è stato scritto questo libro da Giuseppe Pelosi. L'autore, classe 1965 e laureato in Filosofia, svolge la professione di docente di scuola superiore e coltiva molte passioni, dalla recitazione teatrale a quella del campo informatico. Nel libro Aiuto! Ho un cyberfiglio! (112 pagine) vengono spiegati, in maniera estremamente semplificata, quali sono i principali rischi e gli innegabili vantaggi dell'utilizzo di un computer collegato ad Internet; non mancano le istruzioni per difendersi dai pericoli e controllare le eventuali minacce in maniera semplice e diretta, avvalendosi di esempi e consigli pratici: un vero manuale per colmare il proprio ritardo generazionale. Il testo, corredato da un "Alfabeto di Internet", che permette di conoscere e capire sigle e terminologie dei termini più diffusi sul Web, è certamente utile a tutti i genitori spaventati dal Web ed agli insegnanti impreparati in materia, per riuscire ad orientare i giovani ad una corretta navigazioni nella rete.
Il libro "Aiuto! Ho un cyberfiglio! - Manuale per genitori persi nella Rete" (edito da Ancora - collana Percorsi familiari), costa 10 euro ed è reperibile da almeno un mese su diversi canali, tra cui il sito web dell'editore.
Non avendolo potuto leggere, se qualcuno l'avesse acquistato può commentare questa segnalazione per esprimere il suo giudizio.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Tutti i segreti di Snow Leopard


Mac OS X Snow Leopard, l'ultimo Sistema Operativo di Apple che a dispetto del nome venne rilasciato lo scorso 28 Agosto, giunge in questi giorni ai suoi primi due mesi di vita, e mentre c'è chi lo ha adottato sin dal primo momento, molti di noi hanno preferito aspettare prima di compiere il passo, che avverrà probabilmente col prossimo e imminente rilascio della versione 10.6.2 o, perché no, magari in concomitanza con un nuovo acquisto, viste le splendide sorprese che ci ha rivelato Apple nei giorni scorsi.
La nuova guida di Marco Freccero giunge così puntuale all'attenzione di vecchi e nuovi utenti della piattaforma Mac, con oltre 200 pagine dedicate non solo al nuovo Sistema Operativo, ma anche a quelle importantissime operazioni preliminari da compiere prima della sua installazione o del suo aggiornamento: la verifica della compatibilità hardware, il controllo della salute del disco rigido, l'importanza di effettuare una copia avviabile del disco attuale, come effettuarla al meglio e inoltre tutte le indicazioni per la formattazione del disco esterno, nonché il procedimento passo passo se si desidera anche partizionarlo.
A seguire, le procedure per l'aggiornamento o per l'installazione di Snow Leopard, quindi una passeggiata a tu per tu col nuovo felino attraverso una conoscenza approfondita delle preferenze e delle funzioni più nascoste del Finder, di Safari, Mail, iChat e Spotlight, una guida alla configurazione di Time Machine, l'uso di Aggiornamento Software e tutte le caratteristiche del nuovissimo QuickTime X, senza dimenticare uno sguardo alle nuove tecnologie Grand Central Dispatch, Open CL e il supporto a 64 Bit. Il tutto corredato da esempi pratici e illustrazioni, un'attenzione costante in materia di sicurezza, e i tanti suggerimenti e consigli che l'Autore non manca di offrirci grazie ad una lunga esperienza di utente Mac e ad una notevole capacità divulgativa delle sue conoscenze.
Ricordiamo che Marco Freccero è il web master dell'ottimo sito ilMac.net nonché l'autore di numerosi tutorial, articoli e recensioni di software, e che ultimamente ha pubblicato altri quattro eBook dedicati al mondo Mac ancora disponibili nella pagina dedicata del sito BuyDifferent, dove sarà possibile acquistare anche quest'ultima immancabile guida a Snow Leopard al prezzo decisamente contenuto di 7,90 euro.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

The Book Of Cool - La guida Jedi allo stile


TheBookOfCool è il settimo delirio di Patrizio Pinna, scrittore genovese, classe 1968, appassionato di informatica e assiduo frequentatore di localacci notturni, due in particolare, dove più di una volta, se l’ispirazione lo coglie, lo si può scovare intento a battere sulla tastiera del suo mitico PowerBook 12’’. Il Pinna ha pubblicato Mitote, il suo romanzo d’esordio, con la casa editrice genovese Chinaski, nel novembre 2004, ottenendo così una discreta popolarità nell’underground genovese. Una volta abbandonata la Chinaski, ormai persa alla deriva dell’autoproduzione, Pinna comincia a mettere online i propri lavori sulla sua pagina myspace privilegiando il download libero come mezzo di divulgazione. Libro Maria (un romanzo ironico e demenziale condito da una grande quantità di pesci e di principio attivo) e il suo seguito, 2001 Odissea Alla Fiera Della Mescolanza Genetica, contribuiscono ad alimentare la fama (e la fame) dello scrittore procurandogli una ristretta schiera di estimatori nevrotici, tanto per citare Woody Allen… (o era il Grande Freddo?!) L’idea di quest’ultimo delirio, come lui ama definire i suoi scritti – una sorta di prostituzione natalizia – gli viene, come al solito, al bancone del Dragun Pub di Camogli, una delle due comunità di recupero dove spesso, la sera, chiede asilo.
Tutto inizia col titolo: TheBookOfCool, che gli viene in mente valutando col suo amico barista le nuove tendenze stilistiche giovanili. TheBookOfCool lo seduce, anche per l’assonanza che produce se letto tutto d’un fiato: potrebbe essere il titolo di un libro, pensa, una sorta di guida allo stile… Quindi, tornato a casa la notte, inizia subito la stesura delle prime pagine, in fretta e furia per paura che un titolo così geniale gli possa essere rubato da un momento all’altro: ovviamente era sbronzo…
TheBookOfCool alla fine, in meno di due mesi vede la luce. Il format è quello della Guida, Jedi per giunta. Le pagine del libro, infatti, interagiscono direttamente con il proprio fruitore: un povero babbucchione che non ha nulla a che vedere con l’essere cool, una sorta di vitellone nerd, come forse siam stati tutti, almeno una volta nella vita. Solo che questa volta il poveraccio è un caso limite che coinvolge la Guida in un escalation di delirio che non si risolverà granché bene per lui… Un libro, in pratica, che prende per i fondelli colui che lo legge e, proprio per questo, nato per essere regalato… e quale periodo migliore di questo per darlo alla luce?
Tuttavia i dieci passi fondamentali che compongono la Guida possono anche essere istruttivi in un certo senso, divertenti sicuramente, anche se il lettore dovesse avere più classe della Guida stessa. La cosa più divertente per iMaccanici può essere il capitolo riguardante la tecnologia, dove l’autore, da buon utente Apple, si diverte a punzecchiare il proprio lettore che, ovviamente, userà un pessimo Sistema Operativo Windows. Il lettore, come quasi tutti i normali utenti piccì, avrà quasi un mezzo attacco cardiaco quando la Guida sosterrà apertamente i prodotti della mela, così come capita normalmente nel mondo reale in cui molti utenti piccí, insoddisfatti, si rifiutano di ammettere apertamente la propria posizione cercando di santificare le proprie scelte con assurde motivazioni: squilibrio psichico documentato nel D.S.M. 4º (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders) come Inconsapevole Desiderio di Switch. L’autore narra inoltre della nuova tendenza hollywoodiana che sta prendendo piede da una decina d’anni a questa parte. In tutte le produzioni televisive e cinematografiche di oltreoceano, infatti, i cattivi hanno un elemento distintivo in più: usano piccì windows, al contrario dei buoni che usano prodotti Apple. Ovviamente, per noi utenti illuminati, questa non è una grande novità. Guardando la prima serie di 24, infatti, sapevamo perfettamente che Almeida non poteva essere un traditore, mentre Nina Mayers sì… Ma questo gli utenti piccì finora non potevano saperlo…

TheBookOfCool sarà presentato in anteprima stasera Giovedì 22 ottobre alle ore 18 presso la libreria Books In The Casba di via di Pré 137R a Genova. Per qualsiasi altra informazione vi rimandiamo allo space dell’autore dov’è possibile scaricare o acquistare alcuni dei suoi deliri, perlomeno quelli di cui si vergogna meno: myspace.com/patriziopinna

Che la forza sia con voi…
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Fare musica con il Mac


Nasce in Italia il primo libro "targato Musimac", edito da Hoepli e scritto da Giuliano Michelini, musicista esperto di tecnologie multimediali applicate alla musica, al video e alla postproduzione del suono. Un libro che ovviamente non poteva non intitolarsi che "Fare musica con il Mac".
La pubblicazione, che si inserisce nella collana "iManuali" dedicati al mondo Apple, vuole essere una guida esauriente -per quanto possibile- dedicata a chi muove i primi passi nel mondo della musica e dell'audio con i computer della Mela e a coloro che desiderano approfondire argomenti quali la registrazione, il setup di schede audio e di periferiche, il mix e così via…
Questo libro in oltre 300 pagine offre un panorama completo dal punto di vista hardware e software, dando al lettore tutti gli strumenti necessari per cominciare a produrre musica in modo professionale con il proprio Mac, senza ricorrere ad uno studio di registrazione esterno per le preproduzioni. Nel volume si affrontano molti aspetti legati al project studio, partendo dalla scelta e configurazione del Mac e giungendo alla produzione e registrazione dei brani.

Ecco un veloce sunto del sommario:
• Il Mac e la musica
• Scegliere e configurare il vostro Mac
• Configurare e lavorare con Mac Os X
• Pianificare lo studio
• Gestire i file audio
• Capire a fondo le workstation audio
• Lavorare con logic studio
• Tecniche di registrazione
• Forma d'onda: un'onda sempre in forma

La disponibilità è immediata; reperibile in tutte le librerie e anche sul sito Hoepli con uno sconto immediato del 20%. Un libro da leggere e consigliare a tutti coloro che iniziano con la musica!
Per i lettori del libro e di Musimac ci sarà a breve la possibilità di scaricare gratuitamente un intero capitolo tutto dedicato a Logic ed alle sue applicazioni. Basterà tenere particolarmente d'occhio il sito.

Note sull'autore:
Giuliano Michelini è uno dei fondatori di Musimac.it, portale dedicato alla produzione di musica sui Macintosh fra i più longevi e autorevoli, e pubblica i suoi interventi su Musimac da oltre 10 anni, con evidente competenza ed un'immancabile dose di passione sempre viva.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Word 2008 per Mac - Guida Avanzata


Marco Freccero è ormai una figura molto conosciuta dagli utenti Mac italiani, non solo per essere il web editor dell'ottimo sito ilMac.net, ma anche per i suoi recenti e utilissimi eBook finalizzati al miglioramento della conoscenza e dell'utilizzo della piattaforma Mac e dei suoi software.
Sul sito BuyDifferent è presente una pagina appositamente dedicata ai libri elettronici nella quale, fra l'altro, è ancora possibile trovare tutte le precedenti pubblicazioni dell'autore: "Mac OS X Leopard: A Tutta Birra", "Mail 3.0 contro lo spam" e "Il backup con Mac OS X Leopard". Inoltre ricordiamo che l'autore ha realizzato anche l'eBook "Leopard: Password e Permessi" in esclusiva per BuyDifferent e distribuito gratuitamente ai clienti in occasione delle trascorse feste natalizie.
A questi da oggi si aggiunge una nuova creazione di Marco Freccero: "Word 2008 per Mac - Guida Avanzata", un lavoro che anche stavolta iMaccanici hanno potuto apprezzare riscontrandone gli indubbi vantaggi che questo può apportare ad una maggior parte degli utenti Mac. Infatti, dalle recenti dichiarazioni di Microsoft (contestualmente al Macworld Expo), si evince che negli Stati Uniti il 77% degli utenti di Mac OS X utilizza il pacchetto di applicazioni "Microsoft Office", e in Italia la situazione non è certo molto differente.
Rispetto alla precedente versione del 2004, l'ultima suite "Microsoft Office 2008 per Mac" risulta notevolmente migliorata, e in particolare Word, oggetto della nostra guida, seppure non paia brillare per velocità, presenta tuttavia caratteristiche avanzate che ben si prestano all'attenzione dell'utente Mac più esigente.
Per questa ragione Marco Freccero ha dedicato la sua Guida all'utente Word più avanzato, affrontando il programma non tanto nei suoi elementi base, per altro già ampiamente illustrati nello stesso "Aiuto" di Word, quanto nella presentazione delle sue numerose funzionalità a corredo, il tutto senza discostarsi dal suo stile amichevole e capace di rendere la lettura semplice e gradevole nel suo contesto.
Scorrendo le pagine del suo nuovo eBook, infatti, l'autore ci guida passo passo attraverso tutti gli strumenti necessari a dominare l'applicazione, dalla stessa "Barra degli strumenti" al "Gestore stampa unione", passando in maniera ordinata e scorrevole tra stili, modelli, librerie, segnalibri, indici, intestazioni, ortografia e grammatica, e altro ancora.
Troveremo poi ben otto pagine riguardanti il comando "Trova e sostituisci", che in alcuni casi può notevolmente velocizzare il flusso di lavoro dell'utente. Inoltre vengono ben specificate tutte le differenze con la precedente versione del programma, anche questo per facilitare la migrazione degli utilizzatori già esperti, ai quali appunto è rivolto questo eBook.
Il nuovo lavoro di Marco Freccero è disponibile alla pagina dedicata del sito BuyDifferent al prezzo (davvero invitante) di 4,90 euro.
Buona lettura!
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Il Backup con Leopard


Marco Freccero ci propone una guida semplice e dettagliata per scegliere ed effettuare il tipo di backup che più si adatta alle nostre esigenze.
Time Machine è stata un'innovazione indubbiamente favorevole per la sua semplicità di utilizzo, ma porta con sè alcune limitazioni rispetto ai backup tradizionali, in quanto non consente la duplicazione dei dati salvati, pratica questa altrettanto importante per la sicurezza dei nostri dati.
Ci vengono forniti quindi tutti gli strumenti atti ad integrare le varie forme di salvataggio, dalla scelta del supporto di archiviazione a quella del software, rendendoci più consapevoli della salvaguardia dei nostri dati e del nostro Sistema.

Come scegliere e partizionare un disco rigido, come funziona iDisk, quando usare CD e DVD, i diversi collegamenti USB 2.0 e FireWire, sono argomenti fondamentali e trattati con con lo stesso scrupolo che viene riservato alla configurazione di Time Machine, all'uso di Carbon Copy Cloner, alla protezione dei nostri dati sensibili.
Il tutto ci viene illustrato in maniera decisamente pratica e amichevole, nonchè ampiamente documentata e ricca di suggerimenti e opinioni personali, frutto della lunga e appassionata esperienza Mac dell'Autore.
La guida, 49 pagine in solo formato eBook, viene offerta attualmente da BuyDifferent al prezzo di 4,90 Euro.
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Il Signore nell'Ombra


Accendere il computer, aprire un'applicazione, usarla, chiuderla… sono gesti quotidiani, ormai, per tutti noi, in molti ambiti della nostra vita: per lavoro, per divertimento, per hobby, per necessità, per passione…
Ma cosa c'è dietro quelle amichevoli schermate, cosa si scatena, in realtà, dopo un nostro input, cos'è che gestisce i nostri ordini e ci restituisce il risultato desiderato?
È il Sistema Operativo, un programma nascosto, ma il programma fondamentale, quello che si occupa di far funzionare tutti gli altri programmi.
È con lui che dialoghiamo ogni giorno, lo amiamo, lo temiamo, lo… insultiamo, talvolta, ma lui continua, con discrezione e con fedeltà, a lavorare per noi, anche quando non gli diamo ordini, anche a nostra insaputa, come un maggiordomo efficiente che si preoccupa di farci trovare il posto di lavoro sempre in ordine e pronto a regalarci soddisfazioni.
Questo è "Il Signore nell'Ombra" che si propongono di farci conoscere gli Autori di questo libro, due grandi nomi nel panorama dell'Informatica italiana e del mondo Mac: Luca Accomazzi e Carlo Bocchetti.
…segue