a Napoli con Apple
dal 1986

Benvenuto su iMaccanici Assistenza Mac
domenica, 26 febbraio 2017__22:12

Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Check Point: 1000 articoli Mac pubblicati


Verso la fine degli anni ottanta l'incontro con un altro utente Mac costituiva un piccolo evento. Quando accadeva, la complicità generava immediatamente una certa simpatia, si instaurava un clima di grande disponibilità e altrettanto spesso si finiva poi con lo scoprire di avere tante altre cose in comune oltre all'utilizzo del Mac.
Alcuni fra quelli che considero ancora oggi miei grandi amici in assoluto* li ho conosciuti proprio grazie a un Apple Macintosh, così come in amicizie già consolidate** è poi entrato un Mac a cementare ulteriormente dei rapporti.

La situazione dicevo, era molto diversa, internet cominciava a diffondersi ma anche lì di Mac se ne respirava poco: c'erano i newsgroup, i gruppi di discussione. In un mare di opzioni che per il settore informatico si riconoscevano dai prefissi it.comp.eccetera l'unica possibilità per gli utenti italiani era appunto it.comp.macintosh (ancora oggi vivo e vegeto).
Anche in questo caso dopo un pò conoscevi praticamente tutti e le dinamiche di fondo erano le stesse: grande senso di appartenenza, grande disponibilità verso gli altri utenti, alto tasso di affinità.

Oggi l'offerta di siti dedicati alla Mela è sotto gli occhi di tutti, va probabilmente ben oltre l'effettiva domanda. L'antica complicità però vacilla. Ho conosciuto molti webmaster che hanno cominciato per sana passione ma che oggi pensano e agiscono come piccoli dirigenti d'azienda preoccupati esclusivamente del fatturato.

In questo mare di voci, di cacce agli scoop, di finti rumors e fake vari c'è per fortuna ancora spazio per l'eccezione: iMaccanici hanno il grande pregio di somigliare spudoratamente ai loro creatori, Franz Grua in primis (non me ne vogliano Gengi e Stefano). iMaccanici hanno offerto fin dalla loro nascita tonnellate di supporto tecnico a centinaia di utenti, spesso anche presso le loro sedi, in cambio di “niente”. Questa unicità riflette appunto la personalità di Franz, soggetto unico e irripetibile, nella miglior accezione dei termini. Uno che trova gratificante il semplice fatto di aver creato e tenere in vita quest'entità (oggi più che mai viva e attiva). Uno che non si preoccuperà mai di linkarvi verso un suo potenziale “concorrente” se questo significa darvi una notizia interessante. Uno che se hai un problema appena appena più serio dopo cinque minuti senti suonare il citofono (ove non possibile almeno il telefono). Uno che da per il piacere di dare. Uno che vorresti fosse tuo fratello pur di averlo sempre fra i piedi.

E fidatevi, finchè esisteranno queste rarità, esisteranno siti rari come iMaccanici. Per me l'unico posto dove il sapore della scelta (che resta sempre e comunque “differente”), somiglia ancora a quella di quei fine anni '80 da cui ho cominciato…

10.000 di questi articoli.
— WhiteDuke (Gaetano)

* Vedi anche alla voce Eugenio Benvenuto
**Vedi anche alla voce Giovanni Ferrara
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

In vacanza con il Mac


È tempo di pensare alle ferie, non che tutti debbano per forza partire per le isole tropicali, però può capitare una gita "fuori porta" di qualche giorno, e magari proprio allora non potere rinunciare al Mac.
Ricordiamo che almeno nel periodo estivo è buona cosa lasciare il Mac a casa e dimenticarsi tutto quello che ci lega alla quotidianità, al lavoro e allo stress. Se poi è inevitabile dobbiamo preoccuparci di cosa portare appresso.
Chi usa un portatile come computer principale non avrà grossi problemi, basterà solo aggiungere ai bagagli l'alimentatore, un lettore universale di schede, un Hard Disk da 2,5" e magari un hub USB. Non dimentichiamoci a casa la fotocamera digitale, o la videocamera se la nostra passione è realizzare filmati estivi.
Da prendere in considerazione l'acquisto di un modem USB "multimode" per navigare in HSUPA, HSDPA, UMTS, EDGE e GPRS senza "appoggiarsi" per forza a qualche Access Point più o meno aperto.
Discorso diverso per chi usa un desktop e vuole portarsi appresso un portatile nuovo o poco utilizzato.
In questo caso è meglio importare i file necessari per poterlo portare in vacanza senza sentire la mancanza del Mac di casa, o dell'ufficio.
…segue
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Nuovo traguardo nuova partenza


iMaccanici punto org è il sito, per chi non lo sapesse, nato con uno scopo ben preciso: aiutare gli utenti Apple in difficoltà e che non hanno la possibilità (o la voglia) di portare fisicamente il Mac in un Centro di Assistenza.
Contestualmente alla pubblicazione di articoli e recensioni sul sito, vengono forniti servizi di: newsletter per tenere gli iscritti aggiornati sulle notizie della settimana; mailing list per confrontarsi con centinaia di utenti tramite l'utilizzo comodo e immediato della posta elettronica; forum per ottenere un contatto diretto con gli utenti registrati e gli amministratori; potenti caselle di posta tuonome@imaccanici.it da 6GB per inviare e ricevere messaggi con allegati consistenti; inoltre incontri ed eventi per condividere serate piacevoli e approfondire tematiche interessanti.
Mercoledì 4 giugno 2008 abbiamo superato, con immenso piacere, la soglia psicologica dei 1000 utenti registrati sul forum, che hanno lasciato un nick ed un'e-mail per avere la possibilità di accedere anche alle funzioni avanzate del sito.
…Segue
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Soldi facili, quanto è giusto?


Ogni giorno vengono studiate e prodotte nuove tecniche per inserire pubblicità nei siti web con metodi più o meno trasparenti. Quando si visita un blog o un sito apparentemente "open source" difficilmente si immagina di poter involontariamente contribuire ad ingrossare il portafogli di persone che nemmeno conosciamo.
Non stiamo parlando dei normali link di affiliazione di Google AdSense o dei piccoli banner pubblicitari nelle fasce laterali (dove chi vuole può liberamente cliccarci o ignorarli), non ci riferiamo nemmeno all'invasiva pubblicità contestuale che presenta il messaggio promozionale al passaggio del mouse ed a nessun'altra forma di pubblicità formata da finestre pop-up che ormai si trovano ovunque nei siti infestati da numerosi sponsor.
La nostra attenzione è stata attirata invece dalle pubblicità occultate nel testo (apparentemente) pulito di un articolo, dove vengono illustrate in maniera limpida le caratteristiche tecniche di un prodotto potenzialmente interessante.
È proprio in quei link che possono nascondersi in maniera astuta delle vere e proprie tagliole, messe lì apposta per generare guadagni a nostra insaputa. Purtroppo per noi neanche tutti i siti dedicati ad Apple sono immuni da questa forma subdola di pubblicità.
…Segue
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

La scelta dell'esperto


La redazione di Macworld italia, la famosa rivista italiana dedicata al Mac, ha pubblicato sul numero di Settembre un articolo dedicato al "Software che non può mancare", consultando esperti del settore come Accomazzi, Guerrera, Bragagnolo e… iMaccanici!
Ricordate l'articolo I nostri software preferiti? Grazie all'impegno dei nostri amici della MacList abbiamo stilato quell'elenco, aiutando l'autore ad ottenere "materiale selezionato" dagli utenti Mac campani.
…Segue
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Un segno senza tempo


Il logo iMaccanici subisce una trasformazione, non è un semplice restyling, il marchio è stato completamente ridisegnato dalla matita di Gaetano Ruocco, ripercorrendo comunque i concetti dell'idea originale, ma abbandonando il "bottone" di accensione utilizzato finora.
La scritta "Mac", evidenziata in grassetto, si distingue nella parola iMaccanici, favorendo il legame al Mac piuttosto che alla meccanica. Il puntino della "i" è allungato fino a tagliare completamente il centro della ruota dentata creando un effetto vite che rafforza la leggibilità del perno dell'ingranaggio maccanico che sembra ruotare all'interno della "Mela", gloriosa ed insostituibile icona dei computer Apple.
Qui vengono spiegate in breve le caratteristiche e le motivazioni per la nascita del nuovo logo iMaccanici.
Il nuovo logo sostituisce ovunque il vecchio marchio, tranne che nelle testate degli "articoli TOP" settimanali pubblicati in passato.
A proposito di articolo TOP, ricordiamo che le HotNews quotidiane non si trovano in Home Page, ma sono raggungibili QUI.
—OraCle
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

L'emozione ha voce!


Le News de iMaccanici (quelle delle newsletter settimanali) saranno da oggi commentate da Orazio attraverso il nostro nuovo Podcast. Settimanalmente verranno aggiornate e spesso conterranno commenti divertenti da non perdere. Vi consigliamo di inviarci qualche commento o critica al seguente indirizzo email: podcast@imaccanici.org, questo servirà a migliorare il servizio per soddisfare i nostri amici che ci seguono con passione.
La nostra Radio Virtuale sarà disponibile attraverso il Browser o più comodamente da iTunes se decidete di iscrivervi (sempre gratuitamente) a questo servizio. per saperne di più sul Podcast vi invito a leggere il resto dell'articolo.
—OraCle
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Segnatelo su iCal


Nasce MacList, la Mailing List de iMaccanici, dove si parla dei problemi tecnici che potrebbero colpire il nostro Mac.
L'apertura della MacList è fissata per il 1 Aprile (e non è un pesce d'Aprile!). Questo comodo e utile servizio di Mailing List Tecnica tornerà utile al nostro gruppo, (più di 70 utenti registrati solo in Campania) dove potranno partecipare condividendo le proprie esperienze per un reciproco vantaggio. Lo scopo è quello di far diventare gli amici del nostro gruppo autosufficienti, aumentando le capacità individuali nel risolvere i problemi che si possono incontrare quotidianamente nell'utilizzo di un Mac.
Per iscriversi basta inviarci una mail, chi è già registrato al nostro sito, o alle newsletters settimanali verrà automaticamente aggiunto alla lista di contatti di MacList.
—OraCle
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

Nasce "imaccanici.org"


Qualcuno di voi se ne sarà sicuramente accorto, il nostro sito non si appoggia più ad altervista.org, ma ha un dominio tutto suo, grazie all'investimento di un "benefattore" che preferisce restare anonimo, anche perché si è impegnato a pagarlo a vita. Dopo la fase "sperimentale" del nostro sito prima su gamesarena poi su altervista, gli eventi ci hanno portato ad un grado di maturità da giustificare quantomeno la registrazione di un dominio.
Abbiamo così anche la possibilità di espandere le funzionalità del sito per offrire una serie di servizi maggiori ai nostri sempre più soddisfatti iscritti.
Le novità comunque non finiscono qui, a breve assisteremo alla nascita di qualcosa di nuovo, utile al nostro gruppo dove potranno partecipare tutti condividendo le proprie esperienze a vantaggio degli iscritti. Diventerete così iMaccanici di voi stessi aumentando le capacità di risolvere i problemi che si possono incontrare quotidianamente. A presto.
—OraCle
Invia l'articolo ad un amico Visualizza la versione stampabile

iMaccanici Assistenza Mac

L'ora della svolta la viviamo noi utenti Mac. Mentre il 95% del mondo sguazza mail infette da virus e cavalli di troia che distruggono ore di lavoro, mentre il 95% della gente è alle prese continue con bachi e blocchi di vario tipo, noi siamo alle prese con il miglior ed avveniristico sistema operativo, arricchito da oltre 200 nuove funzionalità, utili e spettacolari innovazioni che hanno cambiato la gestione dei files sul nostro HD.

Noi non impazziamo per cercare quello che ci serve, sono i documenti a farsi trovare quando ci servono. Gli strumenti che usiamo più spesso sono tutti raccolti in un ambiente parallelo, basta un clic per accedere contemporaneamente alla calcolatrice, al blocco note, al nostro ebay, al telecomando di iTunes, alle previsioni del tempo o alle notizie in borsa. Nessun programma professionale ci lascia a piedi sul più bello, nessuna connessione ci spaventa, nessuna macchina viene sfruttata meno delle sue totali potenzialità, creare filmati e trascriverli su dvd con una qualità HD professionale è un gioco da ragazzi. L'evoluzione felina di un sistema veloce e stabile si chiama Tiger, l'incarnazione più fluida ed accattivante di Unix mai realizzata, alla portata degli utenti Mac, da sempre invidiati per la facilità con la quale il loro computer si lascia manovrare. Tutto questo ad appena 129 euro da solo, oppure poco più di 650 euro insieme ad un MacMini. Passare al Mac è passare al futuro, garantito.